Bq:Ram: 5 consigli per produrre bene spendendo poco

I Bq: RamI Bq: Ram
05/02/2015

Continua la nostra serie di articoli dedicata ai produttori e ai consigli utili per produrre bene una canzone. Dopo i Casa del Mirto, ecco le cinque regole d'oro dei Bq: Ram.

1. I campioni si campionano da vinile
Se la tua produzione è sample-based, i solchi polverosi di un disco ti forniranno l'impatto sonoro giusto per rendere croccanti le tue tracks. E vuoi mettere la soddisfazione di creare una hit con un disco acquistato ad un euro su una bancarella del mercato? A noi è successo.

2. Oh my DAW!
Per produrre un ottimo beat, bisogna sentirsi a proprio agio con la propria DAW. Individua un software di produzione audio sul quale ti trovi bene e fallo diventare un luogo accogliente dove convogliare le tue idee. E poi ricorda... squadra che vince non si cambia! Un campionatore hardware è un ottimo modo per produrre musica, ma un Akai non ti riporterà negli anni '90... a meno che non ci installi sopra un flusso canalizzatore. Inizia con una workstation software per poi orientarti eventualmente verso un sampler, in seguito, quando saprai esattamente di cosa hai bisogno.




2. MP3? No, grazie
Il formato compresso non esiste nella catena produttiva dei professionisti, quindi non cedere alla tentazione di inserirlo nel beatmaking a nessun livello, tranne che nell'encoding della versione finale del disco in vendita su iTunes!

3. Meno e meglio, meno è meglio!
Produci per sottrazione, pochi suoni che riempiano lo spazio e lo spettro acustico. Se sei al dodicesimo arp o synth in layering e al quinto snare in stack, forse hai sbagliato qualcosa (e chi mixa e masterizza il tuo disco te lo farà notare).

4. Il diavolo sta nei dettagli
Molto spesso chi produce si dimentica che la musica è anche fatta di pause. Come dicono i jazzisti, le note che mancano spesso sono più fondamentali di quelle che ci sono. A volte un bridge ben curato, uno stop o un fill-in ritmico possono davvero fare la differenza. Provaci.



5. Devi ascoltare musica per produrre
Così come gli scrittori devono leggere per scrivere, sarebbe il caso che spegnessi un po' la Playstation e ti dedicassi all'ascolto attivo di più generi musicali, soffermandoti sulla forma delle canzoni, i dettagli compositivi, risalendo ad autori ed etichette. Ciò ti permetterà di metterti davanti alla keyboard con maggiore consapevolezza, originalità e, magari, con una libreria di samples che potrà ispirarti ed agevolarti quando si tratta di iniziare un nuovo beat. 

Tag: tutorial produttori

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati