Calibro 35, il sound dell'Italia a mano armata degli anni '70

I Calibro 35 compongono e ripropongono il sound delle colonne sonore dei film polizieschi  italiani degli anni 70I Calibro 35 compongono e ripropongono il sound delle colonne sonore dei film polizieschi italiani degli anni 70
21/03/2013

I Calibro 35 nascono da un'idea di Enrico Gabrielli (Afterhours), Luca Cavina (Zeus!), Massimo Martellotta e Fabio Rondanini, quando decidono di formare una band strumentale che faccia musica ispirata alle colonne sonore dei polizieschi e action thriller italiani degli anni '60.

[VAI ALLA DISCOGRAFIA DEI CALIBRO 35]

Dopo una stagione di concerti all'estero i Calibro 35 pubblicano nel 2008 il primo album “Calibro 35”, prodotto da Tommaso Colliva, di fatto membro aggiunto della band, e contiene diverse cover di brani tratti da colonne sonore, l'inedito “Notte in Bovisa” e la cover de “L'appuntamento” di Ornella Vanoni, cantata da Roberto Dell'Era. Gli ingredienti suonano vintage: fuzz, organo hammond, funky e fiati.



Sempre nel 2008 accompagnano gli Afterhours in tour, interpretando la loro “I milanesi ammazzano il sabato”, e già nel novembre 2009 ricevono il PIMI per il Miglior tour.
Nel frattempo i Calibro 35 si chiudono in studio a lavorare su due progetti, la colonna sonora di “Eurocrime”, un documentario americano sui polizieschi italiani, e al secondo disco “Ritornano quelli di ...”, pubblicato nei primi mesi del 2010. Questa volta, l'album contiene alcuni brani tratti da pellicole italiane degli anni '70 ma anche otto brani inediti. Durante il tour successivo si esibiscono anche all'estero e aprono le date italiane dei Muse.

I Calibro 35 continuano sulla strada che è loro più congeniale, ovvero quella della musica per film, componendo la colonna sonora del film di produzione italo-spagnola “Said”, e alcuni brani per “Gli Angeli del Male” di Michele Placido, “La banda del Brasiliano” di John Snellinberg, e per la colonna sonora della fortunata serie tv “Romanzo Criminale”. Mentre “Ritornano quelli di ...” viene pubblicato anche negli Stati Uniti, il brano “Convergere in Giambellino” è incluso nella colonna sonora del film “R.E.D.”, interpretato da Bruce Willis, e a fine anno esce “Rare”, raccolta di inediti, b-sides, versioni alternative di vari pezzi, mentre i Calibro 35 intraprendono un tour in America e Europa orientale.
In Italia continuano a lavorare con le sonorizzazioni, proponendo uno spettacolo dal vivo sulla proiezione di “Milano odia la polizia non può sparare” (musiche originali di Ennio Morricone).
Nel 2012 è pubblicato “Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti accaduti è puramente casuale”, registrato interamente a New York, in cd per Venus Dischi e in vinile per Tannen Records. Nel tour seguente i Calibro 35 aprono le date italiane degli Afghan Wighs, sono headliner durante la prima serata del Miami Festival 2012, e intraprendono un tour in Europa, mentre anche “Ogni riferimento ...” è pubblicato negli Stati Uniti con il titolo “Any resemblance to real persons or actual facts is purely coincidental”.

Nel 2013 esce la colonna sonora di "Said", che contiene una cover di "Un ragazzo di strada" dei Corvi, cantata da Manuel Agnelli degli Afterhours.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati