I peggiori consigli che si possano dare ad un musicista

Un musicista di banjoUn musicista di banjo
02/07/2015

La carriera di un musicista è lastricata di molte cose: sudore, birra, furgoni dalla dubbia igiene, sale prove e dozzine di persone che muoiono dalla voglia di dispensare la loro preziosa sapienza in giro. Ebbene, se tra i loro consigli trovate uno di quelli qui sotto, non dategli retta. Mai.

 

Non perdere tempo con il canto
Non sai cantare? Non fa niente, non c'è bisogno che tu perda tempo a studiare, in fondo esistono dozzine di grandi artisti che sono entrati nella storia pur non avendo una bella voce. Poi però se il meglio che sai fare è imitare il risucchio del tizio dei Negramaro sono fatti tuoi.


Non hai bisogno di un ufficio stampa
In effetti, perché spendere soldi per un lavoro che può fare chiunque armato di casella mail e cellulare? Il giornalista che hai chiamato ieri alle 23.30 sul suo numero privato (ottenuto da un amico di un amico), appena entrerà in redazione domani si impegnerà a scrivere della tua band, non c'è dubbio.


Sei troppo vecchio per iniziare a suonare proprio ora
Il rock è per i giovani, giusto? No. La musica (come quasi tutto nella vita) è qualcosa alla quale ci si può avvicinare a qualsiasi età, in qualsiasi momento. Quindi non date retta a quelli che vi dicono che è una perdita di tempo, che non ce la farete mai, che imparerete troppo lentamente, che non è cosa per voi. Forza con quei plettri!


Sul palco lo stile è importante, quindi cura il vestiario
Questo consiglio non è totalmente campato in aria, è vero: il concerto è anche uno spettacolo, ed è giusto che le persone sul palco si vestano in maniera adeguata. Il problema nasce nell'interpretazione di quel "in maniera adeguata", quindi mettiamola così: rispolverare il vestito della cresima non è ok, far indossare a tutti i membri della band una bandana non è ok, presentarsi con la solita camicia nera con cravatta rossa non è ok. Se non ti viene in mente nessun outfit che possa accordarsi con l'immaginario suggerito dalla tua musica (sempre se ce n'è uno), meglio che tu ti vesta con qualcosa che ti faccia sentire a tuo agio invece di pensare al concerto come ad una festa di carnevale.

 


Per saper scrivere belle canzoni non serve conoscere la musica
Se sei un genio, certo, è così. Ma guardati allo specchio e rifletti: quante probabilità ci sono che tu sia un fottuto genio della musica? Se vuoi puoi continuare a rifletterci, ma intanto comincia a prendere in mano un Pozzoli o un Poltronieri.

 

Fidati solo del tuo istinto, non ascoltare gli altri
Giusto, dopotutto quella figura professionale chiamata "produttore" è stata inventata solo per lucrare sulla limpida ispirazione di qualche anima bella no? No. 
I musicisti sono per definizione egocentrici e vanitosi, e hanno assolutamente bisogno di qualcuno che gli dica la verità e li riporti sul pianeta terra, quando è necessario. E anche se non fosse così, anche se il musicista in questione fosse la persona più accomodante in circolazione, il parere di qualcuno che non ha passato gli ultimi tre mesi ad ascoltare le stesse dieci canzoni è più prezioso dell'oro.

Tag: liste

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati