Fast Animals And Slow Kids - Leggi in anteprima i testi di "Forse non è la felicità", il nuovo album dei Fast Animals and Slow Kids

Tutte le foto sono di Alessio Albi - FASKTutte le foto sono di Alessio Albi - FASK
30/01/2017

"Forse non è la felicità", il nuovo album dei Fast Animals and Slow Kids, sarà pubblicato il 3 febbraio su Woodworm, ma oggi vi facciamo leggere in anteprima tutti i testi delle canzoni. Ancora una volta, oltre alla potenza della parte sonora, anche i testi spiccano per contenuto e ricerca. Tante immagini dalla natura popolano le parole dei FASK, insieme ai ricordi e alla voglia di raccontare non solo la propria generazione ma anche quella dei più giovani, che ha paura di sbagliare.

Asteroide

Guarda tutto intorno / Come sta cambiando / Allacciati le scarpe / Che c'è da camminare
Che tanto l'hai capito / Che il tempo scorre uguale / Gli amici come l'acqua / Prosciugano col sole
Il quotidiano uccide / Se hai altro a cui pensare / Se quello a cui tu pensi / È solo per scappare

Che tanto arriverà / Stai pronto ad accettare / Il fondo del bicchiere / Gli avanzi di Natale
Che tanto arriverà / Forte che fa male / Come un asteroide / Ma senza far rumore

Succederà
Portami via / Via da qua

Di lacrime / Hai sotterrato un sogno / Un brindisi / Alla sete che hai vissuto
Amico mio / Potevi dare tanto / Ma è un diavolo / Che slega il nostro istinto

Che tanto arriverà / Stai pronto ad accettare / Il fondo del bicchiere / Gli avanzi di Natale
Che tanto arriverà / Forte che fa male / Come un asteroide / Ma senza far rumore

Succederà
Portami via / Via da qua

Giorni di gloria

Non vedi gli occhi neri? / Non senti che non canta più? / Ma il suo sorriso è forte / I suoi vent'anni in fiamme
Non riesce a stare in piedi / Non vuole stendersi mai più / Anche se serve a poco / Dovrebbe piangere

La battaglia è andata male / In piazza grida "manifestare" / La sua generazione / Ha paura di sbagliare

Che cosa c'è da imporre? / Fa che si scotti ancora un po' / Tutto sembrerà nuovo / Dopo le lacrime
Saremo sempre fieri / Anche se sbaglia e sbaglierà / Perché quei cambiamenti / Ancora li rimpiango

La battaglia è andata male / In piazza grida "manifestare" / La sua generazione / Ha paura di sbagliare

Come per gioco svanirà / Quel vuoto che scuote la sua età / Quest'è appartenenza, lo sai / L'abbiamo cercata anche noi

Tenera età

Mai avresti messo / Il viso di fronte a uno specchio / Eppure che grande beffa / Riflessi gli anni più fieri
Di una giovinezza / Lasciata nel tronco / Di una quercia stanca / Del manto che non toglierà / La tua tenera età

Di rosso e di giallo di foglie vestita / Il tuo posto risiede nel dirupo più alto che c'è, il più buio che c'è / Che la tua montagna mantiene sicura / Ma perdi in bellezza e ne perdi in tenera età, la tenera età

Questo paesaggio / Mi incute timore / Perché è così esteso / Che non c'è una fine / Non è più il cielo! / Non è l'oceano! / Questo è l'universo ed io / Io scavo qua / La mia tenera età

Grazie natura per avermi reso essere incerto / Che si può godere / La tua creazione / La tua bellezza / Il rifiuto al dovere / E una quercia che non ha più età / La sua tenera età

Annabelle

Come / Dove sei?
Adesso
Forse 
Sentirai
Un crollo
Quando ti parlavo piano / Quando dicevi una parola in più / Che a suon di concerti c'ho preso la mano / Ed era la stessa che stringevi tu
Quando tenevo più forte / Quando cercavi di tirarmi su / Che ad ogni tramonto fermavo l'istante / Scattando le foto che guardavi tu
Io provo tutto / E fa male davvero / Ogni tuo movimento / Ogni pensiero
Io provo tutto / Perché fisso la gente da anni / E quando colpisci / So già cosa provavano gli altri
Un bacio più intenso / La gonna che si sfila lenta / Le mani sul viso / Provo ancora di tutto qui al buio

Fiumi di corpi

Amore mio / Ascoltami / So come uscire da qui / Ti tiro fuori da qui / Non vedi cosa ci aspetta? / Abbiamo ancora una scelta
Ascoltami / Io so che c'è

C'è un'altra strada / Fra le montagne / Che attraversa fiumi di corpi come noi
C'è un'altra strada / Di quelle lunghe / Ma adesso baciami la fronte

Dove stiamo noi / In questo giardino
Non batte il sole / Non batte il sole / Non cresce niente / Fra queste lande
Dove siamo noi
Non batte il sole / Neanche d'estate
Ascoltami perché son certo che...

C'è un'altra strada / Fra le montagne / Che attraversa fiumi di corpi come noi
C'è un'altra strada / Di quelle lunghe / Ma adesso baciami la fronte

Montana

Ricordi quella stanza? / Era più piccola / Perché eravamo insieme /Insieme era il mondo
Nel mondo il vento e il pianto / Nel mondo la tempesta / Ma per noi c'era altro / Per noi c'era un abbraccio
Ricordi quella stanza / Enorme come un tuono / Una nave che poi salpa / Dal porto di una vita
Le braccia di un oceano / I fiumi del Montana / Come se quattro mura / Fossero liquide

Tempo / Inquina / La stabilità / È crusca per le bestie

Se il terremoto arriva / Ricorderai la stanza? / Sia vuota che vissuta / La chiameresti casa?
Dipingeremo a nuovo / Lucideremo il tutto / Sarà come se il tempo / Non sia mai stato qua
L'abitudine fra noi / È la piaga nel mio petto

Capire un errore

Io ti do lode / O mio signore / per avermi fatto creatura così ignobile
Ora l’ho detto
Pensavo d’esser diverso / Ma guarda quale splendore / E il mio sorriso adesso è storto come me
Ora l’ho detto

Sono soltanto quel ricordo che ho di me

Adesso con che coraggio / Potrò riuscire a guardarti / Che neanche il mare vorrà bere più con me

Sono soltanto quel ricordo che ho di me Non sarò sincero lo sai / Non sarò con te

Queste mani suoneranno per / Lenire un errore / Questo male servirà anche a te / Capire un errore

11 giugno

11 giugno, è il tuo compleanno / Non vedi cosa c'è intorno a te?
Se questa è una festa / Evviva la vita / Mi ammazzo di gioia con te

In fondo odi tutti / In fondo li odi per davvero

Di farsi trascinare / Dallo spirito di squadra / Di piangere al computer / Come avesse vita propria
Di rovinare i muri / Perché hai cose da dire / Di tenere tutto dentro / Senza poter mai impazzire

In fondo odi tutti /In fondo li odi per davvero

Di parlare ai potenti / Poi di farti raggirare / Di dormire a porte aperte / Quando non puoi respirare

Non ero io

Ignoranza

Non saremo liberi / La ribellione è morta / Il peggio che ci aspetta / È avere ancora scelta

Dietro al collo / Non ho più una schiena / L'ho spezzata in due / Per farmi guardare
La mia stretta / Non ha più certezza / I miei limiti / Mi danno da mangiare
Perché adesso / Ho ben chiaro / Per cosa combatto / Perché ancora leggo / Perché amo chi ascolta / E proteggo chi affonda / Per le bestie feroci / E i cani randagi / Come noi quattro idioti
Sei tu ignoranza / A farmi da compagna / Leggerezza mia / Vieni qui a spogliarmi

Non saremo liberi / La ribellione è morta / Il peggio che ci aspetta / È avere ancora scelta

Giovane

Canta con me / Che ancora ti sento / Ed è come la mia prima volta
Canta con me / Anche se non sei accanto / Voglio ancora quella prima volta
E non cambierò per te / Io non cambierò per te / Non capivo niente / Quanto cazzo ero giovane

Se Giuda / Fosse vivo dentro me / Potrei tradire i sogni / Che proteggo?
Scappare via / Cambiare numero / Dimenticare tutto / E darmi un senso?
Se avessi un dio / Sai cosa chiederei? / Che queste note / Arrivino anche ad altri
L'eterno è un male / Che rifuggirai / Se un canto / Non trapasserà il tuo petto

Non
C'è 
non

Non
C'è
non

Come se fossimo / Cresciuti in un attimo

Forse non è la felicità

Adesso elaboro una scusa / Che mi preservi dal piacere / Di aver guardato quella volta e quella sola / Negli occhi di chi avevo accanto
Se il giorno è tenero, la notte mi consuma / E sfonda gli argini del vino in questa bocca

Perché ho ancora la tua lingua / Incastrata fra i miei denti / Sì ho ancora la tua lingua / Incastrata qui fra i denti miei

Con quanta rabbia ancora rido / Quanto deserto ancora vedo / Se il vuoto è immenso allora che circondi il sole / Per oscurare ogni mia navigazione

Perché ho ancora la tua lingua / Incastrata fra i miei denti / Sì ho ancora la tua lingua / Incastrata qui fra i denti miei

Rugiada leggera / Distesa sulle scarpe / Quest'alba s'innalza / Ma è stanca Riposa
Forse non è la felicità / Ciò che voglio / Ma un percorso per raggiungerla / Un alpinista che non vorrà / Quella vetta / Ma il solo rischio di cadere giù
Forse non è la felicità / Forse non è la felicità / Forse non è la felicità / Forse non è la felicità

Tag: testi anteprima

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto