I feat. più brutti della musica italiana

Da Fedez e Salmo a Pupo insieme ad Emanuele Filiberto, ci avventuriamo in quella palude tremenda dei featuring, dei duetti nati male e venuti fuori peggio, di cui nessuno sentiva il bisogno, da sacrificare sull'altare del dio del trash

Fedez, Salmo, Pupo, il giovane Savoia e un tenore
Fedez, Salmo, Pupo, il giovane Savoia e un tenore

Dopo aver affrontato il tremabondo nocumento arrecatoci dal duetto tra Tiziano Ferro e Ambra Angiolini, descritto in questa essenziale lettura, abbiamo deciso di dedicarci alla nobile arte del duetto riuscito male, del featuring un tanto al chilo ideato per fare faville che, nella realtà dei fatti, partorisce abomini o canzoncine insipide, nate per essere incredibili e uscite fuori non brillantissime. 

Dai duetti sanremesi ad cazzum come da tradizione siamo passati al feat. obbligatorio, ormai anche il disco del Papa ha gli ospiti e se nel mondo dell'hip hop non si contano più (alcuni dischi arrivano a 30/40 feat.), nel mondo del pop quelli che sono stati fatti hanno lasciato il segno, nel bene e nel male. Addentriamoci dunque nel male.

 

Fedez feat. Salmo - Viola 

video frame placeholder

La notizia è stata di quelle che guadagnano i titoloni sui giornali: pace fatta tra Fedez e Salmo che si sono dissati una vita. Poi appare un video fatto in una pseudo sala prove con i cartoni delle uova attaccati alle pareti in cui i due giocano a fare i punk con quattro accordi di chitarra e basso, da solo suonati malamente e un batterista bravo. Poi annunciano di aver fatto un singolo insieme e tutti pensano "wow, fanno i Blink 182", invece viene fuori questa cosetta pallida e bruttina che somiglia un po' ai Finley ripuliti, una macchia incancellabile nella discografia di Salmo. 

 

Vasco Rossi feat. Marracash - La pioggia alla domenica

video frame placeholder

Il più grande rocker italiano di tutti i tempi, l'uomo che non ha mai condiviso il microfono con nessuno, si presta a un'operazione a distanza con uno dei più grandi rapper italiani di tutti i tempi. Vasco e Marra, ciò che ne verrà fuori sarà sicuramente una roba epica, e invece la canzone di Vasco è già scarica di suo e le barre di Marra sembrano attaccate in modo posticcio, senza reale coinvolgimento tra i due, alla canzone originale. Due montagne che partoriscono un topolino.

 

Fast Animals & Slow Kids feat. Ligabue - Il tempo è una bugia

video frame placeholder

Per i FASK dev'essere stato davvero bello avere l'occasione di cantare una canzone con il Liga, il più grande esponente italiano di un certo rock americano, capace di riempire aree vaste come il Molise coi suoi concerti. L'operazione però sembra aver fatto meglio al rocker di Correggio che a quelli di Perugia, perché il pezzo è totalmente vicino alle corde del Liga - e di Bruce Springsteen - e lascia intravedere poco di quella che è la musica dei FASK. Sbilanciato. 

 

Piero Pelù feat. Anggun - Amore immaginato

video frame placeholder

È il 2003, Piero Pelù si lancia nel pop e lascia temporaneamente Ghigo e i Litfiba per provare nuove esperienze. Di certo non si lascia sfuggire la possibilità di fare un feat. con la cantautrice indonesiana Anggun, reduce dal successo interplanetario del singolone Snow on the Sahara. L'operazione fa acqua da tutte le parti e a parte il ritornello più brutto della storia della musica dell'ultimo secolo, dona agli ascoltatori anche un Pelù alle prese con un inglese tutto suo.

 

Gigi D'Alessio feat. Loredana Bertè -Respirare

video frame placeholder

Un omaggio di Gigi D'Alessio a Loredana Bertè, a cui lei acconsente di partecipare. Come sarebbe mai potuta finire questa storia se non male? La coppia partecipò anche a Sanremo e nel giorno dei duetti propose un remix del pezzo da parte di Fargetta. Dante, l'Inferno, se lo dev'essere immaginato così.

 

Francesco feat. Roby Facchinetti -Vivere normale

video frame placeholder

Se pensate che sia difficile essere figlio d'arte, specie se il tuo genitore è quel totem di Roby Facchinetti, la voce che schianta i bicchieri dei Pooh, pensate anche a come dev'essere difficile essere padre d'arte se tuo figlio è DJ Francesco. Il duetto che ne è venuto fuori ha senso solo grazie alla power ugola inox 18/10 di Roby. Chissà come si è incazzato il dio delle cittuà.

 

Pavarotti feat. Jovanotti - Serenata Rap 

video frame placeholder

Santo Cielo quanti danni ha fatto la voglia di Pavarotti di giocare col pop e di partecipare alle canzoni altrui con la sua voce insuperabile. U2, Zucchero e poi il crollo: intonare un'aria lirica tra le barre di un giovane Jovanotti. Immaginiamo un bel po' di suicidi rituali giapponesi nei Conservatori.

 

Chiara Civiello feat. Shaggy - Io che non vivo

video frame placeholder

Il Festival di Sanremo del 2012 ha regalato al capitolo "Duetti Horror" uno dei suoi vertici inarrivabili. In gara c'è Chiara Civiello, una polistrumentista e compositrice di talento, ma nel giorno del feat. obbligatorio non si sa per quale motivo sceglie di cantare il classico di Pino Donaggio Io che non vivo (senza te) con Mr. Lova Lova Shaggy che entra dignitosamente brillo, rutta nel microfono, appoggia l'intimità all'artista in gara e non prende una nota nemmeno a pedate. Idolo. 

 

Ed Sheeran feat. Andrea Bocelli - Perfect

video frame placeholder

Ma insomma, Edscìran, hai tutto:  la simpatia, una voce che scioglie i ghiacci perenni, montagne di soldi, fai ci concerti negli stadi da solo col chitarrino, hai una canzone che te la cantano a tutti i matrimoni dell'universo, cosa ti prende di metterci di botto, senza senso, Bocelli che parte con "Sei la mia donnaaa" fuori metrica facendo sputare un polmone a tutti gli ascoltatori isole comprese? 

 

Pupo feat. Emanuele Filiberto e Luca Canonici - Italia amore mio

video frame placeholder

Gloria imperitura per il feat. più brutto della storia di ogni arte e anche ogni sport, curling compreso, ce lo regala quel mattacchione di Pupo che va a titillare i sovranisti e i monarchici cantando insieme a Emanuele Filiberto di Savoia e a un tenore che passava di là. Una roba talmente immonda che la suonano nelle case infestate per spaventare i fantasmi. Arrivò seconda dopo Valerio Scanu quell'anno. Provateci ora a dire che la musica di oggi è tutta una merda. 

---
L'articolo I feat. più brutti della musica italiana di Simone Stefanini è apparso su Rockit.it il 2022-11-17 16:38:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autoreavvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussioneInvia
  • ALISYAAMICONE11 mesi faRispondi

    è una tutta una bugia che la canzone con GIGI D'ALESSIO SIA BRUTTA😡😡😡