Band in Cantiere, Cantiere Sonoro - Cremona Live report, 08/05/2003

12/05/2003 di



Band in Cantiere è un contest dedicato alle band (appunto) – inserito in Cantiere Sonoro, eclettica manifestazione musicale cremonese - che permette loro di esibirsi live nei locali cremonesi al fine di farsi conoscere ed essere giudicati da una giuria di competenza. Questa sera, la seconda sera, vede esibirsi sul palco della bella Centrale del Latte gli Escape, gli Scanferlato e i Jerrinez.

Davanti ad uno scarso pubblico, attirato forse più dai Folk Implosion che suonano non molto distanti da qui o dal Grande Fratello (yeah), aprono le danze i veneti Escape. Senza discutere il fatto che la band sappia suonare e senza discutere il fatto che il cantante sappia cantare (due requisiti certamente fondamentali), ciò che non convince pienamente sono in un certo senso le canzoni. Gli Escape propongono infatti un pop-rock di chiara derivazione Radiohead con un gusto tutto epico per le conclusioni strumentali in crescendo. È proprio in queste occasioni che la band convince meno, volendo a tutti i costi enfatizzare la raffinatezza degli arrangiamenti fino a risultarne ammiccante. I momenti migliori sono dunque quelli più nervosi, quelli del lento crescendo di “Pochi metri sopra” e quelli delle orchestralità poderosa di “Dormirei”. Che poi, esteticamente, i ragazzi non siano proprio animali da palco, questa è un’altra storia che comunque pesa, soprattutto nell’economia di un’esibizione live.

Tocca quindi agli Scanferlato, band prima esclusa nelle preselezioni chiamata a sostituire per questa serata gli indisponibili Terza Sfera. Prima di scriverne, vado per dovere/curiosità a leggere la rassegna stampa sul loro sito. Abbondano i complimenti, le lodi sperticate e su Rockit c’è persino il primascelta. Sarà, ma, dal vivo, la mia impressione è radicalmente diversa. Il gruppo suona (male) un banalissimo rock- lo fi noiosamente atonale e monocorde, che caratterizza (in negativo) la propria esibizione fino a renderla veramente stancante. Al di là della pessima estetica del concerto, il vero problema degli Scanferlato sta a mio avviso nel pentagramma dello loro canzoni, tutto fuorché interessante, accattivante ed originale. Di loro ricorderò solo il musicista ballerino che si dimenava sul palco al tempo di una ritmica che talvolta risultava un vezzo da veri nababbi. Probabilmente – questa è l’unica conclusione che posso trarre – gli Scanferlato, su disco, rendono meglio.

Ed infine, i Jerrinez, i vincitori della serata. Sono in tre (quattro con il maestro Mazzon alla tromba), e suonano una musica in bilico fra Vinicio Capossela, Calexico, CCCP, Tom Waits e Sonic Youth. Hanno personalità, e lo si vede dagli arrangiamenti che si lanciano a volte in virtuose e passionali cavalcate, o in strafottenti contorsioni di trombe e chitarre, quest’ultime le vere dominatrici delle canzoni. Che poi la voce non sia eccezionale, questo è un aspetto certamente da non sottovalutare ma bensì da migliorare. Rimangono comunque, a mio avviso, i vincitori più legittimi di questa serata, e per le composizioni e per l’esibizione in sè. Leggete questa parole come un invito ad andarli ad ascoltare perché, anche su disco, i Jerrinez non sono per niente male.



Seconda serata per Band in Cantiere - contest musicale con cui Rockit collabora e a cui Rockit partecipa attivamente in giuria - che vede vincitori i milanesi Jerrinez.

Ecco a voi le nostre impressioni riguardo le band in gara.

Pagine: Scanferlato Escape [Veneto] Jerrinez

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati