Appino - Testo Lyrics Questione d'orario

Testo della canzone

il treno giusto è partito, preciso, puntuale / proprio sotto al loro naso / lui vestito da bambina lei pelliccia scadente / una mamma per caso / la sanità mentale, quanti di- scorsi / è una questione d’orario / un pensiero di troppo, anche banale / e le cambiano binario / il po divide un po’ tutti nel bene e nel male / sopratutto nel mare / da Belluno a Potenza giù li aspetta il maestrale / un ritorno trionfale / e l’uomo nero che dorme sul davanzale / grande risparmio, vantaggi esclusivi / per chi è stato puntuale / lei si rassetta i capelli, borsa stretta sulle gambe / prega dio, legge il giornale / lui ne capisce ancora poco, crede in tutto quel che vede / per un bambino è anche normale / e l’uomo nero intanto s’è svegliato / stringe l’altro figlio e va a lavorare / il Po divide un po’ tutti dal mare di fango / in cui ci piace nuotare / da Salerno a Potenza tre ore di regionale / un gran bel finale / e l’uomo nero ha due numeri da giocare / e anche se il cuore le esplode in petto / e la rabbia la fa vomitare / anche se lui non è più nel suo grembo / sente ancora il cordone ombelicale / è normale, anormale, è normale / il treno sbagliato è arrivato in ritardo / ad accoglierlo il maestrale / e l’uomo nero sputa un pezzo di dente / il caffè ancora da finire

Album che contiene Questione d'orario

album Il testamento - AppinoIl testamento
2013 - Cantautore, Rock La Tempesta Dischi, Universal, Tannen Records
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati