24 Grana - Fnac - Milano Live report, 08/01/2004

09/01/2004 di



In una stanzetta è allestita una zona live… come potevano infatti i 24 grana presentare il loro nuovo lavoro se non attraverso un mini concerto? Notoriamente conosciuti come coinvolgenti artisti dal vivo, in questa particolare occasione non si sono di certo smentiti! Abili nel rendere i loro nuovi brani, seppur sacrificati in uno spazio ristretto dall’acustica penalizzante - gremito di loro fan e di curiosi passanti- hanno suonato otto pezzi, concedendo un acclamato bis.

In scaletta la prima canzone è “Canto pè nun suffrì” combinazione di melodia partenopea e chitarra rock, tipica composizione alla 24 grana. Seguono “Vivo in un furgone” e altri estratti dal nuovo album.

Francesco Di Bella, vocalist e leader, ferma qua e là l’energia dello showcase e si pronuncia: “Underpop è pop underground fatto da strumenti di fortuna, per cantare le cose semplici come il sole, la felicità e le sensazioni di ogni giorno. Così è la nostra musica”. Non manca anche lui di commentare – sottovoce però - la stranezza del luogo per la band: “è difficile suonare queste cose in un supermercato…”!

Suoni rock e suoni reggae riprendono alternandosi tra allegria e tristezza, ma con una ritrovata e autentica sonorità 24 grana, da cui i partenopei si erano un po’ allontanati nel precedente K album (Sintesi 3000, 2001).

Il pubblico apprezza e dimostra di conoscere già a memoria i testi, nonostante l’album sia uscito solo da pochi giorni. Alcuni “ballicchiano” conquistati dai suoni ma intimiditi dal parquet e dalle sedie disposte in file ordinate. Il mini live termina dopo un’ora con il bis: “Napule tana” pezzo reggaeggiante “giusto per l’inverno”.



Otto gennaio del 2004. Fnac di Milano. Primo di una serie di eventi un po’ insoliti. Per presentare il loro nuovo album Underpop (Sintesi 3000, 2003) i 24 grana hanno in programma alcuni incontri nei vari negozi di questa catena.

Li seguo ormai da anni, per la precisione da quando sono usciti con Loop (Sintesi 3000, 1997), ma vederli sotto la scritta Fnac è una sorpresa.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Andare ai concerti allunga la vita