Alessandro Longo fa cantautorato elettronico, ha pubblicato il disco "Il cielo è crollato" nel 2012 per Cabezon Records.

Alessandro Longo è l’omonimo di un grande compositore del passato, quindi i motori di ricerca non gli vorranno mai bene. Tra musica elettronica, canzone d’autore e contaminazioni multimediali, cura personalmente le proprie produzioni e collabora con l’etichetta Cabezon Records. Quando smette di autoprodurre musica, disegna fumetti.
Il cielo è crollato (disco composto, cantato e prodotto da Alessandro Longo) è una raccolta di brani sintetico‑esistenzialisti in cui ballad, microbit tardo e industrial‑pop fanno da supporto a nitide linee melodiche cantate in tono confessionale. La speculazione “sonora”, espressa dai sample e dal trattamento della voce filtrata, riflette quella “interiore” alla base dei testi.
Il titolo del disco (Il cielo è crollato), si rifà alla frase fatta e ad un finale alternativo per la nota xilografia Universum di C. Flammarion. In questa illustrazione, l’uomo supera il confine tra terra e cielo, a simbolico superamento dei propri limiti conoscitivi. È possibile che ciò avvenga senza effetti collaterali?
I brani presentano un set di strumenti irregolare, dal solo di pianoforte all’elettronica, dall’industrial con frenetici soli di chitarra simulata ad oniriche suggestioni orchestrali. I brani, esercizi di stile di un immaginario sonoro variegato, sono il frutto di una peregrinazione stilistica originata dalla collaborazione in veste di fonico con altri musicisti.
I pezzi si mantengono stretti ad una adesione formale stringente: ciascuno è lontano dallo sperimentalismo, ma si colloca come variazione all’interno del contesto.
In copertina, il dipinto Walk the line di Stefano Masotto.
Alessandro Longo ha suonato il basso nel gruppo rhythm’n’blues “Free Spirits” e nel gruppo thrash metal “Aphasia”. Sotto allo pseudonimo “Sand-p” ha autoprodotto i cd Lullabyte (2001), Baldo Sound (2005), So to Speak (2006). Ha curato le parti elettroniche dei “Blue Box”, ha suonato la chitarra in “John Mario” e ne “Le fughe de le matonele”, ha ideato e composto “La città dell’amore”, uscito Manzanilla Musica Dischi. Ha registrato e mixato “A voi ragazze” di dottorconti, uscito per Cabezon Records, “Viaggiare!” di John Mario. In collaborazione con Martino Modena ha registrato e mixato “Memorie e Violenze di Sant’Isabella” degli Ultimo Attuale Corpo Sonoro. È bassista dei Plutonians. Ha prodotto il remix “Intermezzo 2” per il disco Tokio Conspiracy (2009), del gruppo omonimo. Ha registrato, mixato e masterizzato l’ep “tre canzoni per la repubblica italiana” di unòrsominòre. È attualmente impegnato nel progetto spaghetti-darkwave in italiano “Fuoco amico”.
Ha autoprodotto i fumetti:
Generation Generator (2012), Subumani (2011), Psiconigli (2006),
Fortenuto (2007), Gli Sfighi (2001) e Gli Sfighi 2 (2012).
www.cabezonrecords.com
info@cabezonrecords.com
http://cabezonrecords.bandcamp.com/album/il-cielo-crollato