Be My Reporter - Il report dell'Home Festival

Foto di Azzurra Guerrini - Foto di Azzurra Guerrini -
14/09/2015

E tre. Dopo MI AMI e Vasto Siren Fest, le nostre inviate chiudono la loro estate live con l'Home Festival di Treviso. È questa l'ultima tappa di Be My Reporter, il progetto di Jack Daniel's e Rockit che ha permesso a due giovani reporter di vivere i migliori festival dell'estate italiana. Appuntamento a settimana prossima per il gran finale di questa edizione di Be My Reporter. Come sempre, le parole sono di Teresa Agostini e gli scatti di Azzurra Guerrini.

 

L'Home Festival è stato di certo la degna e magnifica conclusione di questo Jack on Tour e anche di questa estate. Non a caso appena arrivati siamo stati subito sommersi da un clima di festa ed emozione che ha poi caratterizzato tutti i quattro giorni.

Il primo giorno, infatti, è partito istantaneamente in quarta con una dolcissima presentazione di Dente che ha letto le sue favole; a seguire la serata si è accesa sempre di più grazie a una divertentissima chiacchierata con Lo Stato Sociale e gli M+A che ci hanno raggiunto nella press area Jack Daniel's rallegrando la nostra serata. L'anima vera di questo festival, infatti, è stata proprio questa atmosfera di amicizia e familiarità che ha regnato tra tutti i presenti – pubblico, artisti e addetti ai lavori – rendendo tutta la manifestazione un vero e proprio momento di aggregazione familiare, quasi come se fosse stata una gita scolastica delle superiori.



A questo proposito, in realtà quest'ultima sensazione si è maggiormente amplificata e concretizzata potendo cantare di nuovo, come a 16 anni, le canzoni dei Simple Plan durante il loro concerto, ma anche pogando al suono dei Destrage con sconosciuti sotto il palco, ballando con gli Airways o cantando a squarciagola i Subsonica come se fossimo ancora nel 2000.

Va da sé che in un clima del genere non c'è spazio per lo sconforto e quindi anche le poche gocce di pioggia che ci hanno colto venerdì e sabato sono state totalmente ignorate grazie a un k-way e tanta voglia di continuare ad ascoltare musica e giocare. Sì, perché all'Home Festival si è giocato anche moltissimo grazie alle serate holi colors, il mega jenga in legno costruito da Jack Daniel's, un quiz sui libri che ti permetteva di vincere alcuni classici, il body painting e tanti photoboot.



Ma come sempre quando ci si diverte molto il tempo vola, i quattro giorni sono finiti e con loro i concerti rockabilly, gli hot dog&cocktail dello stand Jack e i pianti delle ragazzine quando Fedez ha urlato “ciao Treviso”.

L’Home Festival 2015 lo chiudono i Negrita e quindi è il caso di citarli per raccontare quello che abbiamo provato dopo l’ultima canzone: “il ritorno porta addosso mal di testa e mal d'anima” ma anche “gioia infinita”. Pertanto grazie di cuore Home Festival, speriamo di rivederci presto con tanta altra bella musica e divertimento.

CLICCA QUI O SULLA FOTO PER ANDARE ALLA GALLERY

 

Tag: rubrica festival

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Pannello