Cristina Donà - Acusticamente @ Calamita - Cavriago (RE) Live report, 03/11/2000

21/11/2000 di



Il Calamita, per la quarta serata della rassegna "Acusticamente", é strapieno: impossibile muoversi in una qualsiasi direzione, impossibile fare qualsiasi cosa diversa dall'attendere che inizi lo spettacolo per il quale così tanta gente ha raggiunto questo circolo ARCI a pochi chilometri da Reggio.

Finalmente, dopo una lunga serie di supporter in tema, Cristina Donà sale sul palco, accompagnata dai fidati Cristian Calcagnile (batteria e percussioni) e Marco Ferrara (basso e contrabbasso elettrico), per infilare novanta minuti di live acustico retti splendidamente, senza cedimenti. Cristina é in forma smagliante: abbigliamento (al solito) vistoso, monologhi introduttivi (al solito) non sempre lucidi, voce (al solito) incantevole, che valorizza la (solita) preziosa scrittura non convenzionale dei pezzi autografi, pescati con buon equilibrio dai due album, e fa splendere le cover (passati questa volta Jeff Buckley e "She's the one" di Springsteen). Intorno ci sono il drumming variegato, caldo e tecnicamente impressionante di Calcagnile e il basso di Ferrara, prezioso legante per la miscela di suoni che i due pazzi davanti a lui continuano a produrre; poco più in là una massa informe di spettatori accaldati, ammassati ed entusiasti, che seppelliscono i tre di applausi ogni volta che é possibile farlo, facendo di un ottimo concerto una trionfale cavalcata.

Tra i pezzi proposti, senza dimenticare che "Goccia" é sempre un capolavoro, in questa occasione é "Risalendo" a guadagnarsi il gradino più alto del podio; tanti altri sgomitano, a ragione, per una segnalazione specifica, mentre l'invocata (e inarrivabile, nella geniale esecuzione in "solo a due voci" ) "Volevo essere altrove" resta una speranza irrealizzata, a causa dell'impossibilità assoluta di recuperare il registratore rimasto nel camerino, collocato dall'altra parte del locale, in tempi non impresentabili: la lacuna non si avverte, tutto va davvero perfettamente, e l'intesa tra i tre musicisti é magica sia quando salgono i ritmi sia quando pathos, atmosfera e silenzi vibrati prendono il sopravvento. Avanti benissimo, e inevitabilmente, dopo bis reiterati, si finisce con un applauso infinito, a cui i tre si uniscono grati, seguito dall'imbarazzata ricerca di una via di fuga tra la marea umana che circonda il palco: nonostante la ovvia collaborazione di tutti, la traversata in mezzo al caloroso pubblico del Calamita richiede tempo ed impegno.

Bravi, davvero bravi.

Poi, una riflessione inevitabile. In tempi di tour patinati (magari di personaggi celebri, con grosse vendite alle spalle) in cui le date sembrano fotocopie della "prima", con esibizioni nella parte iniziale progressivamente affinate poi, dopo un climax alla quarta/quinta serata, inevitabilmente sbiadite, non può che far piacere trovarsi davanti non solo a scalette variabili, diversificate nella scelta dei pezzi e delle cover (comportamento che di recente sembra esclusiva (?) dei Pearl Jam...), ma anche alla capacità di affrontare le varie serate con una formazione dall'organico di volta in volta radicalmente rivoluzionato (le altre due occasioni recenti, successive alla pubblicazione di Nido, in cui ho assistito a concerti della Donà, sono state un live rigorosamente acustico con lei accompagnata dal solo percussionista, e una sera indiscutibilmente elettrica, con Cristina front-woman di una band di cinque elementi - senza dimenticare le esibizioni solitarie, con la chitarra a tracolla).

Indipendentemente dalle opinioni sulle varie serate (le due ad organico limitato mi sono sembrate incantevoli, senza difetti (anzi) anche nei passaggi più energici, dove sarebbe stato logico presupporre pesante la riduzione a pochi strumenti, mentre quella "da vera rock band" é stata a tratti un po’ sconnessa, non sempre ben indirizzata), l'approccio é lodevole ("massimo rispetto", direbbe qualcuno...), e merita di essere sottolineato.

A maggior ragione, ancora complimenti. Al solito.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Anche Manuel Agnelli condurrà un programma su Rai 3