Musicista e cantante reggae Winning Jah, considerato il re del reggae nigeriano

Nato il 12/12/1973, in una famiglia di griot, Winning Jah è un musicista di origini africane Tuareg di Fulani hausa. Scopre la musica reggae in tenera età ed impara a suonare vari strumenti creandosi una vasta e solida esperienza e cultura degli strumenti più utilizzati nell'ambito dei vari ritmi africani.

Di fede Rastafari, le sue canzoni parlano delle ingiustizie inflitte alla gente del suo continente d'origine e più in generale delle iniquità subite dal popolo africano come dalle persone più deboli in tutto il mondo.

Nel 1990 il suo album "Big Man", venduto in 650.000 pezzi, è stato censurato e vietato dal governo nigeriano per problemi politici. Dopo la pausa dovuta questi problemi, l'artista ha ripreso la propria attività musicale con la pubblicazione di altri pezzi dal 2014.

Nel 2016 ha avuto grande successo l'album "Nouveau business" come album più venduto con 600.000 pezzi su Alaba International Market in Nigeria secondo distributori e commercianti del luogo ed ha vinto numerosi premi.

L'album "Africa Inside Me", il quarto album dell'artista Winning Jah, si compone di 15 brani musicali, ognuno dei quali manda al pubblico un diverso messaggio dai contenuti sociali legati a problematiche attuali di giustizia, diritti umani, salvaguardia ambientale, povertà, problematiche presenti in Africa non meno che nel resto del mondo "globalizzato".

Musicalmente l'artista spazia su tutte le varie sfumature degli stili utilizzati nel mondo musicale reggae: ska, nyabinghi,dancehall, lovers rock, one drop reggae, egregiamente personalizzati e caratterizzati dal proprio personale stile musicale.

Winning Jah, eigentlich Kingsley Eno Osagie, (* 12. Dezember 1973 in Kano, Nigeria) ist ein nigerianischer Reggae-Musiker und Songschreiber. Sein bekanntestes Album ist "Big Man", welches über 650.000 Mal verkauft wurde. In Nigeria gilt Winning Jah als "Nigeria King of Reggae" (nigerianischer König des Reggae).

Continua a leggere Winning Jah su Wikipedia.