"There is always something to sing".

Dopo due dischi di stampo folk in italiano con i Nebel, e anni passati a suonare in Italia e all’estero da piazza Duomo a Milano al Jazz Cafè di Londra (aprendo il live di Daniele Silvestri) ho iniziato a camminare con le mie gambe e ho intrapreso il percorso solista. Mi sono avvicinato al pop-folk di stampo anglosassone (Bon Iver, Iron & Wine) con atmosfere rarefatte, chitarre acustiche all’ennesima potenza, testi intimisti e melodie forti, con la voce a farla da padrona. Con le mie performance dal vivo cerco di essere essenziale e semplice, per creare un’atmosfera intima ma potente. È appena uscito ALTAGUARDIA, il mio primo ep da solista.