Stefano Bollani - Forum Monzani [W/ Enrico Rava] - Modena Live report, 19/03/2008

10/04/2008 di

(Stefano Bollani e Enrico Rava - Foto di Roberto Masotti)

I concerti de Il Baluardo della Cittadella - consueto ritrovo per gli amanti del jazz a Modena - cambiano location e si spostano nel più capiente Forum Monzani. L'evento è importante e l'affluenza di pubblico prevista - e poi confermata - è tanta. Sul palco Enrico Rava e Stefano Bollani, coppia collaudata e famosa anche fuori dalle solite nicchie di genere. Bravi davvero. Matteo Remitti c'era, e ci racconta.



Finisce con Rava che annuncia "Bella", dicendo che l'ha scritta nel '75 e che da allora l'ha incisa varie volte, e che -con una ricercata e disinvolta enfasi, unita a un'efficacia invidiabile- la dedica a tutte le signore in sala. Applausi.

Però Bollani finge di non saperla, e Rava cerca ripetutamente -senza grossi risultati- di suggerirgli le prime note, e Bollani parte sbagliando, oppure carica troppo, o ancora finisce a suonare la marcia imperiale di Guerre Stellari. O ancora.

Poi finalmente si parte, e la serata finisce in trionfo.

Prima c'era stato un concerto 'perfetto'. Il vecchio maestro alla tromba e l'affermatissimo giovane pianista, ormai protagonista di una carriera da anni -e per qualche decennio ancora- più che luminosa.

E un'intesa di lunga data, la perfezione formale, il 'cabaret' alternato al microfono, la scaletta varia, l'assenza di qualsiasi rischio di noja, la quiete e la disinvoltura.

Alla fine, nello scenario atipico -ma benedetto da un'ottima acustica- del forum Monzani, eletto a sede del concerto quando la capienza del Baluardo aveva smesso da tempo di essere sufficiente per fare fronte alla richieste, il concerto si tiene davanti a un migliajo di spettatori accomodati in poltrona.

I motivi di un successo così sorprendentemente solido dal punto di vista numerico sono non del tutto identificabili, così come la composizione del pubblico non è sempre ben leggibile.

Ma in fondo non importa.

Il trionfo di superlativi tipico dei comunicati stampa, una volta tanto, non si discute.

Il concerto è davvero bello, ed è bello che ci sia tanta gente ad ascoltare e applaudire.

Bravi davvero.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Top It 2017: i 20 dischi dell'anno secondo Rockit