Appino - Testo Lyrics 1983

Testo della canzone

in questa fotografia sembri ancora un uomo / le mani in tasca e la faccia di chi andrà lontano / si vede bene dagli occhi, anche senza il colore / ci si vede il mare e non c’é dolore /ma i figli arrivano sempre quando non te l’aspetti / ed hanno bocche grandi e mangiano i difetti / che pensavi pregi poco tempo prima / e la barca rema con la testa china / ed i palazzi intorno crescon come funghi / il lavoro impazza, i giorni son più lunghi / crescono i canali alla televisione / e pensi sempre meno alla rivoluzione / non ti sei accorto infatti, ti è passata accanto / senza neanche un morto, nemmeno un pianto / il mare guarda te, non sei più tu a guardarlo / il tempo passa su di te, non sei più tu a passarlo / e senza primavere da guardarci dentro / col potere nuovo del divertimento / lasci che quest’onda ti travolga ancora / e la barca affonda senza un’ avventura / i figli ora sazi di ogni tua paura / ti ringrazieranno per la tua statura / lasciano la mano che tendevi loro / e se ne vanno incerti nel paese nuovo / nelle luci accese del paese nuovo / nei rumori bianchi del paese nuovo / nel silenzio assurdo del paese nuovo / negli schermi neri del paese nuovo / nelle facce stanche del paese nuovo / nell’indifferenza del paese nuovo / nelle case vuote del paese nuovo / nella festa triste del paese nuovo

Album che contiene 1983

album Il testamento - AppinoIl testamento
2013 - Cantautore, Rock La Tempesta Dischi, Universal, Tannen Records
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati