Emma Nolde, una voce nel nuovo millennio

L'edizione 2019 del "Rock Contest" si è conclusa qualche settimana fa con la meritata dei Lady in the Radiator. Noi siamo rimasti colpiti soprattutto da questa giovane toscana, di cui attendiamo con ansia l'esordio ufficiale

Foto verticale di Alessandro Milo/Foto orizzontale di Antonio Viscido
Foto verticale di Alessandro Milo/Foto orizzontale di Antonio Viscido

Il Rock Contest 2019 sì è concluso ormai qualche settimana fa presso la Flog di Firenze e, tra le tante nuove proposte che si sono esibite, hanno trionfato i Lady in the Radiator

Quella sera c'eravamo anche noi e, oltre ad aver ascoltato i finalisti in gara, non abbiamo potuto fare a meno di esprimere la nostra preferenza. Il secondo posto del podio infatti è andato a una delle nostre scommesse per il 2020, Emma Nolde, che anche sul palco del Rock Contest ha dimostrato la sua forza espressiva (oltre al secondo posto, si è aggiudicata anche il Premio Ernesto de Pascale). 

Voce piena, fin troppo matura per una ragazza nata all'inizio del nuovo millennio; viene dalla Toscana e scrive canzoni da quando ha 15 anni. Prima cantava in inglese, ma non ha mai pubblicato niente, poi è passata all’italiano e nell’ultimo anno si è dedicata al suo primo disco in assoluto, prodotto insieme a Renato D’Amico e Andrea Pachetti, che verrà pubblicato nel 2020.

La sua dimensione è quella acustica e sperimentale: usa le basi, anche belle spinte, gli effetti per la voce, rende le sue canzoni internazionali, con un tocco speciale. Non ci resta che aspettare l'esordio ufficiale

video frame placeholder

---
L'articolo Emma Nolde, una voce nel nuovo millennio di Redazione è apparso su Rockit.it il 2020-01-15 10:22:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia