Gastronauti - Arci Tom - Mantova Live report, 12/01/2007

15/02/2007 di

(I Gastronauti - Foto da internet)

Vincenzo Vasi e Vincenzo Vasi e Mirko Sabattini sono due musicisti che da tempo si occupano di musica improvvisata. Molti i gruppi in cui hanno militato, tra i nomi più importanti: Ella Guru, Trio Magneto, Impossibili Trio. In duo si chiamano i Gastronauti. A Mantova le loro musiche sono diventate la colonna sonora di una pittura dal vivo: i due hanno improvvisato facendo da sfondo a due artisti mantovani impegnati a dipingere un quadro. Una serata particolare, il nostro Max Osini racconta.



Dallo scorso autunno il circolo Arci Tom di Mantova ha iniziato una programmazione regolare di concerti che ha visto protagonisti diversi nomi interessanti dell'indie rock italiano (ad esempio Amari, Marco Parente, Cesare Basile...). Si tratta di una sorta di oasi in una città molto attiva culturalmente su diversi fronti, ma che offre pochi luoghi per suonare e/o ascoltare musica al passo coi tempi. Una serata particolarmente felice è stata quella che ha visto protagonisti i Gastronauti, la cui esibizione ha fatto da contraltare a una performance di due artisti mantovani, Carlo Scaini e Marco Galafassi, i quali hanno sincronizzato le loro tecniche pittoriche con il sottofondo musicale.

Il poliedrico duo composto da Vincenzo Vasi (voce, basso, terhemin, live electronics) e Mirko Sabatini (batteria e giocotronica) ha offerto d'altro canto una prova decisamente all'altezza della loro fama di sperimentatori, una fama costruita attraverso infinite collaborazioni con nomi a volte molto importanti (tra gli altri Chris Cutler, Paolo Angeli, Otomo Yoshihide, Vinicio Capossela...) Il concerto ha offerto sostanzialmente un'alternanza di toni: da un lato lunghe improvvisazioni astratte di droni, reperti concreti e tastiere giocattolo; dall'altro jam caotiche di basso voce e batteria inclini al jazz rumorista. Su tutto aleggiava un'aura molto tedesca (nel senso di Faust, Can, Neu...), le cui sonorità, per quanto datate nella lettera, erano estremamente fresche nello spirito di esecuzione.

Se suonano dalle vostre parti state attenti a non perderveli.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Max Casacci ha invitato la RAI a inaugurare un canale dedicato alla musica indipendente