Il live report della terza tappa del Jack On Tour, con BSBE e Roberto Angelini Live report, 19/02/2015

BSBE sul palco del Jack On TourBSBE sul palco del Jack On Tour
23/02/2015 di Davide Caucci

Se mi dici “Jack” e chiudo gli occhi sono in America. O meglio sono negli USA. Quegli USA che prima c’erano gli indiani, poi non andavano bene gli indiani allora “fuoco agli indiani”, quella del sud, dei canti neri nei campi di cotone, del soul e del blues, quella di Memphis, di Elvis e poi dei rocker veri, quelli con i capelli lunghi. Vedo dei baffi e un vecchio saloon.

Poi se mi dici :“Jack arriva a Roma, resta due giorni”. Allora mi immagino un ragazzo, un giovane che durante il giorno se ne dovrebbe andare tra Rione Monti e San Lorenzo, a fare due passi li tra i sanpietrini e le chiese, in una giornata di sole, potrebbe trovare bei ristoranti e qualche pub, potrebbe imbattersi in negozietti, in artigiani, in pittori, fotografi e magari trovare Roberto Angelini improvvisare un acustico da Contesta Rock Hair.

(foto di Anna Maria Parente)

Ma se penso che Jack viene a Roma e resta anche per la sera e la sera vuole uscire, allora deve assolutamente vedere il centro e vedere anche i Bud Spencer Blues Explosion, orgoglio romano di un’America in fondo un po’ più vicina.

Tutto questo è successo, tutto questo, con l’aggiunta di un migliaio di romani pronti a far festa con Jack. È successo il 19 febbraio, nel cuore della vecchia Roma, a due passi dalla Piazza di Spagna deturpata poche ore prima dai tifosi del Feyenoord, dove però c’è ancora chi può uscire, bere bene e responsabilmente, e godersi ottima musica.

Così in un Teatro Quirinetta rispolverato per l’occasione arriva la tappa romana del Jack On Tour, ed è la cosa più vicina ai miei sogni ad occhi chiusi. Fiumi di gente che si lasciano scaldare dalla voce e dalla slide di Bob Angelini e la sua band, abili tra le acustiche e le loop station nel narrare un viaggio che ci accompagna fino all’headliner: BSBE, ormai acronimo di Botta Sudore Botta Esplosione. Il duo romano incarna alla perfezione lo spirito di Jack On Tour: il power blues di Cesare ed Adriano è inarrestabile, nemmeno la febbre che aveva colpito nel pomeriggio la voce di Viterbini può fermarli. La mole di suono è spaventosa e mistica, la gente non può evitarla, non si scappa ai Bud (che si regalano anche la comparsata di Roberto Angelini in un brano assieme), e ormai arrivati al terzo disco in studio e centinaia di live in tutta Italia, sanno sempre più di certezza.



(foto di Anna Maria Parente)


Così tra un Jack e Cola e l’altro finisce anche questa tappa romana del jack on tour, lasciando dietro di sé solo bicchieri vuoti e un’improbabile dubstep agli ultimi eroi in sala. Il prossimo appuntamento sarà il 28 febbraio a Catania, ma siamo convinti che sarà difficile per loro far sentire Jack a casa come ha fatto Roma.

Tag: concerti

Pagine: Roberto Angelini BSBE

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati