Bookit #36 Speciale Natale 2017 Rubrica

09/12/2017 di

Senza ombra di dubbio uno dei momenti migliori per fare regali, e anche uno dei più indicati, è quello delle festività natalizie. E anche uno dei periodi dell'anno più congeniali per mettersi a leggere un libro. Perciò, che tu sia un accanito lettore o le uniche cose che consulti sono le notifiche di Tinder, ecco alcuni consigli giusti per un paio di libri che parlano di musica. Perché è di quello che siamo appassionati no?

PAOLA ZUKAR
RAP. Una storia italiana 
2017, Baldini&Castoldi, pp. 279, € 16

Parte fondamentale della scena rap dagli anni '90, Paola Zukar ha collaborato con le più grandi case discografiche e conosciuto rapper internazionali del calibro di Jay-Z. Con la sua agenzia, la Big Picture Management, produce Fabri Fibra, Marracash e Clementino. Sono proprio loro a sottolineare che senza di lei il rap in Italia non sarebbe mai arrivato al punto in cui è ora. Vero.
"RAP - Una storia italiana" è il suo primo libro. Un libro intenso, pieno di amore, rabbia e passione che racconta con grande verità gli ultimi dieci anni di questo genere musicale che finalmente e a ragione, sta travolgendo tutti e tutto. Acquistalo qui. // Carlotta Fiandaca

ELISABETTA BUCCIARELLI
Chi ha bisogno di te 
2017, Skira, pp. 193, € 11,05

Non esattamente un libro musicale ma un libro sulla musica. Già perché la storia messa in piedi da Elisabetta Bucciarelli si nutre, letteralmente, delle canzoni dei Queen per potersi sviluppare visto che Meri, la particolare protagonista del romanzo, è educata dalla madre attraverso le canzoni di Freddie Mercury e soci. Tra un marito che la tradisce senza sosta e numerosi biglietti anonimi ma animati da un sentimento sincero, Meri crescerà molto pagina dopo pagina in questo "Chi ha bisogno di te", creando un personaggio a tutto tondo difficile da dimenticare. Acquistalo qui. // Mattia Nesto

DARIO MOCCIA E TUONO PETTINATO
We are the champions

2017, Rizzoli Lizard, pp. 160, € 13,60

Altro libro sui Queen ma molto diverso dal precente. "We are the champions" è infatti un racconto ironico e scanzonato realizzato a fumetti dal duo formato da Dario Moccia, uno dei più interessanti Youbers italiani animatore e ideatore del format "Nerdcultura", e Tuono Pettinato, disegnatore ormai che conoscono tutti e con un curriculum chilometrico alle spalle. La "strana coppia", animata da una comune passione per la band inglese, ha realizzato una storia appassionato che ama prendersi in giro, raccontando però tutti gli episodi memorabili, gli eccessi e le cadute dei Queen. Consigliatissimo. Acquistalo qui. // Mattia Nesto

GIANLUCA MOROZZI
Onda sonica di tragicomiche disavventure
2017, Skira, pp. 115, € 11,50


Nuova proposta di casa Skira. Questa volta "Onda sonica di tragicomiche disavventure" ha come sottofondo le canzoni degli Who, una delle band più riconosciute e riconoscibili del mondo. Tuttavia altrettanto non si può dire dei Despero, la band protagonista del libro, un anonimo e sfortunato gruppo rock. Sembrerebbe la classica storia di band di paese eppure, Gianluca Morozzi, con un twist degno delle migliori serie televisive odierne, ci inserisce dentro la fantascienza, la realtà distopica e pure qualche passaggio più creepy. Il tutto seguendo, abbastanza fedelmente, le canzoni e le rock-opere degli Who: insomma ce n'è abbastanza per muovere la curiosità verso "Onda sonica di tragicomiche disavventure" no? Acquistalo qui. // Mattia Nesto

MARCO PHILOPAT
I pirati dei navigli
2017, Bompiani, pp. 320, € 14,45



La migliore qualità di Philopat come narratore è quella di riuscire a coniugare il racconto di storie di conquiste con (e nonostante) la sua voce sempre insoddisfatta e scontrosa. "I pirati dei navigli" è il seguito ideale di "Costretti a sanguinare", il romanzo che racconta cosa succede quando i cancelli del Virus si sono chiusi per sempre, e tutto il periodo di mezzo che ha portato all'occupazione del Cox 18 in via Conchetta, nella Milano antagonista a cavallo tra gli '80 e i '90 che si destreggia tra cortei ed esperimenti sociali che coinvolgono alcune delle realtà ancora attive in città (come il Leoncavallo) e non (la libreria Calusca di Primo Moroni, il cui archivio è conservato al Cox 18). Grazie alle continue inquietudini che lo animano, perennemente insicuro, a tratti confuso, Philopat riesce a raccontare una storia ad alto rischio nostalgia con il piglio di chi non si accontenta mai e non ha mai smesso di cercare. Compralo qui. // Chiara Longo

LUCA PAISIELLO
Il rock è morto?
2017, Rockshock Edizioni, ebook, pp. 466, € 4,99



Luca Paisiello è un giornalista di Rockshock che ha speso gli ultimi anni a intervistare incessantemente i protagonisti dei palchi e del dietro le quinte del rock italiano degli ultimi 30 anni, per rispondere al quesito "ma il rock, in Italia, è morto?". Dai Ritmo Tribale agli Albedo, passando per giornalisti, addetti stampa, agenti, manager e tutte le figure più importanti che hanno partecipato a quel grande movimento che, soprattutto dagli anni '90 in poi, ha portato il rock italiano a bruciare velocemente. Ne esce il ritratto di un Italia consapevole della spinosità dell'argomento e della difficoltà che per retaggi culturali e sociali il rock ha sempre trovato nel tentativo di attecchire sul nostro territorio. Compralo qui. // Chiara Longo 

Tra le altre uscite da segnalare anche le interessanti biografie "La cambio io la vita che... Tutta la mia storia" di Patti Pravo, edito da Einaudi e "Sergio Endrigo, mio padre" scritto da Claudia Endrigo, Feltrinelli Editore.

Ma forse il libro più interessante e più utile a capire meglio non solo l'artista ma anche la "persona umana" è uno che di musicale ha molto poco. Si tratta infatti della, va detto magnifica, raccolta di poesie "Il cavo della mano", un canzoniere non di pezzi ma di componenimenti poetici raffinatissimi, scritto da PJ Harvey. Il testo a fronte in inglese nella bella edizione de La Nave di Teseo ne fanno una strenna consigliatissima. 

 

Tag: Bookit

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    "Zeta reticoli" dei Meganoidi compie 15 anni e continueremo ad amarla per sempre