Three in one gentleman suit - Bologna - Covo Live report, 08/11/2003

13/11/2003 di Ilaria Rimondi



Durante un live la musica (soprattutto quella precedentemente conosciuta, con la sua scorta di suggestioni, sfocature, aspettative, paesaggi interiori propri dell’ascoltatore) prende Corpo. E’ interessante scoprire chi sia capace di verificare ogni significato di questa affermazione. I Three in One Gentleman Suit durante la presentazione di “Battlefields in an autumn scenario” (rimasterizzato da Massimo Mosca dei Three Second Kiss ), uscito per Fooltribe Records, hanno appagato la mia ansia semantica. Ho potuto associare ai brani un corpo fisico: tre musicisti che riempivano sobriamente il palco, capaci di creare anche con la strumentazione più essenziale ambienti sonori densi, dalla musicalità consistente e aggressiva e una melodia solida e penetrante. La curiosità critica si è soffermata quindi sul corpo anatomico: mani agili e tecnicamente preparate, sfogate ad esempio in una impetuosa prestazione alla batteria, che non si è concessa un attimo di tregua senza risultare mai invasiva e fuori misura. Non è mancato un corpo strettamente legato alla sua parte emozionale: nonostante la confermata abilità i movimenti sul palco lasciavano piacevolmente trasparire l’apprensione di esibirsi, in particolare la performance del chitarrista ha aggiunto calore e sentimento a passaggi che su dischetto potrebbero sembrare semplicemente buoni tecnicismi. Infine la musica del cd di questa band ha acquistato corposità, intensità. A partire dalla vocalità dell’autore e interprete dei testi, più decisa e incisiva e dalle linee di basso più presenti e riconoscibili, penalizzate invece nella registrazione autoprodotta. L’atmosfera, aiutata dagli alti volumi, è risultata meno rarefatta, anche nella rielaborazione della pensosa “Wonca’s experience” davvero ben riuscita. L’esibizione ha reso protagonisti “Reversal engine tank” e la strategica “The storm the quiet the storm”, eseguita in chiusura, brani dalle sonorità più violente ed immediate, lasciando comunque aperta la possibilità di poter tornare a rifugiarsi nella sensibilità dilatata e romantica del cd. I Three in One Gentleman Suit sono reduci da una nutrita serie di date live e, considerandone la feroce volontà, ne affronteranno altrettante. Cercateli. Ne vale la pena.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Porno per sapiosessuali su Rai1: Alberto Angela intervista Paolo Conte nelle Langhe