ANGELICA SAUPREL SCUTTI - Songwriter.

Angelica Sauprel Scutti è interprete, musicista e compositrice. Ha all’attivo numerose collaborazioni nell’ambito della musica sperimentale e di ricerca. La sua proposta artistica ha colpito noti compositori, artisti nonché esperti del settore musicale italiano.

“Dalle composizioni di Angelica Sauprel Scutti emerge un autentico talento musicale” dice di lei Franco Battiato, intervistato dal giornalista G. Pollicelli, autore del documentario “Temporary Road – (Una) Vita di Franco Battiato” e curatore del libro di Battiato “Il silenzio e l’ascolto - Conversazioni con Panikkar, Jodorowsky, Mandel e Rocchi”, Castelvecchi, 2014.

La casa dei genitori è frequentata da numerosi artisti e Angelica impara a suonare la chitarra e il flauto dolce all’età di sette anni, grazie al maestro di musica Enzo Esposito, non vedente, e al musicista ed attore peruviano Alejandro “Dakar” Barrera, proprietario del locale “Il Trauco”, a Roma.
Inizia a scrivere le prime canzoni ed il suo esordio in pubblico avviene nello spazio Giovani del Folkstudio di Giancarlo Cesaroni.
Vince il Premio della Critica al Festival della Musica di Civitavecchia ed entra con il suo brano in rotazione in alcune radio di provincia.
Studia privatamente pianoforte con F. Zacchia, chitarra elettrica con G. Palumbo e sassofono con M. De Vito.
Ottiene un’audizione e viene ascoltata da Vincenzo Micocci della IT Dischi Italia, che le propone un contratto discografico, affidandola a Lilli Greco per la registrazione di un brano inedito di A. Venditti.
Italo "Lilli" Greco diviene il suo tutor.
Suona a San Giovanni, assieme a R. Cocciante, E. Bennato, L. Barbarossa, P. Turci e S. Cammariere.
Contemporaneamente al liceo classico, consegue il diploma biennale in giornalismo musicale con G. Susanna, G. Castaldo, F. Guglielmi, A. Castelli e V. Castelnuovo.
Riceve l’apprezzamento del M° E. Pappalardo, che la fa entrare in contatto con la scena musicale contemporanea: P. Pachini, L. Ceccarelli, A. Cipriani, F. Cifariello Ciardi, E. Pradella.
Lo stesso Pappalardo la presenta al soprano giapponese M° M. Hirayama, massimo esponente a livello mondiale di improvvisazione e canto contemporaneo, con la quale Angelica svolge per cinque anni studi sulla vocalità sperimentale.
Si unisce al quartetto vocale dei "Kantores ’99" (L. Butterin, P. Polia, M. Verde - concertatore), diretti dal M° G. Baroffio, assieme ai quali è interprete dell'opera "Audi Filia" (M° E. Pappalardo) nell'ambito del festival "Electroacustic Music in Sweden - Memorie sonore", tenutosi a Stoccolma e Vasteras e trasmesso dalla radio nazionale svedese.
Partecipa assieme alla Hirayama a numerosi seminari, come lo stage con il compositore e pianista Roman Vlad, svoltosi a Napoli presso la Reggia di Capodimonte in occasione del concerto “Settanta haiku per Michiko Hirayama”.
Come songwriter, suona come supporter alle date romane dei Negrita e dei Nomadi, si esibisce al Circolo degli Artisti di Roma e a Il Locale di Vicolo del Fico, dove viene notata e riceve la prima menzione “ufficiale” sulla stampa specializzata (il Mucchio Selvaggio, n. 379 – 2000), unica artista femminile tra gli artisti emergenti della scena romana: Simone Cristicchi, Roberto Angelini, Marco Fabi, Andrea “Ra” e Pino Marino.
Sempre in ambito rock, canta al Tunnel di Roma, dove Massimo Bandiera, momentaneamente in rotta con la cantante ufficiale, le chiede di divenire frontman e chitarrista del trio gothic/dark dei Miriam, formazione che ha appena vinto il contest per band europee e suonerà al raduno musicale di Lipsia davanti ad un pubblico di 30.000 spettatori.
Nel frattempo, Angelica interrompe il proprio rapporto con Vincenzo Micocci per firmare un contratto discografico con la Point of View Records di Paolo Pierelli, maggiormente in linea con i propri orientamenti musicali.
Grazie al proprio diploma, Angelica Sauprel Scutti diviene consulente musicale della Point of View Records e collabora in veste di giurato ai concorsi Enzimi 2001 (Rm), Pagella Rock 2002 (Rm), Premio Fabrizio De Andrè 2004 (Rm) M-arte Live! 2002\2003\2004\2005 (Rm), Giovani Suoni 2004 e 2005 (Na), Spazio Giovani 2004 (Fo), Basilicata Music Net 2005 (PT).
In qualità di consulente musicale, Angelica Sauprel Scutti seleziona e propone alla Point of View Records per la firma di un contratto discografico la band romana Methel & Lord, il duo elettronico milanese Dennyway Project e il sassofonista romano Tony Formichella.
In qualità di produttore associato, co-produce assieme a Paolo Pierelli i due mix in vinile “Enzyme” (2002 - Karma Distribuzioni Napoli ) e “Mark II” ( 2003 - Karma Distribuzioni Napoli ) dei Dennyway Project, i due CD dei Methel & Lord, “Pai Nai” (2004 - C.N.I. \Venus distribuzioni) vincitore del Premio Fuori dal Mucchio per il miglior album d’esordio 2004, e “Steps of a long run” (2008 – Halidon Distribuzioni) e il CD omonimo degli Sweepers (2006 - C.N.I.\Venus distribuzioni), vincitori del contratto discografico nel contest M-arte live! 2005.
Si esibisce il 22 giugno 2002 al Festival dei Due Mondi di Spoleto, nell’ambito del progetto “Giardini segreti & Giardini svelati”, con la performance vocale/gestuale “Bianco” dell’artista Luigi Manciocco.
Luigi Manciocco la mette in contatto con il critico d’arte Prof.ssa Stefania Severi.
Conosce l'artista visuale Raphael Pareja e nel novembre del 2002 viene ritratta dall’artista fotografo Davide Sebastian, iniziatore con Matteo Basilé e Raphael Pareja del movimento italiano di arte digitale CROMOSOMA.
Il 19 Febbraio 2003 è relatrice, accanto a nomi della scena artistica e culturale italiana (Marcello Veneziani, Alda Merini, Ludovico Pratesi, Vettor Pisani, Luigi Ontani, Vittorio Nocenzi, Piero Pelù e molti altri) al Convegno - Seminario di Studi: “Male d’Artista. L’artista in rapporto con sé stesso, l’artista in rapporto con la società: Relazioni, Interventi, Performance, Interviste, Testimonianze.” organizzato dalla Prof.ssa Severi e tenuto al Museo Nazionale delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Il suo intervento “Nesuna voce sana” viene incluso nel libro edito dalla casa editrice Clueb.
Partecipa con Michiko Hirayama alla kermesse d’improvvisazione vocale "Voce come soffio / Voce come gesto" tenutasi al Museo Laboratorio di Arte Contemporanea di Roma in collaborazione con l'Archivio Storico di Musica Contemporanea di Roma ed il patrocinio delle Facoltà di Scienze Umanistiche / Facoltà di Lettere e Filosofia / Studi Orientali.
La performance include 5 artisti, provenienti da Israele, Germania, Stati Uniti, Giappone ed Italia.
Nel gennaio 2004 pubblica con la Point of View Records il CD singolo "In una città", realizzato con la collaborazione strumentale di Raffaello Simeoni e Stefano Saletti dei Novalia e distribuito da CNI. La copertina del singolo è opera dell’artista Raphael Pareja.
Buona l’accoglienza dei media, con articoli sui quotidiani (Il Messaggero, La Repubblica, Il Tempo, Corriere della Sera), sulle testate musicali specializzate (XL, Il Mucchio Selvaggio, Trade Home Entertaintment, Independent Music, Musix, Fare Musica), ed alcune interviste sulle emittenti televisive Roma Uno, T9, Supernova Amici, Tele Ambiente, Tele Donna. Il brano diviene disco novità nelle play-list di molte radio in tutta Italia con numerose interviste ed interventi live in diretta.
Il 27 novembre 2004 vengono presentati in anteprima al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza i brani dell’album “Pomeriggi Similabissali”.
"In una città" viene inserito da Demo Rai (Rai Stereo 1) nella lista delle migliori produzioni discografiche indipendenti italiane e segnalato per il “VI Biella Festival, Etichette Indipendenti, Autori e Cantautori”, dove entra nella rosa dei finalisti e vince il terzo posto. Viene inoltre inserito all’interno della compilation del Biella Festival curata da Demo Rai e TV Radiocorriere. Ospite della serata, la cantante toscana Nada.
Il 10 marzo 2005 è ospite allo Zoobar di Roma nella serata organizzata dall’associazione M-arte Live! in collaborazione con l’Università Roma 3.
Sempre nel 2005, il 23 aprile si esibisce assieme al gruppo strumentale veneto Archedora all’interno della manifestazione “Notti di Frontiera” presso il Teatro di Tor di Nona di Roma, il 19 giugno partecipa alla Festa Internazionale della Musica presso la Cavea del Teatro di Tor di Nona ed il 10 luglio presenta uno show-case sul Palco Frigo in occasione del Fiesta!
Nel giugno del 2006 pubblica con la Point of View Records l’album “Pomeriggi Similabissali”, realizzato con la collaborazione strumentale di Alessandro Canini (A. Venditti, Giorgia, M. Gazzè, ecc.), Mario Rivera (Agricantus), Federico Gullo (Nada) e distribuito da CNI.
“Pomeriggi Similabissali” viene presentato all’interno del TG1 Rai dal giornalista Vincenzo Mollica, che dedica al disco un coinvolgente servizio all’interno della rubrica settimanale DoReCiackGulp.
Angelica Sauprel Scutti è ospite musicale nel talk show di Rosso Alice (350.000 contatti) ed ha dedicato un ampio servizio sul settimanale svizzero Ticino 7 (100.000 copie in distribuzione con i maggiori quotidiani).
Riceve la Nomination come Miglior Disco D’Esordio al Premio Fuori Dal Mucchio curato dai giornalisti della rivista musicale Il Mucchio Selvaggio, attestandosi al terzo posto con 7 preferenze, e quella nella categoria Miglior Disco Italiano ai ProgAwards.
Riceve il Premio Nuova Musica D’Autore P.I.M.I. - Targa Rivelazione Femminile Dell’Anno durante la conferenza sulla nuova musica d’autore, tenuta nella Sala Conferenze del M.E.I. di Faenza. L’incontro è moderato dai giornalisti e storici della cultura rock Aurelio Pasini (Il Mucchio Selvaggio) ed Enrico Deregibus.
Vengono pubblicati i singoli “Alien Taxi” e “A.M.”, estratti dall’album.
Il brano “Alien Taxi” viene inserito nella Compilation Ufficiale del M.E.I. – MEIDUEMILASEI – 10 anni di musica indipendente (Cd Album, Cinico Disincanto/2006), presentata in occasione della kermesse di Faenza. La compilation è presentata anche al MIDEM di Cannes, nell’ambito della pubblicizzazione all’estero della migliore musica nazionale.
“Alien Taxi” viene trasmesso come traccia rappresentativa nella puntata speciale sul decennale del M.E.I. dal programma Demo Rai 1.
Il portale di musica Sensorium elegge "Pomeriggi Similabissali" MIGLIOR DISCO ITALIANO 2006.
Il cd è posizionato al secondo posto nella classifica di Rockit Top.it nelle preferenze del giornalista Alberto Motta e tra i 10 dischi dell’Anno dal portale musicale Gufetto.it.
Il disco riceve anche alcune significative segnalazioni all’interno del concorso nazionale per il Miglior Album Dell’Anno P.I.M.I.
Circa un centinaio le interviste radiofoniche realizzate, tra le quali l’importante vetrina del Notturno Italiano di Rai Stereo Notte.
“Pomeriggi Similabissali” entra in rotazione in oltre 300 radio del circuito nazionale ed è presente nella Top Ten di alcune radio a programmazione rock internazionale, venendo inserito nella programmazione serale di Radio Deejay accanto a nomi quali Norah Jones e Massive Attack: "Musica Densa, che ha personalità. Belle atmosfere notturne alla Blade Runner ” - (Radio Deejay)
Vengono estratti altri due singoli dall’album, “Init” e “Par Avion”.
Angelica Sauprel Scutti si attesta al 3°posto nella classifica nazionale Indie Music Like, dopo la sua presenza per oltre un anno e mezzo nelle prime 20 posizioni della classifica.
Su “Pomeriggi Similabissali” vengono pubblicati settantaquattro articoli e recensioni: Agrituristi, Beat Magazine, Bit It, City Music, Diario della Settimana, DiRadio, Dissenzoo, Extra! Music Magazine, Freak Out (2 articoli), Gufetto, Il Buscadero, iYeZine, Il Manifesto - Alias, Il Mucchio Selvaggio (2 articoli), Il Popolo del Blues, Il Resto del Carlino, Impatto Sonoro, Italianissima, Kataweb, Kathodik, La Cronaca di Cremona, La Repubblica, La Rivista - Acqua&Sapone, La Sicilia, La Stampa Web, Lift, Mescalina, Millionaire, Musical News, Music Boom, Music Biz (2 articoli), Music Club, Music Heart, Music Map, Musica Punto Amici, Muz, Nerds Attack, Noize Italia, Onda Rock, Percussioni, Pig Magazine, ProgHiFi, Radiocoop, Rate your Music, Rock Impression, Rock In Road, Rock Shock, Rockerilla, Rockit, Rocklab (2 articoli), Rockline, Sensorium, Sentire Ascoltare, Silent Scream, Sonicbands, SuccoAcido, SuperEva, T- Musica Revolution (2 articoli), The Holy Hours, Ticino 7, Trax, Tribe Magazine, Ultrasonica, Unprogged, VivaVerdi, Wonderous Stories, Zero6 Roma.

Ma qualcosa sta per cambiare drasticamente.
Poco dopo l’uscita di “Pomeriggi Similabissali”, Angelica Sauprel Scutti avverte un lieve fastidio alla spina dorsale, che trascura, continuando la promozione dell'album.
A meno di sei mesi da questo primo episodio, perde la sensibilità degli arti inferiori ed è costretta sulla sedia a rotelle.
Le viene diagnosticata la sclerosi multipla, per la quale inizia un ciclo di cure.
Inizia la riabilitazione ed il 24 Febbraio 2007 è rappresentante M.E.I. a SANREMO OFF all’interno dello spazio INDIE MUSIC LIKE, dedicato alla musica indipendente italiana (SKY canale 886 - Diretta TV). Dopo l’esibizione, prende parte allo show case presso la location TUTTO SANREMO di Porto Sole, dove, in diretta satellitare su 3 Channel, Sanremo TV e su altre 50 emittenti televisive e 50 emittenti radiofoniche collegate al Festival, presenta uno show-case acustico assieme alla band dei Velvet, andato in onda dallo yacht "El Bravo".
Sarà l’ultima esibizione in pubblico fino al 2011.
Deve infatti interrompere nuovamente ogni attività artistica, per problemi alla vista e alle mani che le impediscono di entrare in studio di registrazione per la realizzazione di un nuovo album.
L’attività compositiva però prosegue senza pause e l'artista entra in corrispondenza epistolare con il poeta Luigi Di Ruscio (Fermo, 1930 – Oslo, 2011), che apprezza i testi composti da Angelica. Lo scambio di considerazioni sull’arte e sull’esistenza prosegue per alcuni anni.
L’artista partecipa alla compilation italiana di tributo a Vasco Rossi “Deviazioni – Un omaggio a Vasco Rossi” con il brano “Jenny è pazza”, interpretato insieme al cantautore Marco Notari. Il brano viene presentato live da Marco e dai Madam al MEI 2007 e pubblicato in 12.500 copie in allegato con Il Mucchio Extra n. 29 – Summer 2008.
Un testo scritto da Angelica, insieme al suo ritratto fotografico mentre suona la chitarra scattato dall’artista Gabriele Morrione, viene inserito all’interno della mostra “Voci. Immagini e parole di donne, 1964-2009” presentata alla Galleria Spazioottagoni di Roma ed inserito nel libro pubblicato dalle Edizioni Kappa.
Nel novembre del 2009 Angelica Sauprel Scutti diviene autore e compositore per la sezione teatro D.O.R. della Società Italiana Autori ed Editori e compone un’opera poetica e teatrale divisa in XXIII scene, a partitura continua, della durata di due ore e dieci, dal titolo “Niagara Rendez-Vous”.
Il testo teatrale di “Niagara Rendez-Vous” viene molto apprezzato dallo scrittore Pier Francesco Paolini (Senigallia, 1928 – Roma, 2015), traduttore italiano di C. Bukowski, P.Roth, W. Faulkner, V. Nabokov e moltissimi altri classici, che inizia a tradurlo in inglese, riuscendovi quasi integralmente.
Angelica approfondisce la propria preparazione musicale: frequenta il corso IITM di “Sistemi di musica computazionale” tenuto dal M° Maurizio Gabrielli, docente di composizione al conservatorio di Santa Cecilia e studia pianoforte jazz con il pianista Stefano Sabatini.
In occasione della registrazione del concerto della Blue Funk Orchestra con Tony Formichella tenuto allo Spazio Collatino di Roma, conosce il pianista jazz Paolo Tombolesi, docente di tecniche d'improvvisazione musicale presso il conservatorio Licino Refice di Frosinone.
Paolo Tombolesi la accompagna al piano nel concerto tenuto il 30 novembre 2011 presso l’Auditorium Seraphicum di Roma, dove l’artista propone in anteprima alcuni brani tratti dalla sua nuova opera.
Il sodalizio continua per le sessioni di piano ufficiali dell'album in studio.
Per registrare “Niagara Rendez-Vous” viene contattato anche Sandro Oliva, musicista completo e chitarrista straordinario, a lungo collaboratore con The Grandmothers, band formata dagli ex-membri del gruppo The Mothers of Invention di Frank Zappa.
Gli altri musicisti che partecipano alle registrazioni sono Stefano Vicarelli ad Hammond, Moog e Mellotron, Giovanni Di Cosimo alla tromba e al flicorno, Simone Massimi al basso e contrabbasso, Roberto Pirami alla batteria, Feliciano Zacchia alla fisarmonica ed Enrico Cosimi ai synth. Contributi di Tony Formichella, Andrea Biondi e Matthias Olsson vengono campionati dal produttore ed inseriti in SMPTE.
Il disco viene interamente realizzato in analogico dal produttore Paolo Pierelli negli studi della Point of View Records, dalle registrazioni su macchine a nastro a 16 e 24 piste, fino ai missaggi, approntati con mixer e outboards analogici, senza alcun utilizzo del computer.
Nel 2013 Angelica Sauprel Scutti è special guest nel disco “In Hoc Signo”della prog band Ingranaggi della Valle, pubblicato dall’etichetta Black Widow Record di Genova assieme, tra gli altri a David Jackson dei Van Der Graaf Generator e Matthias Olsson degli Anglagard.
Dall’amicizia con gli Ingranaggi della Valle nasce la collaborazione per il brano “Noir Comme Le Ciel” (A. S. Scutti, F. Gonnellini, M. Liberati), registrato su nastro durante le sessioni di registrazione di “Niagara Rendez-Vous” e di “In Hoc Signo”.
Sempre nel 2013, ha occasione di incontrare il pontefice Papa Francesco, con il quale discute del ruolo dell’artista nella società, concordando sull’irragionevole attribuzione del termine "maudit" agli artefici di opere di profonda bellezza, vero patrimonio della civiltà. E' attraverso di loro che si esprimono gli ideali e le contraddizioni proprie di ogni epoca. Il pontefice l'esorta a proseguire la propria ricerca artistica, dedicando alle considerazioni nate durante il colloquio alcuni passaggi dell’Angelus domenicale.
Il 30 novembre 2013 è supporter con i Johnny Freak alla data italiana della band britannica The Deets, presso il Contestaccio di Roma.
A registrazioni ormai concluse, Angelica scrive un nuovo brano, che viene suonato dal pianista Luca Bernardini, registrato su 8 piste a nastro portatile da Paolo Pierelli ed inserito nell’album con il titolo “Five Seconds Glance".
Nasce lo scambio artistico con la ceramista d’arte e restauratrice Annalia Amedeo, per la quale realizza un ciclo di composizioni strumentali d'interazione con le opere.
Collabora inoltre con la regista Ilaria Testoni come interprete e compositrice delle musiche per lo spettacolo teatrale “ Molto rumore per nulla” di W. Shakespeare. A causa dei tempi stringenti, il progetto musicale non viene terminato.
Nel dicembre 2015 suona al TRAFFIC LIVE di Roma.
Conosce il pittore e scenografo Lorenzo Monaca, che ha lavorato per artisti quali Spike Lee e Tornatore ed ha appena collaborato all’allestimento delle sfilate romane di Chanel. Da qui nasce l’idea di far realizzare alcuni dipinti per il booklet dell’album, ispirati agli archetipi tragici della mitologia greca.
"Niagara Rendez-Vous" inizia a circolare, in pochissime copie "beta", contenenti anche skit non pubblicati. Il giornalista G. Pollicelli, autore del documentario “Temporary Road – (Una) Vita di Franco Battiato” e curatore del libro di Battiato “Il silenzio e l’ascolto - Conversazioni con Panikkar, Jodorowsky, Mandel e Rocchi” per Castelvecchi, da tempo estimatore della Scutti, chiede alla musicista una copia del nuovo lavoro discografico e la lascia, con il precedente album, in ascolto al M° Franco Battiato.
Al successivo incontro con il giornalista, il Maestro esprime un apprezzamento straordinario per la musica composta dalla songwriter, riconoscendole il nobile attributo di «Arte» e dichiarandosene «entusiasta» in un periodo - afferma - nel quale «è raro trovare chi sappia scrivere musica davvero ispirata».
Franco Battiato autorizza l’utilizzo di una propria frase che venga inserita in copertina come presentazione dell’album.

Il 3 Marzo 2017 l’album “Niagara Rendez-Vous” è distribuito sulle piattaforme digitali di I-Tunes, Microsoft e Amazon, in streaming su Spotify, Deezer e molti altri. Il supporto è in vendita in anteprima presso il bookshop dell’Auditorium di Via della Conciliazione a Roma.
Il 17 Marzo 2017 “Niagara Rendez-Vous” esce negli stores, prodotto dalla Point of View Records con distribuzione CNI.
Si occupano dell’album e dell’artista riviste specializzate italiane ed estere, testate musicali web, di arte e cultura, nonché portali istituzionali: Jazz ‘n More (Febbraio 18), Sette - Il Corriere della Sera (Gennaio 18), Blow Up (Settembre 17), Vinile (Giugno 17), Rockit (Gennaio 17), OndaRock (Giugno 17), Mescalina (Settembre 17), MZK News (Settembre 17), Golconda Arte (Dicembre 17), Trovaroma (Dicembre 17), MusicLetter (Ottobre 17) Il Popolo del Blues (Febbraio 18), Rock Impressions (Luglio 17), Nerds Attack – Il Giudice Talebano (Maggio 17), MusicalNews (Settembre 17), Ultrasonica (Maggio 17), RadioCoop (Giugno 17) Music Map (Maggio 17) Segni e Parole (Maggio 17), Rai Play (Febbraio 18) Rai Radio Live (Ottobre 17), TuneIn (Novembre 17), A.Gi.Mus (Dicembre 17), Zètema (Dicembre 17), GeosNews (Dicembre 17), Chartes in France (Febbraio 18), Bibliotèque Municipale de Lille (Gennaio 18), EC.Europa (Novembre 17), Euro – Net (Novembre 17) Europe-Direct (Novembre 17), Rappresentanza in Italia della Commissione Europea (Ottobre 17), Studio Europa (Ottobre 17), Roma Capitale (Dicembre 17), MuseiVillaTorlonia (Novembre 17), MuseiinComune (Dicembre 17).
Angelica Sauprel Scutti è ospite della trasmissione radiofonica Avanti Tutta!, curata da Roberto Sciarrone, Raffaele Palumbo e Camillo Milli sulle frequenze di Radio Kaos Italy, dove presenta in anteprima l’album, più un set-acustico di brani inediti.
Nonostante la diffusione stampa di “Niagara Rendez-Vous” avvenga a ridosso delle operazioni di voto, viene presentata la candidatura per la sezione Migliore Album in assoluto e Migliore Canzone alla Targa Tenco 2017, dove l’album riceve preferenze significative.
Le difficoltà proprie del testo e dell’impianto musicale vengono puntualmente messe in luce dalla critica specializzata: “Questo musical difficile e monologico contrasta e quasi supera Orfeo 9 di Tito Schipa Jr, ma volendo anche Jesus Christ Superstar ” (M. Saran – OndaRock), “Niagara Rendez-Vous non è un disco facile, sotto nessun punto di vista.” (M. Neri – Vinile), ma non mettono in secondo piano l’intensità dell’opera, che viene analizzata con interesse e passione: “Un nuovo album che è furore e poesia. Come dire: quando l’arte ti si conficca nelle carni ”, “Valanghe di personalità e capacità compositive. Ottimo”, “Una personalità decisa, quella di un’ottima artista”, “Angelica è un’artista che lascia il segno, lo ha fatto in passato e continua a farlo”, “Un manifesto di un possibile nuovo modo di esprimersi”, “Un linguaggio asciutto e potente”, “Spiazzante”, “Elegante”, che “Evita accuratamente la rima e si prende il giusto tempo per le figure retoriche, enjambement, analessi, rime interne, allitterazioni”, che “parla del presente attraverso il passato e lo fa in modo freddo, profondo”, mostrando “la duplicità dell’umana essenza”, “Testi pungenti ed elaborati trasudano una prosa capace di travalicare il cantato e il parlato”, da “ascoltare e riascoltare, per scoprire ogni dettaglio musicale ed emotivo”, " Un disco che DEVE assolutamente far parte di ogni collezione musicale che si rispetti; un vero gioiello per una grande artista." (dall’estratto stampa)
“Niagara Rendez-Vous” viene recensito ottimamente nel primo numero del 2018 del settimanale d’informazione “Sette” de “Il Corriere della Sera”, che commenta come l’album si spinga per profondità e bellezza anche oltre l’autentico talento musicale valorizzato dal Maestro Battiato, venendo presentato accanto agli eventi novità culturali riguardanti Kerouac, Miles Davis e Chagall: “Niagara Rendez-Vous potrebbe essere un libro, un film o un’opera teatrale tante sono (e profonde) le suggestioni che regala. Un disco senza confini, che richiede molta attenzione a chi ascolta, ma restituisce emozioni con gli interessi.” (M. Parilli)
Anche Blow Up attribuisce a “Niagara Rendez-Vous” il massimo rilievo: otto (8) - “Un viaggio intenso e prodigo di suggestioni fra testi di rimarchevole spessore autorale e strutture sonore acustiche, elettriche ed elettroniche, dove jazz, rock, echi classici e pulsioni avantgarde si intrecciano senza soluzione di continuità” (F. Guglielmi)
Nei giorni 21 e 22 Ottobre, la Rai dedica due speciali serali ad Angelica Sauprel Scutti nel palinsesto di Rai Radio Live, all’interno della trasmissione “Ticket To Ride”, curata da Ugo Coccia e Fabrizio Stramacci, in onda sulle frequenze digitali DAB+, sul satellite, sul digitale terrestre, sul portale web Rai, sui dispositivi mobili e in podcast sul portale Rai Play.
Per l’occasione, “Niagara Rendez- Vous” viene presentato attraverso due differenti set acustici di quaranta minuti: piano e voce con il pianista Paolo Tombolesi e voce e chitarra, nell’opening-act alla band inglese dei The Deet al Contestaccio Live di Roma.
La Rappresentanza in Italia della Commissione Europea sceglie l’album come “Disco per l’Europa”, trasmettendolo all’interno delle proprie rubriche d’approfondimento politico.
“Niagara Rendez-Vous” viene inoltre trasmesso da circa trecento emittenti in Italia ed altre all’estero: Spagna, Francia, Germania, Svezia, Gran Bretagna, Olanda, Russia, Stati Uniti, Australia e Canada.
Nel Febbraio 2018, si occupa dell’album la rivista specializzata “Jazz ‘n More”, pubblicata in Germania, Svizzera ed Austria: “Un album originale, in cui sia i testi che la rappresentazione musicale sono altrettanto emozionanti. Creazioni artistiche, come quelle di Conte”.
Ricevono inoltre con piacere il disco Peppe Servillo degli Avion Travel, Sabina Guzzanti, Serena Dandini, Gegè Telesforo, Marco Presta e Alessandro Haber.
L’autunno 2017 vede la collaborazione di Angelica Sauprel Scutti al progetto “SINESTESIE | Natura – Storia – Arte”, mostra d’arte contemporanea con le opere della scultrice Annalia Amedeo, curata dalla giornalista e critico d’arte Elena Paloscia.
La Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali commissiona infatti alla musicista la realizzazione di una partitura originale di 45 minuti, sul tema della sinestesia in ambito artistico, dal titolo “FARFALLE - Pagine di un diario sonoro”, performance scenica in quattro movimenti per canto, suoni naturali, nastri magnetici e radiofrequenze, che coinvolge l’ascoltatore in una spirale percettiva che attiva più sensi contemporaneamente.
Il concerto e la mostra sono promossi da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale, Musei in Comune e Zètema Progetto Cultura.
“FARFALLE - Pagine di un diario sonoro” è inserito all’interno del cartellone di musica classica dell’ A.Gi.Mus. nell’ambito de “I Concerti del Portico. Percorsi per la Musica 2017” ed è presentato dal Segretario Generale Maestro Roberto Cilona e dal Funzionario Direttivo dei Beni Culturali Maria Grazia Massafra.
L’evento musicale viene eseguito in concerto il 17 Dicembre 2017 nel suggestivo scenario naturale dei Musei di Villa Torlonia e del museo-scrigno della Casina delle Civette, che raccoglie alcune delle più alte espressioni di arti applicate del Novecento.
“FARFALLE - Pagine di un diario sonoro” è Opera Drammatica Musicale - Atto unico per la sez. teatrale D.O.R.
Il 24 Aprile 2018 Angelica Sauprel Scutti diviene autore e compositore per la sezione Lirica e Balletto della Società Italiana Autori ed Editori.
Attualmente, è impegnata nella realizzazione del terzo album in studio, al quale sta lavorando con Paolo Pierelli - Point of View Records.

CD SINGOLI:
2004: In una città (A. Scutti) - Etichetta: Point of View Records (P.O.V.003/CDA). Editore: Look Studio s.r.l. Distribuzione: CNI. Durata: 00:05:27.
2006: Alien Taxi (A. Scutti) | A.M. (A. Scutti) – Etichetta: Point of View Records (P.O.V.007/CDA). Editore: P.O.V. Point of View Music Publishing / Look Studio s.r.l. Distribuzione: CNI. Durata: 00:03:15 - 00:03:31.
2006: Init (A. Scutti) | Par Avion (A. Scutti) – Etichetta: Point of View Records (P.O.V.008/CDA). Editore: P.O.V. Point of View Music Publishing / Look Studio s.r.l. Distribuzione: CD promozionale fuori commercio. Durata: 00:03:31 - 00:03:41.

CD ALBUM:
2006: Pomeriggi Similabissali - Etichetta: Point of View Records (PVDLI9439). Editore: P.O.V. Point of View Music Publishing / Look Studio s.r.l. Distribuzione: CNI. Durata: 00:48:48. ISBN 8026467439117
2017: Niagara Rendez-Vous - Etichetta: Point of View Records (P.O.V.016/CDA). Editore: Look Studio s.r.l. Distribuzione: CNI. Durata: 01:09:58 – ISBN 8026467967115

COMPILATIONS - COLLABORAZIONI:
2003: Pai Nai - Methel & Lord - Track 11 - Angelica Sauprel Scutti: author, violin. Etichetta: Point of View Records (POV004/CD - PVDL15271). Editore: Look Studio s.r.l. Distribuzione: CNI – ISBN 8026467271113
2004: VI Biella Festival, Etichette Indipendenti, Autori e Cantautori - Various Artists: Track 05, “In Una Città” (A. Scutti). Etichetta: Anni Verdi / Studio Alfa / Eventi e Progetti Editore. Partners: TV Radio Corriere, Demo RAI Radio1. Distribuzione: CD promozionale fuori commercio.
2006: MEIDUEMILASEI, 10 anni di musica indipendente - Various Artists: Track 07, “Alien Taxi” (A. Scutti). Etichetta: Cinico Disincanto (CD2006 02). Distribuzione: CD promozionale fuori commercio.
2008: Deviazioni (Un omaggio a Vasco Rossi) - Various Artists: Track 12, “Jenny è pazza” (V. Rossi). Interpreti Marco Notari e Angelica Sauprel Scutti – Etichetta: Mucchio Extra (ME 023). Editore: Stemax Coop. Distribuzione: In abbinamento editoriale alla testata Il Mucchio Selvaggio Extra n. 29 – Summer 2008.
2012: Canzoni Segrete – Marco Notari. Contiene “Jenny è pazza” (V. Rossi) interpretata da Marco Notari e Angelica Sauprel Scutti. Etichetta: Libellula. Distribuzione: Audioglobe – In abbinamento a "Io? - deluxe version" (cd1 - Io? / cd2 - Canzoni Segrete / cd3 - Marco Notari & Madam live @ Ratatoj).
2013: In Hoc Signo - Ingranaggi della valle - Track 11 - Angelica Sauprel Scutti: backing vocal. Etichetta: Black Widow Records (BWR 155 e BWR 155 -2). ISBN 8 034077 051551.

OPERE PER IL TEATRO:
2009: NIAGARA RENDEZ-VOUS - DOPO L'ULTIMO SPETTACOLO | Genere: Musical; Durata: 02:20:00; III Atti - XXIII Scene.
2017: FARFALLE. Genere: Opera Drammatica Musicale; Durata: 00:45:00; Atto Unico - IV Scene. Editore: Look Studio s.r.l.

PREMI e NOMINATION:
2004: VI Biella Festival, Etichette Indipendenti, Autori e Cantautori – Finalista e Terzo posto Sez. etichette con “In Una Città”.
2006: Premio Fuori dal Mucchio (Il Mucchio Selvaggio) – Finalista e Terzo posto (7 preferenze) con “Pomeriggi Similabissali”.
2006: Prog Awards (Jury of Progressive Sites and Magazines) – Nomination per The Best Italian Record con “Pomeriggi Similabissali”.
2006: Disco Italiano dell’Anno (Sensorium Poll) – Finalista e Vincitore con “Pomeriggi Similabissali”.
2006: Premio speciale per la Nuova Musica D'Autore - M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti Italiane) – Targa Rivelazione Femminile dell’Anno: Angelica Sauprel Scutti.

CONTRIBUTI e PUBBLICAZIONI SULL’ARTISTA:
1999: Memorie Sonore - ett sekel av italiensk musik. Editore Italienska kulturinstitutet, Stockholm, 162 p. illustrate. Progetto “Canto gregoriano e musica elettroacustica” di Giacomo Baroffio e Emanuele Pappalardo. “Audi Filia” per 5 cantori con nastro registrato – soprano Angelica Sauprel Scutti, Kantores ’99.
2003: Viaggiatori sulla Flaminia, 4^ edizione 2002: “Giardini segreti & Giardini svelati” – Giuliano Macchia e Franco Troiani (curatori). Editore Nuova Eliografica, Spoleto, 168 p. ill. Performance vocale/gestuale di Angelica Sauprel Scutti in Bianco di Luigi Manciocco.
2007: Un dono misterioso. Male d'artista – Prof.ssa Stefania Severi (curatore) – Editore CLUEB, Collana Lexis Biblioteca delle arti, 280 p. – ISBN: 9788849128185 / 8849128185. Contributo “Nessuna voce sana” di Angelica Sauprel Scutti, in Atti del convegno.
2008: Voce come soffio, voce come gesto: omaggio a Michiko Hirayama – Prof.ssa Daniela Tortora (curatore) - Editore Aracne, Collana Luxflux, 275 p. ill. ISBN 9788854821033. Performance di Angelica Sauprel Scutti, in Atti delle due giornate internazionali di studi.
2009: Voci. Immagini e parole di donne, 1964-2009 – Gabriele Morrione (fotografo e curatore). Contributi di Maria Luisa Algini, Antonella Anedda, Mario Colafranceschi, Francesco Scotti. Edizioni Kappa, 131 p. ill. , CD in allegato. ISBN 9788878909991. Ritratto e contributo di Angelica Sauprel Scutti.
2013: I cantautori cantano i cantautori – Adriano Tarullo (curatore). Formato Ebook, 112 p. - ISBN 9788868851736. Menzione su “Jenny è pazza” (V. Rossi) interpretata da Angelica Sauprel Scutti e Marco Notari.
2013: L'amorale della favola. Le canzoni che hanno fatto la storia di Vasco Rossi – Salvatore Martorana (curatore). Editore: Arcana, 192 p. ill. Formato cartaceo e Ebook - ISBN 9788862312943. Capitolo “Jenny è pazza” (V. Rossi), nella cover di Angelica Sauprel Scutti e Marco Notari.

Note: In parte per naturale riservatezza, in parte per scetticismo riguardo l’etica delle corporation del web, Angelica Sauprel Scutti non ha un sito web, non utilizza i social network né possiede un cellulare. Inserisce con il computer ciò che la riguarda su un semplice profilo MySpace o su YouTube.