Biografia AHRI Arianna Vitale

Cresciuta a Milano in una famiglia numerosa e sicuramente non benestante, Arianna era una bambina vivace, intelligente e soprattutto cantava, suonava e ballava. Sempre. Qualunque cosa. Peccato avere avuto una vita famigliare così travagliata che, oltre a non averle permesso di sviluppare i talenti creativi innati, le ha sicuramente segnato il destino in modo indelebile.
Arianna aveva 24 anni quando lasciò la casa materna, incinta di quasi 8 mesi. I gravissimi problemi di instabilità emotiva e di personalità della madre non le permettevano di poter proseguire il rapporto. Ma, inevitabilmente, lo strascico e le conseguenze di tutto questo si sono fatte sentire per molto, moltissimo tempo. Tuttto il tempo in cui Arianna, pur non avendo mai smesso di sognare di fare musica, si è dedicata anima e corpo al lavoro e alla figlia.
Tante le sfaccettature che hanno accompagnato questa artista negli anni dal 1994 al 2014, una vita sempre intensa e sempre in lotta con qualcosa o con qualcuno.
Ma Arianna è impaziente, insofferente, ribelle, anarchica. Impossibile ingabbiarla in qualche progetto a lungo. Inizialmente si appassiona, si entusiasma, è capace di grandi sforzi per il raggiungimento degli obiettivi... ma si annoia facilmente. E di nuovo non sente più stimoli, non sente la sfida. E allora cambia impiego, magari anche abitazione, amici, partner... Avrebbe capito solo in età adulta che, forse, semplicemente il suo spirito la spingeva in altre direzioni.....
Trova la strada del cantautorato a 43 anni a seguito di un licenziamento che le permetterà, finalmente, di fermarsi per qualche mese e guardarsi dentro.
Da questa pausa di riflessione nascerà AHRI in quanto cantautrice.

Nel 2013 comincia a cercare produttori per il primo EP, nato semplicemente cantando a cappella testi e melodie da lei stessa creati. Tra quelli che la ricontattano Arianna sceglie Clemmy Della Rocca di Merate (LC) e gli affida il suo primo lavoro. Il primo EP “SEMPLICEMENTE AHRI” viene pubblicato a marzo del 2014 ed è, come era lecito aspettarsi, interamente autobiografico.
Arianna esaurisce subito dopo la pubblicazione del disco il suo budget economico destinato alla musica (non dimenticherà mai che la sua priorità è la figlia e la sua istruzione), pertanto, malgrado voglia continuare a tempo pieno a dedicarsi a se stessa e alle sue emozioni, ritorna a lavorare come impiegata in azienda. Nessuna promozione, nessun ufficio stampa, nessun entourage e il disco passa quasi inosservato, salvo qualche risultato ottenuto dagli sforzi di autopromozione social della stessa autrice. “Emotiva instabile” e “Insicura” entrano e rimangono nella TOP20 della Euro Indie Music Chart per lungo tempo. Addirittura “Emotiva” arriva fino al secondo posto.
Nel 2014 Arianna decide di prendere una chitarra classica da studio e comincia a suonarla. Ovviamente non va a lezione, come è nella sua più intima natura. A fatica e rilento l’attività cantautorale prosegue e a maggio del 2017 viene pubblicato “NON CHIAMARLO AMORE”, il primo brano scritto anche a livello musicale da Arianna. Argomento: violenza domestica. Qui l’autrice cerca di impegnarsi al massimo delle sue possibilità per promuovere il brano e, oltre a realizzare il videoclip ufficiale, cerca di partecipare anche a dei concorsi musicali, cosa che la mette sempre troppo in agitazione e che non ama particolarmente... partecipa a 3 concorsi negli anni 2016/7

- Controfestival Tatamata - 6° classificata
- Premiatissimi a Sanremo - 1° classificata
- Cantafestival di Piacenza - 2° classificata + premio critica Marinella Venegoni

Ma anche in questo caso, il budget a dispozione si esaurisce tra realizzazione del brano e del video
Su Youtube il video ufficiale NON CHIAMARLO AMORE
https://www.youtube.com/watch?v=0w1T_xDC-Hc
Nel 2017/8 Arianna intensifica l’attività live, facendo anche pianobar e l’artista di strada, per raccogliere i fondi necessari per la realizzazione del prossimo EP. Decide di cambiare produttore e sceglie Musica per il Cervello di Caravaggio (BG), a cui affida “NON SIAMO LE MASCHERE CHE PORTIAMO” 7 ballate rock da lei scritte e composte che proseguono il percorso del singolo. Arianna lascia l’autobiografia e comincia a focalizzarsi sugli aspetti della vita in generale. Continua sì a prendere spunto dalla sua stessa esistenza, ma con uno sguardo meno egocentrico e più sociale. In questo disco che verrò pubblicato nel novembre 2018 si sentono forti e chiare le chitarre suonate da Riky Anelli.
Al disco viene abbinato anche un video, per il singolo “E poi arrivi tu” inno alla musica e alla sua prima chitarra acustica, una Yamaha entry level.
Video ufficiale Youtube E POI ARRIVI TU
https://www.youtube.com/watch?v=_sE-GNirSlk
L’attività di promozione di Arianna, nel frattempo, è notevolmente aumentata. In autonomia crea e cura il suo sito, scrive alle radio, alle TV, ai magazine di settore. Cura la pagina Facebook, i profili social, il profilo Spotify e Soundcloud. Con distrokid pubblica da sola la sua musica. Crea un gruppo per poter suonare live. Fonda AHRI & FRIENDS (concerti artistici) e AHRI & ARCA (concerti a sostegno disabilità)
L’anno 2019 è l’anno dei live e dei concerti. Arianna vede finalmente vicina la realizzazione dei suoi sogni di ragazzina: vivere di musica. Diventare una professionista. Si impegna al massimo per questo. La sua attività è frenetica. Ascolta musica indie e crea la playlist “AHRI ITA INDIE SELECTION” dove seleziona solo i brani che davvero le trasmettono qualcosa e che le piacciono, senza farsi ingannare dall’altisonanza dei nomi... si appassiona talmente alla musica emergente che vuole aprire un blog sul suo sito e cominciare ad occuparsi di emergenti e dare loro spazio. Gratuitamente. Allo scopo studia, cerca partner commerciali, programmi di affiliazione. Necessita di crearsi un minimo di entrate economiche per potersi dedicare alla musica. Lavora di giorno come impiegata full time e di sera e nei week-end per crearsi la sua nuova attività. A settembre concorda con il suo datore di lavoro il suo licenziamento. E’ fatta!! Da ottobre finalmente avrebbe potuto dedicarsi solo alla musica e al mondo web che tanto la affascina.
Ma, ancora una volta, il destino le mette i bastoni tra le gambe. O forse, la mette alla prova.
Un brutto infortunio al compagno, proprio il 2 ottobre 2019 sospende e rimanda tutto. I live programmati fino ad aprile 2020 vengono annullati. Nei mesi invernali cadrà il silenzio più totale su ogni social dell’artista. Sente che questo è un segno del destino, che la musica non è il suo percorso... decide di mollare tutto.
Ma, come sempre, il suo spirito la richiama e giorno dopo giorno i brutti pensieri scompaiono e lei torna a scalpitare, ad essere impaziente.
A marzo 2020, timidamente e lentamente Arianna riprende tutte le sue attività. Si occupa del compagno affiancandolo e aiutandolo nella lunga riabilitazione e torna ad occuparsi di musica.
“NEL TEMPO CHE RIMANE” il titolo (eloquente) del prossimo EP a cui sta lavorando. Potrebbe essere intitolato anche “RICOMINCIANDO DA QUASI ZERO” e sarebbe stato comunque corretto.....
Ma, nel frattempo, causa e merito Covid19 collabora a distanza con il suo primo produttore, CLELLY DELLA ROCCA, e nasce quindi il singolo Fermati.
Registrato in remoto, Arianna ha realizzato anche un video lyrics
Il brano è on line in tutti i digital stores dal 22/04/2020

---
L'articolo Biografia AHRI Arianna Vitale di AHRI Arianna Vitale è apparso su Rockit.it il 2022-01-21 10:42:23

IL TUO CARRELLO