www.alessandrovariusrusso.weebly.com

Alessandro "Varius" Russo nasce a Stoccarda nel 1986, intraprendendo in giovanissima età gli studi di pianoforte con il M° Nelly Pomponio. Si laurea al DAMS dell'Università di Bologna con una tesi sul cinema di Franco Battiato dal titolo "Niente è come sembra". Collabora come autore e pianista con la progressive band "Aedos Cluster of the Waterfall", con il cantautore romano Alessandro Orlando Graziano e con Luca Urbani (Soerba, Zerouno).
Alcuni dei suoi brani passano all'interno del catalogo musicale della Zentropa Music, parte della Zentropa Production di Lars von Trier e Peter Aalbeck Jensen. Dal 2011 è membro, in qualità di tastierista e pianista, della band del cantautore Fabio Cinti "Le Nuove Logiche" (con Giovanni Mancini, Gianluca Giannasso e Paolo Sturniolo). Ha curato gli arrangiamenti di pianoforte di alcune arie, lieder e canzoni accomunate da simili intenzioni artistiche (Handel, Purcell, David Gilmour, Sting, Dvorak) dal titolo "Memorabilia", parte del secondo album di Fabio Cinti "Il Minuto Secondo"(Sounday/Venus).
A maggio 2012 si esibisce in apertura della quarta edizione della mostra d'arte contemporanea "LuciSorgenti/SpringLights4"sotto la direzione dello STUDIO A'87 dello scultore spoletino Franco Troiani. Nei primi mesi del 2013 accompagna Fabio Cinti in apertura ad alcuni concerti dell'"Apriti Sesamo Tour" di Franco Battiato nei più bei teatri italiani. Il suo primo album, "Assediati dall'esercito russo e cinti dalle mura, guardavamo il cielo" (Blume). Ha inoltre composto il brano "Qualcosa di cui ho bisogno", scritto a 4 mani con La Tarma, per la fiction di Rai Uno "Tutto può succedere". Attualmente è in lavorazione il secondo album, "Escher on the beach".