La fine grottesca della generazione talent

10 anni fa non sarebbe stato possibile scambiare Valerio Scanu per Marco Carta
23/07/2019 09:55

"Vergogna, hai rubato alla Rinascente, dovrebbero metterti in galera e buttare via la chiave, la giustizia non è uguale per tutti!", queste a grandi linee le parole con cui Valerio Scanu è stato insultato su Instagram pochi giorni fa, palesemente scambiato per Marco Carta, il vero presunto autore del furto di cui sopra. Una notizia di quelle che ci ridi mentre le vedi passare in bacheca, nel mezzo a tutta la violenza tipica dei social, ma che apre una riflessione più profonda: che fine ha fatto la generazione talent che solo 10 anni fa sembrava dovesse salvare la musica? Di certo non se la passa bene.

 

Qualche numero: 18 edizioni di Amici, in onda dal 2002, 13 edizioni di X Factor (2008), 6 edizioni di The Voice of Italy (2013), giusto per parlare dei talent musicali più famosi e già siamo a 37 ipotetici eroi da classifica. Contando i secondi e terzi classificati si parla di un centinaio di personaggi che hanno avuto un'esposizione mediatica intensa e si sono trovati a fare un iter consolidato: concerti in arene medie subito dopo la tv per poi retrocedere a piccole location,  feste di piazza, comparsate nelle radio locali, supermercati, trovare altri modi per far parlare di sé. Mica tutti, non generalizziamo; per un po' di tempo alcuni di loro hanno dominato le classifiche, hanno venduto un sacco di dischi, poi sono venuti quelli successivi e nei talent vale l'effetto Sanremo: durante la trasmissione tutti ne parlano, il giorno dopo come in preda a un'amnesia collettiva, è tutto dimenticato. Un sacco di nozioni, fatti, psicodrammi immagazzinati in testa vengono scaricati per fare posto ad altri, senza soluzione di continuità. 

10 anni fa la musica era divisa in compartimenti che non comunicavano tra di loro neanche in maniera carbonara. Se facevi un talent eri pop, avevi un contratto con una label mainstream, avevi autori e arrangiatori obbligatori, donati dalla produzione e dovevi apparire perfetto/a. L'altra musica, quella sotterranea, non arrivava al mainstream e quindi il pop rimaneva sempre uguale a se stesso. Una formula che ha funzionato così tanto che alla fine è esplosa, annoiando anche i più indefessi fan del nuovo fenomeno televisivo. Canzoncine innocue tutte uguali, quando ti diceva culo te la scriveva Kekko dei Modà, altrimenti una serie di onesti mestieranti da metà classifica a Sanremo Giovani e se funzionavi, bene, altrimenti l'anno dopo avrebbero avuto altra carne su cui puntare. Com'è andata lo sappiamo tutti: il sotterraneo è diventato mainstream, le migliori cose sono uscite da autori che vengono dalla strada e le canzoni preconfezionate da talent hanno avuto la peggio, la discografia che per anni ha puntato sui talent, ha cambiato rotta iniziando a investire (a volte alla cieca) su indie e trap, ma per chi è rimasto impantanato  in tv non è stato facile per niente

Pensate a Francesca Michielin o a Marco Mengoni,  a quanto lavoro in più hanno dovuto fare per scrollarsi di dosso l'etichetta di vincitori di talent. A Elodie e ai The Kolors che stanno tentando di sdoganarsi in tutti i modi da quella trappola che ha consumato Alessandra Amoroso ed Emma, imprigionate in canzoni sempre uguali e quando tentano di uscire dal binario vengono pure insultate. A Giusy Ferreri le ha detto bene ed è diventata la voce del reggaeton estivo, ma Matteo Becucci è tornato nell'anonimato e con lui Nathalie, Chiara Galiazzo, Lorenzo Licitra e un sacco di cantanti che al tempo ci sembravano già star: Nevruz, Giosada, Eva Pevarello, I Moderni e via andare. Artisti che una volta usciti dall'amplificazione cronica del mezzo tv e dalla narrazione casumanistica che spesso viene adottata, sono stati lasciati a sé stessi e per trovare una vera strada ce ne vuole. 

X Factor è un caso a parte perché negli ultimi anni ha corretto il tiro per venire sempre più incontro ai gusti del pubblico fuori e ha fatto uscire Anastasio, Maneskin, Nigiotti, BowLand e Luna che stanno tentando la scalata, ma la sua media piuttosto buona viene assassinata da quella di The Voice, il talent maledetto di mamma Rai che non ha tirato fuori una carriera neanche per sbaglio. Ok, c'è stata Suor Cristina, ma vediamo di non scherzare. Chi si ricorda di Elhaida Dani, Fabio Curto, Alice Paba, Maryam Tancredi, Carmen Pierri? Sono tutti vincitori di The Voice. È incredibile la percentuale di fallimento che il programma porta con sé. Quelli di Amici, poi, sembrano avere una data di scadenza dietro la nuca e riescono a fare numeri folli tra i ragazzini, per poi sparire nell'ombra. Oggi funzionano Einar, Irama, Briga e Federica Carta, ma già ci stiamo dimenticando di Dear Jack, Moreno, Virginio o Loredana Errore, per non parlare di Antonino.

Torniamo a noi, qualche anno fa sarebbe stato impossibile confondere Valerio Scanu con Marco Carta: entrambi avevano fan pronte a stapparsi le vesti di dosso per un autografo, entrambi hanno vinto Sanremo e, incredibilmente, entrambi non hanno mai cantato una canzone gradevole alle nostre orecchie, ma questo è un altro discorso. Oggi la sovraesposizione si paga con un turno nel dimenticatoio e, se non c'è un progetto soldio di qualche tipo alla base, difficilmente si riesce a entrare in pianta stabile nel mercato discografico una volta fuori dal talent. Tutto ok, va così anche nella vita vera con le band che ci provano senza avere qualcosa da dire: si chiama selezione naturale

---
L'articolo La fine grottesca della generazione talent di Simone Stefanini è apparso su Rockit.it il 23/07/2019 09:55

Tag: Questo nostro grande Instagram - opinioni - talent show

Commenti (18)
Carica commenti più vecchi
  • Md Giusy 2 mesi fa

    Liana per caso il Blog la voce dell 'indipendenza è tuo ? per curiosità. te lo chiedo. perché spesso fanno questi discorsi sulla musica libera, e prediche varie infarcite di belle parole .inviti continui ad ascoltare Scanu e commenti per me gravi come il tuo come quello sul prurito

    > rispondi a @cagliari76
  • Liana Consolaro 2 mesi fa

    Giusy anche se non devo certo giustificarmi con te, non so neppure chi tu sia, ma solo per amor di verita' , il blog la voce dell''indipendenza no e' mio e non faccio parte del blog delle zie. Mi spiace deluderti. In merito agli articoletti pruriginosi , e' ovvio quanto palese che "il pruriginosi" non fosse riferito al coming out del tuo Artista del cuore, pertanto non ti permetto e ribadisco non ti permetto di travisare e forviare , a tuo insindacabile giudizio, il mio pensiero. Dimmi di grazia, sei la presidente dell'accademia della crusca tanto da decidere quale sia il significato assoluto del sostantivo e/o aggettivo pruriginoso.?? dubito.......Vedi Giusy io sono sempre stata dalla parte della liberta', e sono da sempre per la liberta' scevra da pregiudizi , sono da sempre per l'amore libero.. Solo i trogloditi etichettano l'amore, perche', per me, l'amore e' un sentimento universale libero da pregiudizi ed etichette. Purtroppo per te, caschi male, e il fatto che la parola pruriginosi (che comprende un mondo, considerato che di gossip pruriginosi ne e' pieno il web e i giornali di gossip e non mi risulta che tutto il gossip viva sul live motive puntando i riflettori esclusivamente sull'amore tra persone dello stesso sesso ma invece che gli argomenti pruriginosi raccontino spesso di un mondo: di tradimenti, di amori finiti, dii amori studiati a tavolino per creare interesse intorno ad alcuni personaggi ,dii finti matrimoni, etc .....) Pertanto Giusy , sei tu la prevenuta , sei tu una persona piena di pregiudizi nonche' di accredine che si erge a detentrice della verita' assoluta. E Basta!!!!!!. . Mi permetto di darti un piccolo consiglio, evita di accusare chi come me , grazie al cielo, ha una mente aperta , non ama i gossip pruriginosi e' innamorata dell'amore libero e della vita . Io non impegno il mio tempo seminando odio nei confronti di coloro che non destano il mio interesse, tanto meno ho mai espresso giudizi offensivi nei confronti del tuo artista del cuore. Gli altri non mi interessano, quanto scrivi e' grave , accusi persone che io non conosco ma come sempre sei responsabile di cio' che scrivi e ne risponderai in prima persona. Per finire, accusi i fan di Valerio di nefandezze inaudite, ti chiedo ma ti sei mai fatta un esame di coscienza??? Forse un po' di umilta' non ti farebbe male. Un piccolo e umile consiglio guarda nel tuo orticello perche' spesso ho letto commenti vergognosi e ingiustificati nei confronti di Valerio. Pertanto cara Giusy un po' di cenere sparsa sul capo non ti farebbe male. Per me , lo scambio di opinioni con te , se cosi' possiamo definirlo,( visto che tu piu' che scambiare opinioni accusi e interpreti travisando e forviando il pensiero degli altri addebitandone il significato che piu' ti aggrada per offendere e denigrare) finisce qui, e ti invito ad evitare di insinuare pregiudizi (che sono tue riflessioni personali) fuori luogo che non hanno un senso e soprattutto non consoni al mio pensiero. Odio, cattiveria, invidia, gelosia, non fanno parte di me. Scrivo in italiano, almeno credo, il mio commento non ha bisogno di traduttori e interpreti . Spero di essere stata chiara, se hai tempo e voglia di "fare la guerra" cerca qualcun altro disposto ad assecondarti!!!!!!!!!!!!! IO NON CI STO................... buona vita

    > rispondi a @lianaconsolaro
  • Md Giusy 2 mesi fa

    Cara Liana più scrivi più ritrovo le stesse frasi di quei blog di cui ti parlavo , sarà una coincidenza, anche loro citano l accademia della crusca e si autoincensano spiegando al web quanto siano buone leali oneste sostenitrici dei valori per poi giudicare e insultare come stai facendo tu .Io mi sono limitata a rispondere ad un commento in cui sostenevi che il commento fosse sicuramente di un troll e su questo concordo, tessevi le lodi di Scanu e denigravi Marco Carta , scrivendo che ha usato la vita privata per apparire parlando di gossip pruriginoso. È ciò che hai scritto tu e a cui io ho risposto .la definizione che dai al termine pruriginoso oltre a non essere del tutto corretta non spiega perché tu abbia usato questo termine in riferimento a Marco Carta .È un temine che scusami se ti correggo , senza scomodare l accademia della crusca , riguarda principalmente dei gossip piccanti o a sfondo sessuale , quindi l unica cosa a cui ti puoi riferire è il suo coming out gesto di cui evidentemente sottovaluti la dignità, denigrandolo a un esibizione dei gusti sessuali. , e che tu hai usato per denigrarlo, non c 'è bisogno di un grande sforzo di interpretazione ,perché è ciò che hai scritto .Non c è nessuna guerra per quanto mi riguarda , solo delle osservazioni e delle constatazioni . Quella che si lancia in giudizi azzardati su chi non conosce mi sembra sia tu . Buona vita a te e anche a quelle fans che non conosci ma che scrivono come te .non pensare che la forma distolga dalla sostanza .le offese più o meno mascherate arrivano lo stesso .

    > rispondi a @cagliari76
  • Md Giusy 2 mesi fa

    E gradirei che fosse chiusa davvero perché non risponderò ad altri commenti .Quello che avevo da dire l ho scritto .

    > rispondi a @cagliari76
  • Liana Consolaro 2 mesi fa

    Giusy ripeto fatti un esame di coscienza .Io non ho offeso nessuno al contrario di te che ti sei permessa di accusarmi di essere l'amministratrice di un blog e di far parte di un gruppo, entrambi creati per offendere ....... ma ti rendi conto di cio' che scrivi??? Ti faccio notare che tu, si proprio tu, hai accusato Valerio Scanu di essersi servito dell''assurdo quanto inverosimile scambio di persona,. perpetrato da un bullo da tastiera ,per farsi pubblicita'..... poi ti permetti di predicare e sputare sentenze.!!! In merito all'uso di certi termini o modi di esprimersi utilizzati anche da altri, se questo significa essere la stessa persona be' evidentemente tu hai dei problemi . Attenzione ad accusare perche' poi le persone si stancano.. Ti ripeto e confermo nuovamente che a) non sono l'amministratrice del blog la voce dell'indipendenza che peraltro non ho mai letto ,b) non faccio parte del blog delle zie. Vedi non fa parte del mio carattere essere imbrigliata in gruppi , blog , etc, semplicemente perche' preferisco seguire gli Artisti che apprezzo , compreso Valerio Scanu, senza vincoli . In merito a quanto continui ad affermare circa infondate quanto vituperate offese (evidentemtente sei cosi' in malafede che vedi odio e accredine ovunque, problema tuo) , ti faccio notare , per l'ennesima volta che il termine pruriginoso rappresenta diverse situazioni (esempio: un triangolo d'amore che coinvolge piu' persone e' un argomento pruriginoso non credi? un amore virtuale e' un argomento pruriginoso non credi?? oppure per te pruriginoso e' solo l'amore fra persone dello stesso sesso?) Quindi finiscila con accuse infondate torna nel tuo orticello, coltiva odio, gelosia, malafede, maleducazione, ma per la tua dignita' evita di coinvolgere chi. diversamente da te, non ha mai scritto frasi offensive nei confronti di chichessia . Non so chi tu sia non ho nessun interesse a dialogare con te, ho espresso un parere in merito ad un articolo che , secondo me, ingiustamente, aveva dato spazio e visiblita' ad bullo da tastiera e mi ritrovo a disquisire con una perfetta sconosciuta che si permette di farmi il terzo grado per come esprimo dei concetti, travisando cio' che scrivo . Una perfetta sconosciuta che si sente in dovere di interpretare il mio pensiero con relativa traduzione. Non credi di aver superato il limite della decenza e del rispetto??? Scendi dal piedistallo sul quale ti sei posta, e soprattutto evita di trasferire il sentiment o le tue paranoie nella vita degli altri elevandoti a giudice del pensiero altrui. Non hai lo scettro della verita' assoluta, credimi. Argomento chiuso , per me sei un' emerita sconosciuta e le offese e le cattiverie che dispensi a mani basse fanno parte del tuo vivere non del mio!!!! Con me non attacca............... vivi la tua vita e lascia agli altri la propria, ergersi a giudice senza averne le facolta', e' vergognoso e meschino!!!!!

    > rispondi a @lianaconsolaro
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati