My Awesome Mixtape - European Tour Report Live report,

20/05/2008

(Immagini dal tour - Foto da internet)

Un tour è sempre una sfida, se poi è il primo vero tour di una band diventa una prova su cui - appena tornati a casa - si deve ragionare e tirare le somme. il 26 aprile i My Awesone Mixtape sono partiti per una serie di 20 e più date in giro per l'Europa. Le avete seguite - quasi in tempo reale - attraverso le foto e i filmati che il gruppo ha inviato quotidianamente alla redazione di Rockit. Ora, a mente lucida, Paolo Torreggiani e soci ci raccontano come hanno vissuto questa esperienza.



Oramai sono passati un po' di giorni dal 26 aprile, e sembra davvero passata un'eternità se non fosse per i postumi di un affaticamento vocale protrattosi per giorni che continua a farsi sentire con tosse e mal di gola a farmi ricordare che quei 23 giorni non sono già stati gettati nel dimenticatoio di un passato recondito, bensì sono ancora un esperienza viva e davvero unica...

E per tutti quelli che possano anche minimamente pensare che fare un tour sia una passeggiata o solo una mera azione promozionale di un gruppo che se lo può permettere perchè finanziato da non si sa bene chi e/o cosa o perchè formato da componenti talmente giovani da non essere gravati da altri impegni se non spendere le giornate nella bambagia, bè queste persone incappano inequivocabilmente nell'errore, in quanto questo tour non è stato concepito né come viaggio di piacere né tanto meno come un'azione di marketing.

Si è suonato in qualsiasi tipo di condizione: dal club più esclusivo o di culto del momento al centro sociale più sconosciuto di sempre; e si è suonato in tutti questi luoghi con la stessa passione e la stessa forza di volontà. Si è convissuto 23 giorni e 22 notti tutti insieme a strettissimo contatto, ricoprendo ruoli ben determinati e sempre meno sostituibili con il trascorrere delle giornate. Si è riportato a casa sano e salvo il nostro Transit rosso del '94 preso a noleggio; si è sempre trovato un letto confortevole dove dormire, anche quando sembrava essere un lontano miraggio; si è mangiato di tutto: dal vegetariano chic al pappone vegan dal tipico kebab turco oramai virgulto della cucina di strada berlinese, alle più strane e svariate rivisitazioni della nostrana pizza.

Insomma, un'esperienza alla quale nessun gruppo dovrebbe sottrarsi perchè vero e proprio test di affiatamento e forza di volontà per ogni membro di quella micro-collettività che una band è... Non so se noi altri lo si è passato a pieni voti o nel migliore dei modi ma sicuramente lo si è passato con la chiara e netta consapevolezza che si vuole continuare ad andare avanti e crescere!

Chissà cosa ci riserverà il futuro, il riposo sembrerebbe proprio di no... Tra poco si riprenderà a suonare qui in Italia a pieno regime per tutta l'estate e oltre. Speriamo, però, di poter ritornare dai nostri amici d'oltralpe e stupendo sarebbe conoscere quel mondo oltreoceano che ora come ora ci sembra davvero tanto lontano... // Paolo MAM

Vedi i filmati e le foto del tour



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Top It 2017: i 20 dischi dell'anno secondo Rockit