Dargen D'Amico, il nuovo rap italiano con gli occhiali da sole e la Nostalgia Istantanea

Dargen D'Amico è il rapper con gli occhiali da sole che sta cambiando il nuovo rap italianoDargen D'Amico è il rapper con gli occhiali da sole che sta cambiando il nuovo rap italiano
23/01/2013

Dargen D'Amico (pseudonimo di Jacopo D'Amico, da scriversi con l'apostrofo e non Damico), noto anche come JD, è il rapper con gli occhiali da sole che più di altri ha rotto con la tradizione della scuola del rap italiano, mescolando rap, hip-hop e cantautorato. I testi contenuti nei suoi album esprimono una poetica nuova nel panorama rap, raggiungendo il culmine nell'ultimo disco “Nostalgia istantanea” dove il flow si fa libero flusso di coscienza tra sonno e veglia.

[DISCOGRAFIA DI DARGEN D'AMICO]

Inizia la sua carriera nelle gare di freestyle a Milano con il nome di Corvo D'Argento, e poi con il trio Sacre Scuole, insieme a Guè Pequeno e Jake La Furia. Da solista, Dargen apre a una nuova ricerca sonora fatta di un uso creativo dell'elettronica che si avvicina anche alla canzone d'autore italiana, così come approfondisce l'uso delle parole per scrivere testi ironici ma anche poetici. Questo nuovo modo di porsi nei confronti non solo del rap ma anche della musica leggera gli ha permesso di farsi amare da un pubblico estremamente variegato, che va dagli ascoltatori di rap ai consumatori di pop. Il suo primo album è “Musica senza musicisti”, prodotto dall'etichetta di cui è titolare, la Giadamesi, con cui produrrà anche il successivo doppio album “Di vizi di forma virtù”, in cui delinea la poetica sfaccettata di D'amico, che va da brani romantici e autobiografici come “Sms alla madonna”, al gusto per i giochi di parole come in “Banana frullata”.

Dal testo di “Sms alla Madonna” di Dargen D'Amico: “Te lo dico una volta: torna / ok, se vuoi te lo dico due: torna / te lo dico tre, ti prego: torna / per te mando un sms alla Madonna / E' successo un pasticcio totale / una creatura mi ha scippato il cuore / la prego signore / forse lei per favore / riesce a farselo ridare”.

[FOTOGRAFIE DI DARGEN D'AMICO]

Nel 2010 pubblica due EP dal titolo “D' parte prima” e “D' parte seconda”, riuniti poi nel 2011 nell'album “CD'”, con l'aggiunta di quattro inediti. E'in questo album che la statura artistica di Dargen D'Amico si palesa in tutta la sua unicità: dalle tensioni emotive di “Malpensandoti” e “Briciole colorate”, alle dissertazioni sociali del brano che vede ospite Fabri Fibra, “Nessuno parla più”, l'occhio disincantato sulle storie d'amore e di sesso di “Mi piacciono le donne” (feat. Crookers); il tutto si coniuga sempre con la sua particolare ricerca sul linguaggio, il flow pacifico e continuo e le rime mai banali.

Dal testo di “Malpensandoti” di Dargen D'Amico: “E poi dov'è finita la vita che vorrei / che mi levi le nuvole dalla testa / ma non devo intristirmi oggi che ritorna lei / pioggia cadi quanto vuoi / oggi è un giorno di festa / Chiedo a chi organizza il mondo perché è tutto così grigio / e il pomeriggio è già tutto buio / perché ho dimenticato il cellulare in ufficio / e ho il cuore così in gola che o muoio o lo ingoio”.

Con una mossa anticommerciale, nel 2012 pubblica in vinile l'album “Nostalgia istantanea”, con una canzone per ogni facciata, il lato A di 18 minuti e il lato B “Variazioni sul tema nostalgia istantanea” di 20 minuti. Il successo di vendita del vinile dimostra l'entusiasmo con cui i fan accolgono anche le operazioni più ardite di D'Amico: l'album è acquistabile sul suo sito ufficiale anche in una confezione speciale limitata, contenente il vinile e una riproduzione in diversi colori degli occhiali da sole usati da Dargen, che si ispirano al modello Wayfarer di Rayban. Infatti Dargen ha fatto anche della sua immagine un marchio riconoscibile e inimitabile: non troverete un solo video o foto online in cui non indossi gli occhiali.

Parallelamente, partecipa al progetto Macrobiotics insieme al dj house Nic Sarno, con cui pubblica il disco “Balerasteppin”, in cui vengono reinterpretati brani appartenenti alla tradizione della musica leggera italiana e internazionale. Con la sua etichetta Giadamesi infine, scopre e produce Andrea Nardinocchi, promessa del soul e del r'n'b italiano.

Il 30 Aprile 2013 viene pubblicato il suo nuovo album in studio dal titolo "Vivere aiuta (a non morire)", anticipato dai singoli "Continua a correre", inciso con Andrea Nardinocchi, e "Siamo tutti uguali", in cui ospita Andrea Volontè. Moltissimi i video estratti dall'album, tra cui "Un fan in Basilicata", "Siamo tutti uguali", "Continua a correre" e "Bocciofili" con Mistico e Fedez.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati