Alessio Lega è uno dei cantautori più conosciuti e stimati della sua generazione, ma è anche uno scrittore e militante anarchico.

È nato a Lecce nel 1972 e vive dal 1990 a Milano.

Scrive canzoni, canta, suona la chitarra, ha pubblicato dischi e libri a proprio nome e partecipato a decine di opere collettive.

Ha messo in scena centinaia di spettacoli, di performance, di conferenze e concerti sulla canzone d’autore mondiale e sulla musica popolare e d’impegno. Dopo un’assidua frequentazione col Nuovo Canzoniere Italiano, è considerato oggi il rappresentante più coerente del canto sociale, in bilico fra canzone d’autore e riproposizione dei repertori storici, tanto da essere uno dei protagonisti del Nuovo Bella Ciao riallestito da Riccardo Tesi, spettacolo che, a due anni dal debutto, continua a girare il mondo.

È citato nei dizionari (Garzanti, Giunti, Rizzoli), si è guadagnato i riconoscimenti più ambiti (Targa Tenco, Premio Lunezia, ecc.), è inserito in antologie, libri, su di lui sono stati girati due film documentari.

Eppure Alessio non rinuncia al nobile donchisciottismo di cantare dove gli piace, piuttosto che dove “si deve”, andando in giro a tentare di cambiare se stesso e il mondo con le canzoni di cui fa l’autore, l’interprete e lo storico.


Discografia

2004 – Resistenza e amore
2006 – Sotto il pavé la spiaggia
2007 – Zollette
2008 – E ti chiamaron matta (EP)
2008 – Compagnia cantante
2013 – Mala Testa
2015 – Bella Ciao (con G. Di Marco, L. Galeazzi, E. Ledda, R. Tesi)
2016 – AlbumConcerto
2017 – Mare Nero

Bibliografia

2008 – Canta che non ti passa (Stampa Alternativa)
2012 – Incrocio di sguardi con Ascanio Celestini (Eleuthera)
2015 – Carta canta – Poesie (Sartoria utopia)
2015 – Bakunin il demone della rivolta (Eleuthera)

Video e DVD

2010 – Da una riva a un’altra riva di Danilo Melideo (reperibile su Youtube)
2013 – Più vivi che morti: Mala Testa e le sue canzoni di Pittaluga e Tinto (aParte)