L'armonicista ligure Andrea Giannoni, dopo anni di collaborazioni con i migliori interpreti di blues e soul italiani nel 2015 pubblica il suo primo lavoro discografico da suonatore impastato nel fango.

«Quasi due anni per pensare un disco, perché la Musica che suono non è roba facile, mescola e strappa quello che credevi di saper fare e che invece imitavi semplicemente. Il Blues è una cosa grave, almeno quello che conosco io - racconta il Reverendo Andrea "Harpo" Giannoni - il Blues è un'attitudine ben precisa che molto spesso tradisce le tue aspettative, per poi rifarsi una verginità da specchio con quello che rimane della tua curiosità».