Dalla 40 alla 31

13/12/2010

Le 100 canzoni dell'anno. In ascolto e raccontate da: Alice Salvalai (AS), Carlotta Fiandaca (CF), Enrico Piazza (EP), Ester Apa (EA), Fausto Murizzi (FM), Letizia Bognanni (LB), Oscar Cini (OC), Sandro Giorello (SG).



40. Paolo Benvegnù
"Breve storia di Francesco C, classe 1929"
Che poi ce la dimentichiamo perché siamo presi dal neosensibilismo e le menate romantiche, ma la qualità migliore di Paolo Benvegnù è saper descrivere la vita delle persone. Partire con Carlo Conti e arrivare a spiegare come un partigiano si senta vecchio e triste. Se non vi viene la pelle d'oca avete il cuore da buttare. // SG


39. Numero6
"Maledetta"
Nel mondo che vorrei, "Maledetta" sarebbe in heavy rotation, e "mondo che vorrei" non significa che in radio ci devono andare le cose difficili e intellettuali. Vanno bene quelle orecchiabili, con il ritmo ruffiano e il ritornello ritornelloso. Io sono pronta per quando il mondo cambierà e "danzeremo come dei coglioni" sulla musica bella. // LB


38. Iosonouncane
"Il corpo del reato"
Una razza bastarda e malnutrita. La lama è affilata per un'Italia che ha la mostruosità come tratto genetico. Mani strappate all'enalotto, al voto di scambio, parole urlate dritte in faccia, spietate, che ti mozzano il respiro. Divora il perbenismo, sbraita e prende a morsi la canzone italiana. Essenziale. // EA


37. Heike Has The Giggles
"Robot"
Un brano bellissimo, perfetto, quasi adulto se pensiamo a quanto sono giovani gli Heike. Dura meno di due minuti, è uno shottino, da buttare giù tutto d'un fiato. Meno male che ci sono! Che trasudano energia e voglia di suonare. E meno male che c'è Emanuela, che emoziona con quella voce e il suo modo di usarla e di giocarci. Decisa, naturale, sensuale; tanto aggressiva quanto dolce. // CF


36. Dente
"Sogno"
"Il tuo cuore non si aggiusta più". Il cuore è una macchina governata da strani meccanismi. Cosa si fa quando qualcuno lo fa a pezzi? Il mio cuore Dente lo sbriciola come niente. Questo pezzo ha un'intensità nascosta, un crescendo distorto che travolge tutto lasciando dietro di sè la sensazione di una mancanza dolorosa ma bellissima. // AS


35. Aucan
"Crisis"
Ho ancora negli occhi il concerto in Collinetta: roba che se gli Aucan avessero suonato per ultimi sul Pertini sarebbe esploso il Magnolia. O forse tutto l'Idroscalo. Crisis è il loro manifesto, tra echi di Battles ed una torrenziale voglia di sperimentare. Destinati a rimanere. // SF


34. Dargen D'Amico
"Ma dove vai (Veronica)"
Agosto da soli in città? Prospettiva poco allettante. Meglio aggrapparsi alla coda di un rapporto consumato, giusto per approfittarne finché ce n'è. Se a dirlo è Dargen su un beat danzereccio, con la sua ironia e le sue metriche, giuro che il concetto appare molto più divertente di quanto possa sembrare. // EP


33. Club Dogo
"Spacco tutto"
Un po' di autocelebrazione non guasta, soprattutto quando tutti ti stanno dietro con la bava alla bocca a elemosinare briciole. Il beat spettina, e le rime di Guè e Jake sono come una schiera di diti medi puntati contro gli haters là fuori. I Dogo spaccano tutto, nello stereo e sul palco. Chiaro adesso? // EP


32. Pan Del Diavolo
"Pertanto"
Chi avrebbe mai detto che in Italia è possibile suonare country risultando credibili e originali? Lo straripante duo siciliano centra alla grande il bersaglio tirando fuori dal cilindro riff micidiali per ogni occasione. Fate ascoltare "Pertanto" a Jack White e se li porterà in giro per il mondo! // FM


31. Leggins
"AKWASKHOS"
Zitti zitti questi ragazzotti sono finiti tra le mani del re mida Steve Aoki, si prevede per loro un futuro dorato. Intanto sfoggiano questa scheggia di new wave forsennata, che ha l'odore del sudore da pogo, delle maglie inzuppate da balli forsennati e di sigarette che bruciano sulla pelle. Teneteli d'occhio. // OC


Continua: dalla 30 alla 21



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Max Casacci ha invitato la RAI a inaugurare un canale dedicato alla musica indipendente