Guida ai migliori festival dell'estate in Campania

Lo Sponz Fest, organizzato da Vinicio Capossela, foto via 06live.com - Sponz FestLo Sponz Fest, organizzato da Vinicio Capossela, foto via 06live.com - Sponz Fest
07/07/2016 di

Quando qualche anno fa ho iniziato a bazzicare il mondo della musica dal vivo, non potevo fare a meno di pensare che per essere la terza città d’Italia, con quasi due milioni di abitanti e una scena musicale tutto sommato viva e con picchi di creatività rivoluzionaria nella sua storia, Napoli avesse un tasso pro capite di concerti troppo basso. Pochi locali interessati ad andare oltre la serata tribute, pochi eventi estivi ad eccezione del solito concertone offerto da gelati e bevande gasate o del Neapolis Festival, storico festival ormai passato a miglior vita.
Ma negli ultimi anni, vuoi grazie a qualche locale, centro sociale o organizzatore di eventi che invece di adagiarsi sul vuoto circostanze e fare il proverbiale “gallo sulla monnezza” si impegna a spingere una programmazione musicale seria e coerente, vuoi grazie alla scena musicale locale che è in particolare fermento, la situazione sta un po’ cambiando. Di recente capita sempre più spesso, la sera, di dover addirittura scegliere fra uno, due o magari tre validi eventi musicali: croce e delizia di ogni appassionato di musica live che si rispetti, proprio come dovrebbe essere.

Ed è così che quest’estate ci ritroviamo con un bel po’ di festival in giro, di cui molti sono nati o hanno fatto “il salto di quaità” negli ultimissimi anni.
Se per caso passate in zona quest’estate e cercate aria aperta, musica e tutte quelle altre cose che ci piacciono dei festival, qui sotto ho provato a mettere insieme i principali eventi musicali dell’estate campana. Lasciando un attimo da parte le megaproduzioni dei megaconcerti e provando a focalizzare l’attenzione soprattutto su progetti giovani, magari nati dalla passione e dalla voglia di lottare in una realtà non facile più che da grandi capitali. Soprattutto progetti che, nella miglior tradizione dei festival come si deve, al fianco della proposta musicale ci hanno anche messo qualcos’altro, che siano dibattiti, mercatini, performance, un’ideale sociale o politico o anche solo un po’ di atmosfera.

Meeting del Mare, Marina di Camerota (SA), 2-4 giugno



Questo è uno della vecchia guardia. Da ormai 20 anni, l’estate dei festival campani si apre a Marina di Camerota, con un festival che negli anni, da Battiato ai Gogol Bordello, ha portato vicino al mare alcuni dei nomi migliori della scena italiana ed internazionale, ad ingresso gratuito e affiancati da un fitto programma di dibattiti, mostre, proiezioni di cortometraggi.. Quest’anno il cartellone prevedeva due dei must di quest’annata di indie italico, I Cani e Calcutta (poi sostituito all’ultimo con Jovine a causa di problemi legati alla band), insieme ai bosniaci balkan-rockers Dubioza Kolektiv e a una folta lista di artisti campani e non (fra gli altri, Selton, Giorgieness, Polina, Giglio,Giovanni Block).

Facebook
Web



Campania ECO Festival, Nocera Inferiore (SA), 10-11 giugno



Per il Campania ECO Festival i concerti sono solo il culmine di una serie di attitivà e iniziative che, durante tutto l’anno e nei giorni del festival, hanno come obiettivo la sensibilizzazione verso i temi dell’ecologia e dell’economia a basso impatto. Quest’anno la due giorni di musica prevede, insieme ad un menù a base di mozzarella di bufala e altri prodotti locali a km 0, una giornata dedicata a gruppi campani vecchi e nuovi, in testa Therivati e Polina, e una con Giorgio Ciccarelli (ex Afterhours) e due co-headliner di un certo peso, Il Teatro degli Orrori e Tre allegri ragazzi morti.

Facebook
Web



Mas Fest, Avellino, 24-25 giugno



Il Mas Fest è un presidio importante, una delle poche manifestazioni musicali del genere in una città in realtà ricca di musica. Incentrata sul tema delle “frontiere” (da attraversare), l’edizione di quest’anno vedeva in scena per la prima giornata gli autoctoni The Exploders Duo, Baba Commandant&The Mandingo Band e Stregoni, il progetto di Johnny Mox e Above the Tree dedicato alla questione dei migranti, mentre Unidisco Kidd, La Batteria, Go!Zilla e Go Dugong sono lo spericolato ma riuscito mix chiude la due giorni.

Facebook
Web

 

Newroz Festival, Napoli, 25 giugno-1 luglio



Arrivato alla seconda edizione, il festival con la direzione artistica dei 99 Posse organizza una settimana intera di eventi all’Ippodromo di Agnano. Partenza col botto insieme alla posse padrona di casa e ai Subsonica, sul palco uno dietro l’altro e insieme dopo anni di collaborazioni a intermittenza. La programmazione è proseguita toccando un po’ di tutto, dalla scena cantautorale e non, napoletana (Giglio, Tommaso Primo, Giovanni Block, Tartaglia&Aneuro) all’elettronica e alla festa vintage/swing, passando per una giornata dedicata ai gruppi emergenti e chiudendo con una rassegna di hip hop locale (fra gli altri Dope One ,Oyoshe, Dj Uncino) chiusa dai Boom Da Bash.

Facebook

 

NaDir \ Napoli Direzione Opposta Festival, Napoli 7-9 luglio



Per il secondo anno consecutivo la rete di collettivi Scacco Matto dà vita nell’area del Polifunzionale di Soccavo, struttura per anni simbolo dell’abbandono della periferia napoletana, ad una tre giorni autofinanziata di musica, mostre, performance, proiezioni e dibattiti che spazieranno dai nodi politici caldi della stagione agli approfondimenti culturali (ospite d’onore di quest’anno il fondatore di Frigidaire, Vincenzo Sparagna). Sul palco, oltre a Ministri, Giovanni Truppi e al supergruppo partenopeo Capitan Capitone e i Fratelli della Costa, ci saranno Joe Victor, Sula Ventrebianco, Sandro Joyeux, Blindur, La Via degli Astronauti ed EPO, più una selezione di band emergenti locali.

Facebook

 

Cellar Fest, Napoli, 7-8 luglio



Il Cellar Theory è uno dei templi sacri della musica live napoletana, un locale che da anni porta avanti una programmazione artistica di respiro nazionale e anche internazionale, sempre attenta alle “nicchie” sottoculturali ma senza chiudere le porte alle tendenze dell’underground locale. Quest’anno, per la prima volta, il Cellar si reincarna nella veste di una due giorni open-air estiva, nella cornice dell’Ippodromo di Agnano. Si apre con una serata a tinte scure insieme a Polina, Zu, Aucan e Dardust e si chiude all’insegna dei ritmi in levare con Broncorotto, Foundation e Napoli Rockers Sybndicate ft. Dennis Bovell, senza dimenticare un ampio spazio dedicato alla scena emergente cittadina.

Facebook

 

Farcisentire Festival, Scisciano (Na) 8-9 luglio



La provincia di Napoli, come la periferia, soffre costantemente della quasi totale esclusione da quasi qualunque tipo (salvo eccezioni) di programmazione musicale ed artistica in generale. Le cause sono molteplici è complesse, ma comunque è bello notare come diverse iniziative in questa lista siano in controtendenza rispetto alla tendenza a centralizzarsi della cultura. Farcisentire Festival è sicuramente fra queste, e quest’anno la line-up che porterà a Scisciano è particolarmente sul pezzo: due dei must della stagione 2015-16 dell’indie italiano, Motta il primo giorno e Iosonouncane il secondo, accompagnati da Bludiklein, 7parsec, Bludimetilene, Kafka sulla spiaggia, La Rua Catalana e Terzo Piano.

Facebook

 

Disorder, 18-21 agosto, Eboli (SA)



Da sei anni appuntamento fisso per chi cerca un cartellone diverso dal solito, il Disorder porta ad Eboli una programmazione sempre originale ed attenta alle novità, alle sperimentazioni e ai generi musicali più particolari, con un occhio di riguardo al mondo delle autoproduzioni indipendenti. Quest’anno, fra i tantissimi nomi, Zu, Stearica, Birthh, Giobia, Pugile, Klune, Sudoku Killer, Tetuan, Inude, Kill your boyfriend, EPO ed Arduo

Facebook
Web

 

Ariano Folkfestival, 18-22 agosto, Ariano Irpino (Av)



Oltre al Meeting del Mare, l’unico in questa lista a ricordarsi gli anni ‘90. Da allora, comunque, il folkfest di Ariano Irpino è cambiato molto, crescendo fino a diventare un’istituzione a livello europeo per world music, folk e musica gitana. Quest’anno ci saranno Daniele Silvestri, Pat Thomas & Kwasibu Area Band, Terrakota, Xixa, Fanfara Tirana e molti altri, oltre ad aree dedicate al cinema, alla letteratura, a giochi e all’arte figurativa, il tutto sotto il segno del tema di quest’anno, la frontiera.

Facebook
Web

 

Sponz Fest, Alta Irpinia (Av), 22-28 agosto



Concerti alle prime luci dell’alba e al sorgere del sole, senza l’ansia di schedule e timetable tiranni, in stazioni ferroviarie abbandonate o a dorso di mulo fra i paesini dell’Alta Irpinia alla ricerca dell’intimità perduta fra l’uomo e la natura ed i suoi cicli. Il programma della quarta edizione dello Sponz Fest, che avrà per titolo “Chi tiene polvere spara”, non è ancora noto, ma di sicuro non mancherà un’esibizione del direttore artistico, Vinicio Capossela. Visitate il sito per rimanere aggiornati o contribuire al crowdfunding per il finanziamento del festival.

Web
Facebook

A testimonianza della ricchezza dell’estate musicale in Campania qualche cenno agli eventi che per ragioni di spazio non sono stati inseriti nella lista: c’è il nuovo Evil Fest l’8 e il 9 luglio ad Alvignano, che andrà a colmare un’assenza sicuramente sentita dai fan di metal, punk e dark di tutto il sud, il Wavinba che il primo luglio, tra fritture di pesce e verdura, riuniva a Bacoli (Na) i migliori progetti campani al femminile degli ultimi anni (PMS, Fede n’Marlen, Flo); a chiudere la stagione il 3 settembre, come ormai da qualche anno, ci sarà l’Ecosuoni, che quest’anno ospiterà all’interno dell’isola ecologica di Palma Campania (Na) I Cani e i napoletani La Maschera.

Tag: festival

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è Brunori Sa, il nuovo programma di Dario Brunori su Rai 3