Quando il vincitore di X Factor 2015 suonava in una band hardcore

Credit: xfactor.sky.it - Giò Sada vincitore X FactorCredit: xfactor.sky.it - Giò Sada vincitore X Factor
11/12/2015 di

Intorno alla mezzanotte di ieri la voce di Alessandro Cattelan ha annunciato il vincitore di X Factor 2015: ribaltando i pronostici che davano per vincitori fatti e finiti gli Urban Strangers, sul podio ci è salito Giò Sada

Faccia da bravo ragazzo del sud (tra l'altro molto somigliante a Zayn Malik degli One Direction) e animo rock: sin dal primo provino, Skin gli aveva detto "sei uno che ha capito come cantare il rock", e infatti il suo percorso dentro X Factor ha seguito quella direzione. La sua proposta a livello di repertorio è stata sempre borderline, con alcune tra le scelte più interessanti dell'intera edizione: dai Doors ai Devo, da James Blake agli Who, il tutto condito da una gran tecnica vocale e buona capacità intepretativa. Insomma Giò Sada poteva convincere, ma la sua è senza dubbio un'occasione persa.

Partiamo dall'inedito: ci aspettavamo qualcosa di radicalmente diverso. "Il rimpianto di te" è una canzone italianissima (e l'unica cantata in linguamadre sul palco di X Factor), più simile a qualsiasi singolo dei Nomadi, Zucchero o Negramaro che ai Depeche Mode. Ma la sua vittoria (aiutata anche dal fatto che la puntata è stata mandata in chiaro su Cielo, e abbia coinvolto un campione demografico più diversificato) dimostra che nonostante tutto, agli italiani la ballatona sanremese piace tanto, e piace evidentemente molto di più dell'r'n'b contaminato di Davide Shorty (il nostro favorito) e degli Urban Strangers.

 

Complimenti al mio vecchio compare Gió Sada, vincitore di XFactor. Anche se è immensa la vastità del cazzo che me ne...

Posted by Salmo on Venerdì 11 dicembre 2015

(Il post di Salmo dedicato a Giò Sada)

Ma quando ieri sera Giò Sada ha cantanto "The best of you" dei Foo Fighters, un brano rock aggressivo e sentimentale cucito addosso a lui, si è vista la lunga esperienza maturata sui palchi italiani ed esteri. Perché forse non tutti sanno che Giò Sada viene da un lungo percorso musicale, sia come solista che con due band di riferimento per l'underground barese, i gruppi hardcore Waiting for Better Days e No Blame.

Non che si sia riciclato cantante pop dal nulla: la strada era già stata tracciata, ma con un gusto decisamente più vicino al rock americano con reminescenze pop punk, con i Barismoothsquad, che nell'album d'esordio omonimo mostravano già le prime tracce della scrittura che poi è stata scelta da Giò Sada per l'inedito.

 

Il suo canale Youtube è stracolmo di brani voce e chitarra, oltre che di video pungenti riguardanti questioni politiche della città di Bari (sgombero dei centri sociali da cui Giò Sada proviene, urbanizzazione di alcune aree verdi), che lasciano pensare che oltre al talento musicale, dietro Giò Sada potrebbe esserci anche un discreto talento comunicativo. 

Sarebbe stato interessante se anche la scelta dell'inedito (e del prossimo album) fosse stata in linea con il suo background, ad esempio provando a toccare i tasti di quel rock attento alla melodia in stile Foo Fighters, che è un genere totalmente assente dalle classifiche italiane e che avrebbe davvero diversificato la proposta musicale della nona edizione italiana di X Factor.
Per questo, purtroppo, non si può dire che con la vittoria di Giò Sada stia cambiando qualcosa tra i gusti degli ascoltatori medi: ha vinto il ragazzo più bello, col brano più italiano.
Tutto già pronto per l'obbligato passaggio a Sanremo.

Tag: x factor

Commenti (5)

Carica commenti più vecchi
  • Davide Valeri 11/12/2015 ore 23:31 @mosconithemovie

    All'articolista sfugge una cosa che mi pare alquanto banale, ma evidentemente non è così: il famoso "inedito" di cui parla non è affatto composto - mai - dai cantanti di XFactor. Ma figurarsi. E' composto da produttori d'esperienza da tempo nelle major del pop: dal testo alla musica, assolutamente nulla è lasciato all'artista, che peraltro deve contrattualmente adempiere a regole rigide e brani scritti per lui e non da lui. E così è per gli artisti di X-Factor, e sarà molto tempo ancora (anni, anche dopo il termine della trasmissione).
    Giusto per capire di cosa parliamo: http://www.tvblog.it/post/438261/mr-rain-e-osso-contro-x-factor-gara-non-pulita-clima-brutto-replica-via-twitter-non-togliamo-la-liberta-agli-artisti

  • Fujiwara Takahashi 12/12/2015 ore 06:28 @fujiwara_takahashi

    Assolutamente no Davide, nelle ultime 2 edizioni i brani NON scritti dagli stessi artisti sono rarissimi, vedi lo scorso anno mario e lorenzo che hanno inciso il brano già portato alle audizioni, madh sayonara è scritta da lui, ti pare che cogliati possa scrivere una roba del genere? quest'anno enrica e davide hanno avuto i brani scritti, a gio sada lo hanno corretto, moseek e urban erano loro brani già scritti anni prima

  • Davide Valeri 12/12/2015 ore 21:35 @mosconithemovie

    Fujiwara, il fatto che determinati brani ricevano il "greenlit" da parte dei producer non significa che non sia l'eccezione - peraltro ho grossi dubbi che la parte musicale di sayonara fosse fatta da Madh. Ricordo benissimo a XF che Skin ha detto ad esempio 'il brano che abbiamo scritto per lei..." riferendosi ad Enrica come hai accennato tu. "corretto" presumo sia un modo gentile per metterla giù... nota comunque che Gio' suonava anche in band non hardcore ed è scontato che con un brano del genere gli avrebbero riso in faccia. La morale del mio post era più che altro "che vi aspettavate?"

  • Fujiwara Takahashi 12/12/2015 ore 21:44 @fujiwara_takahashi

    Si ma io infatti ho risposto per correggere il fatto che i brani non siano fatti dai ragazzi, hai confuso un paio di cose, nel programma non hanno mai cercato di far sembrare una cosa per un altro, il brano di Enrica non è stato corretto da nessuno, è stato scritto da skin che è una cosa, quello di Davide anche è stato scritto, ovviamente madh ha scritto solo il testo e non la parte musicale del suo singolo, fino alla settima edizioni i bravi erano tutti scritti da altri arstisti, lo scorso anno emma,ilaria,mario, madh e leiner hanno portato un inedito scritto da loro per quanto riguarda il testo, quest'anno ad esempio, i moseek hanno suonato un inedito con testo e musiche scritte dalla frontman, secondo me Giosada non si rendeva conto che avrebbe deluso le aspettative, forse perchè ci teneva troppo al suo brano per rendersi conto che non era all'altezza del percorso fatto.. che devo dire, io spero in un buon album, mi pare di capire che è abbastanza maturo da preferire di rimanere un artista non popolare ma che faccio quello che piace a lui(spero!)

  • Luigi Bianchi 29/12/2015 ore 13:34 @luigi.bianchi.71697

    infatti poi a sanremo non è andato

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


Pannello