Alberto Cantone - STANZE IN AFFITTO (1991)


DESCRIZIONE
Se penso alla giovinezza più felice e più "scapigliata" mi tornano in mente certe stanze d'affitto che occupavamo da studenti, con il minimo indispensabile per sopravvivere, dove tra freddo, poesie da ammazzarsi e desiderio di cambiare il mondo, scorrevano i giorni del nostro debutto della vita, in cui sentirsi "poeti, pittori, malati d'amore ... com'é a quella età).Così, nel mio girovagare nei ricordi, ho ripescato questa canzone, scritta e registrata a poco più di vent'anni, che sembra quasi incredibile poter contenere tanta malinconia e tanto struggimento per il tempo passato.Ringrazio, per questo video a distanza di 30 anni, montato con immagini affettive, per aver prestato la loro "partecipazione" alcuni "miti" e modelli della mia giovinezza studentesca: Gramsci, Leopardi, ma anche Giorgio e la splendida Micol de "Il Giardino dei Finzi Contini" (e non poteva essere altrimenti, trattandosi di Ferrara).

Brano: "Stanze in affitto"
ArtistaAlberto Cantone
Testo e musica: Alberto Cantone
Alberto Cantone: voce, chitarra classica e melodica (1991)
Nicola Casellato: violino (registrato nel 2018)
Alberto Cantone: percussioni (registrate nel 2018)

---
L'articolo Alberto Cantone - STANZE IN AFFITTO (1991) di Alberto Cantone è apparso su Rockit.it il 2019-11-17 13:38:39

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO