Proteus 911 - Beat Music Club - Cosenza Live report, 14/03/2002

19/03/2002 di Eliseno Sposato



Ad un anno di distanza dalla partecipazione al festival “S. Giuseppe Rock” i Proteus 911 sono tornati ad esibirsi a Cosenza. Il Beat Music Club è il luogo prescelto dal trio di Praia a Mare per presentare l’evoluzione sonora sviluppata nell’arco dei dodici mesi, culminati con il contratto di promozione sottoscritto con la Virgin per il territorio britannico, che culminerà in estate con un tour. Al prestigio raggiunto con l’Ep “Sinfonie dal mondo delle cose perse” è seguito un efficace e lungimirante lavoro di affinamento della proposta sonora, cui la definizione di “post-rock” calza oramai strettissima: Non riposano sugli allori i Proteus e lo dimostrano subito dalle prime battute del concerto, aperto da un attacco sonico saturo che ha mostrato in quale precisa direzione il gruppo voglia muoversi. Le distorsioni armoniche della chitarra di Massimiliano vengono sostenute con estrema efficacia dal basso caldo e potente di Victoriano, così come dal “drumming” di Christian che detta i tempi e le variazioni ritmiche. Infatti è proprio la batteria l’elemento centrale di questo trio nel quale ogni singolo musicista sembra operare in maniera autonoma ma non slegata dai compagni. Il tutto si traduce in una compattezza sonora capace di far emergere in maniera preponderante le linee melodiche, anche se all’apparenza vengono sotterrate da un muro di feedback. In un’ora e mezza i brani nuovi, molti dei quali ancora senza titolo, si sono alternati con quelli già pubblicati e che mostrano una duttilità capace di trasformarli e renderli, a volte, quasi irriconoscibili. Prova fornita nella conclusiva “il vaso di Pandora” dilatata oltre ogni limite e conclusa con l’innesto di massicce dosi di noise, attraverso il quale i tre musicisti hanno riversato tutta la loro energia. Un concerto che ha confermato che i Proteus 911 sono senza ombra di dubbio il miglior gruppo calabrese e possono confrontarsi alla pari con tantissimi e più blasonati nomi della scena italiana.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati