Be My Reporter - 10 cose che ho imparato dalla vita da festival

Jack Daniel'sJack Daniel's
22/09/2015 di Teresa Agostini. Foto di Azzurra Guerrini

Una reporter e una fotografa, in giro per i migliori festival estivi italiani. È Be My Reporter, l'iniziativa #jackontour lanciata da Jack Daniel's e Rockit per l'estate 2015. I festival scelti sono il Siren Festival di Vasto, l'Home Festival di Treviso e il MI AMI di Milano. Oggi il lavoro di Teresa Agostini e Azzurra Guerrini, rispettivamente reporter e fotografa, è finito, e ci raccontano cos'hanno imparato quest'estate da tutti i festival a cui hanno assistito.

Come canterebbero i Thegiornalisti è la fine dell'estate ma grazie a #jackontour è stata di certo una delle più emozionati mai trascorse, soprattutto per i vari festival che ci ha permesso di vivere. Proprio questi ultimi sono stati, infatti, delle esperienze emozionanti e indimenticabili ma allo stesso tempo anche molto educative. Ecco quindi le 10 cose che ho imparato dalla vita da festival:

1. Impara a fare a meno del dormire
Lo so, dormire è una delle cose più meravigliose del creato ma non va affatto d'accordo con il clima del festival; ci sono sempre nuove persone da conoscere, concerti da ascoltare, canzoni da ballare, schifezze da mangiare e un milione di attività divertenti da fare. Non c'è, dunque, tempo per riposarsi ma solo per scatenarsi.

(Clicca sulla foto per guardare la gallery completa)

2. Lo street food è il tuo migliore amico
Mettiti l'anima in pace: non saprai più cos'è un pasto sano. Accetta saggiamente che la dieta per quei giorni non esiste e goditi a pieno gli hot-dog con salsa barbecue, i tranci di pizza, gli hamburger e tutto quel grassissimo ma delizioso cibo che ti offrirà il festival.

3. Non essere timido
Sebbene a un primo sguardo le folle di gente presenti ai festival possano spaventare, è bene sempre ricordare che sono composte da persone che sono lì per divertirsi e ascoltare buona musica, esattamente come te. Pertanto, anche se sei rimasto solo perché i tuoi amici sono altrove, girati e parla con il tuo vicino. Si possono fare, in queste occasioni, le conoscenze più divertenti e sorprendenti. E allora, come cantano i Kool & the Gang: “get down on it!”.

4. Non perdere tempo, balla (e canta)!
I festival nascono per far divertire le persone, gli stessi artisti che vi prendono parte e si esibiscono vengono lì con questo scopo. Come anche gli M+A mi hanno consigliato all'Home Festival, è inutile andare in una manifestazione del genere per assistere ai concerti immobili come stoccafissi senza fare una mossa, è demotivante anche per chi si esibisce. Quindi basta austerità, dimentica la pacatezza e dacci dentro.

(Clicca sulla foto per guardare la gallery completa)

5. Impara a dosare le forze
Una cosa a cui spesso non si pensa è che i festival durano per più di un giorno, pertanto se si dà il 100% all'inizio ci si brucia subito tutte le energie e si finisce per arrivare “morti” ai giorni successivi.

6. La musica è una cosa seria
Fondamentalmente i festival musicali nascono per chi ha voglia di vivere la musica e godersi molti concerti live; è pur vero, però, che non tutti coloro che sono presenti ai festival sono interessati alla musica che viene suonata. Non ho mai capito perché se qualcuno non è interessato a un concerto ci vada comunque e disturbi tutto il tempo i presenti, se rientrate in questa categoria siete pregati di smettere, anche perché in certe occasioni la rissa è sempre dietro l'angolo. D'altro canto se andate a sentire un'esibizione per ripetere tutto il tempo ad alta voce che fa schifo non ha senso ugualmente e non è rispettoso nei confronti dei presenti. A tutto questo c'è una semplice soluzione: andate altrove. Ai festival c'è sempre una miriade di attività e di musica diversa. Trovate quello che fa per voi.

(Clicca sulla foto per guardare la gallery completa)

7. Porta sempre un k-way
A livello teorico l'estate dovrebbe sempre aiutare, ma si sa che la legge di Murphy è sempre pronta a coglierci di sorpresa e quindi prevenire è meglio che curare. Anche perché senza il mio K-way Jack a quest'ora forse sarei annegata durante qualche concerto.

8. Lascia i vestiti buoni a casa
Sebbene possa essere un'ottima occasione per fare colpo su qualcuno, non pensate che indossare i vostri vestiti migliori vi aiuterà. Vi siederete per terra, vi lanceranno acqua, colori, pioverà, vi sporcherete, sarete costantemente pieni di polvere. Semplicemente: siate comodi, lasciate stare “il fashion”.

9. Fai tutta la pipì che puoi a casa
I festival sono stupendi. I bagni chimici un po' meno. Perciò prima di arrivare in loco ricordati di dar libero sfogo alla tua vescica a casa, questo ti aiuterà a fare meno fila e meno “soste” nei bagni.

(Clicca sulla foto per guardare la gallery completa)

10. Goditi il tuo drink
Infine, i festival sono uno dei pochi luoghi in cui l'acqua costa più di un drink; in questa occasione, quindi, basta fingersi astemi, concediti un Lynchburg Lemonade e goditelo ascoltando James Blake.

Tag: rubrica concerti mi ami

Pagine: MI AMI Festival Home Festival

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Perché "Brunori a teatro" non è solo un altro concerto di Brunori Sas