Umberto Maria Giardini (ex Moltheni) - Buddha Cafè - Orzinuovi (BS) Live report, 28/04/2000

02/05/2000 di Paoletta



Entro al Buddha Caffè sulle note della prima canzone: uno sguardo veloce al locale e al pubblico. Un sorriso: Manuel che si beve una birra appoggiato al mixer.

Ma non è per gli Afterhours che sono qui questa sera. Nonostante gli insulti e le perplessità di alcuni amici, finalmente riesco a sentire un intero concerto di Umberto Giardini, alias "Moltheni".

Guadagno la prima fila avvolta dalla melodia di "PREPONDERANTE MA DEL TUTTO INEFFICACE", una delle mie preferite.

...cosa sei dentro questo giorni incandescenti
nel guardarmi ancora riesci bene e mi violenti
ma in fondo è quello che voglio ricevere da te
se ti chiamo non mi senti...

Piacevole. Istintivo.

Mi sento subito in sintonia con l' atmosfera, e mi "accoccolo " silenziosa in un angolo.

Le canzoni scorrono dolcissime. Rimango candidamente incantata dallo spettacolo.

Il pubblico intona insieme a lui "IL CIRCUITO AFFASCINANTE".

Evito evito i tuoi movimenti
immagino nell' amore che da me pretendi
toccami e baciami fino alle viscere
immagino fantastico che immagino....

Moltheni presenta diversi inediti confermando testi crudi ed essenziali, ma anche molto molto sentimentali.

Suggerisce l' intenzione di un nuovo disco. Non a caso, proprio mentre faccio queste riflessioni, Umberto chiama sul palco un amico. L' Agnelli viene accolto da uno scroscio di applausi. Me l' aspettavo: è nota l' amicizia e la reciproca stima tra i due artisti, che lascia intendere una collaborazione per il prossimo album dell' artista marchigiano.

Insieme propongono "DENTRO MARILYN". Manuel all' acustica e Umberto che irrompe con stile ai ritornelli.

Poi Moltheni ci regala un' intensa interpretazione di PELLE, sempre accompagnato dall' effettivo autore della canzone.

L' esecuzione è folgorante.

Manuel saluta e ringrazia. Motheni rimane sul palco con i suoi musicisti, e prosegue deciso, dimostrando davvero di essere un artista completo. Arriva "NUTRIENTE", il pezzo di San Remo, un altro inedito presentato con enfasi,"CURAMI DEUS", e il primo singolo, "IN CENTRO ALL' ORGOGLIO".

...non mi illudo che tu abbia pazienza
e che tu pianga ancora per me
nel bilancio di quello che manca
non voglio escludere certo anche te
non mi parli da giorni e comprendo
quello che provi dentro poichè
TI HO COLPITO IN CENTRO ALL' ORGOGLIO
credevo di vincere che cosa non so...

I presenti iniziano ad esaltarsi, l' atmosfera si fa più intima e l' artista si lascia coccolare dagli applausi.

Moltheni sul palco è spontaneo, sincero e gentile. Fa un uso semplice, ma non scontato delle chitarre (richiama a volte le stilettate dei Sonic Youth, che in Italia hanno decisamente fatto scuola!). Gestisce lo spettacolo a suo piacimento, presenta quella che dichiara la sua canzone preferita: "ARGENTO E PIOMBO".

guardandoti cosa vuoi che ti dica
e mi cresci dentro come voglia infinita
e ti centro mentre ti difendi...

Certo, in questo live manca la presenza esplosiva di Vittoria Burattini ed Egle Sommacal, ospiti nel disco, ma non importa: Umberto dimostra di poter suonare egregiamente anche da solo, tanto che esegue una tenerissima versione di "SIMBIOSI", che agli occhi di un profano sarebbe potuta tranquillamente passare per una canzone sua.

Bravo. Questo ragazzo è proprio bravo, e mi dispiace per chi non se n'è ancora accorto.

Per quanto mi riguarda ha tutta la mia ammirazione.

Altri due pezzi inediti prima di uscire di scena: "COMA" e "ZONA MONUMENTALE", (quest' ultima avevo già avuto il piacere di sentirla a Bologna, in apertura al concerto dei Massimo Volume, al T.p.o.)
"Grazie, mi sono divertito tanto. Ciao!"
Sono curiosa di vedere come si comporterà adesso la platea, e mi sistemo a lato del palco dove posso controllare la situazione. Tutto a posto: senza alcuna esitazione l' uditorio lo reclama a gran voce. Lui ,"dietro le quinte", è felice e emozionato, e si lascia pure pregare un pò, ma alla fine ritorna sorridente, imbraccia la chitarra :"Vi faccio un brano che ho scritto veramente poco tempo fa"... "LA CONDANNA DEL TUO CORPO".

Poi gioca un pò col suo pubblico. Fa scegliere il bis tra i due acclamatissimi singoli, presenta la band e mi delizia ancora una volta:

NEL CIRCUITO AFFASCINANTE MI RALLEGRI L' ANIMA LUCE INTERMITTENTE E NON RIESCO A PERDONARTI VERAMENTE...

Con quel suo timbro vocale un pò sofferto, che è il suo vero punto di forza e che piace tanto alla sottoscritta. Echi di Morrissey, Jeff Buckley, Nick Cave...(sospiro!).

Mi vado a complimentare, si riconferma dolce e gentile (tra l' altro è letteralmente assalito dalle ragazze!), mi regala il singolo con "NUTRIENTE".

Sono serena e soddisfatta.

Alla faccia di chi ha ancora il giudizio in sospeso su di lui, di chi lo ricorda sul palco dell' Ariston e si lascia condizionare dai pregiudizi dovuti alla sua partecipazione a San Remo, di chi critica senza fondamento, di chi lo liquida definendolo un clone al maschile di Carmen Consoli (valutazione un po' frettolosa, forse dovuta al fatto che i due musicisti hanno in comune l' etichetta discografica - la CYCLOPE RECORDS - e il produttore, il catanese Francesco Virlinzi).

Lo spettacolo live ha rafforzato le mie impressioni. A me la musica di Moltheni fa vibrare i sensi.

Insomma...chi non si vuole ricredere , non sa cosa si perde...o non è mai stato profondamente innamorato....

...E ritorna fuori l' empatia che ho dentro
non me ne vergogno affatto, affatto
e ritorna fuori gioia e dolore
cosa mi rimane del tuo amore....



Scaletta:

Marilena
Preponderante...

Flagello e amore
Il circuito affascinante
Magnete
Natura
Il quinto malumore

Dentro Marilyn
Pelle

Nutriente
Curami Deus
In centro all' orgoglio
Un desiderio innocuo
Argento e Piombo
Chiaro e Intenso
Simbiosi
Coma
Zona monumentale

La condanna
Il circuito...

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Un pomeriggio al lavoro con Gel: Angeli e Demoni al centro per le dipendenze patologiche