LEGIONE STRANIERA: Gli otto indieblogger Rubrica

08/03/2008 di

(Due indieblogger - Foto da internet)

Ecco i nostri blogger. Poche righe che riassumono gusti, punti di vista e tutto quello che si può dedurre leggendo giornalmente i loro blog. Leggete, capirete che c'è da fidarsi.



Miss Coco
I Miss Coco
Dopo molti anni a New York, Miss Coco ora vive in Italia. Grande conoscitrice della scena indie newyorkese, oltre che appassionata di hip hop ed elettronica e apprezzata dj (le sue date su www.myspace.com/imisscoco). Il suo blog permette di scoprire nuove realtà indie ancora ignote in Italia, caratterizzate sempre da un grande gusto pop.

Ken McCallum
Japanlive
Ken non è giapponese, ma un suddito di Sua Maestà Elisabetta II che vive a Tokyo. Frequentatore appassionato della scena indie locale, ha scoperto in anteprima diverse band di culto. Il suo blog ne racconta musica, spettacoli e stili di vita, ed è considerato uno dei dieci migliori in fatto di musica giapponese.

Guuzbourg
http://splendida.blogspot.com
Guuzbourg ha 39 anni, abita ad Amsterdam e si commuove a sentire ragazze e ragazzi che cantano in francese, tanto che il suo nick è un evidente deformazione dell'adorato Gainsbourg. Oltre a http://splendida.blogspot.com, cura pure il blog che dà il nome al proprio nick ( http://guuzbourg.blogspot.com/) e una pagina Myspace (www.myspace.com/guuzbourg).

Mersenne
Undomondo
Mersenne è di Istanbul, cresciuto ascoltando hardcore, death & black metal, jazz, house, downtempo, klezmer, dub, elettronica, afrobeat, indie e folk, di cui parla assieme all'amica Error101 nel loro blog Undomondo. Sul suo Myspace (www.myspace.com/mersenne) potete anche ascoltare quattro brani del suo progetto di elettronica sperimentale Kidindigo.

Fernando Casale
Zonaindie
Fernando abita a Buenos Aires, una città che qualcuno definisce come la "Parigi dell'America Latina". Durante il giorno Fernando si guadagna da vivere scrivendo di tecnologia, ma a notte tarda, quando il resto della città dorme, indossa le vesti dell'indie fan e sul suo blog scrive della scena indipendente della sua città.

Aaron Kupferberg
Powerpopaholic
Powerpopaholic è il principale blog di recensioni musicali di power pop o rock melodico. Contiene oltre 330 recensioni e ha ricevuto oltre 50.000 visite da pop fans americani. Sta crescendo la sezione dedicata alle interviste, che vanno da artisti come Mitch Easter (Let's Active, R.E.M.) a Jeff Murphy (The Shoes). John Borack, nel nuovo libro di "Shake Some Action: The Ultimate Power Pop Guide (2007)", gli ha dato ampio risalto.

Roberto "Mono" Parra
Nonacíenmanchester
Mi chiamo Roberto Parra ma il mio soprannome è "Mono". "No nací en Manchester" significa "Non siamo nati a Manchester", nome che si riferisce al film "24 hour party people": abbiamo voluto dire che non siamo cresciuti nella città dove tutto è nato nell'indie, però cerchiamo darci da fare nella città dove abitiamo, a Santiago. Ecco perché abbiamo cominciato a parlare di indie circa nel 2005, e un sacco di gente ha cominciato a farci domande a me e a José Delpiano, mio partner in NNM, sul nostro sito, dicendo che parlava di buona musica, e dovunque andavamo portavamo e cominciavano a spingere l'indie alle feste. Questo ci ha fatto pensare di cominciare a organizzare feste aperte da bands in concerto, e così abbiamo cominciato a promuovere nuovi interessanti artisti. Oggi faccio il dj in diversi clubs a Santiago e Valparaiso, e in diversi locali estivi. Non succede spesso perché l'indie non è ancora famosissima, ma un sacco di gente comincia ad interessarsi ad essa, e ballare musica indie è una cosa diffusa di cui siamo stati pionieri nella zona di Santiago. Comunque abbiamo incontrato un sacco di gente interessata a scrivere sul blog, così ora siamo in molti di più, e abbiamo cominciato a recensire film, specie se riguardano la musica, ma anche per diffondere un altro mio interesse: i film.

Alberto Pabello
Musiteka
Alberto "Pabello" Alamilla è un ragazzo messicano. Ha un blog, con i suoi amici, in cui condivide ogni tipo di musica del mondo, che si chiama Musiteka. Ama tutti i tipi di arte, ma la sua preferita è la musica. Ha una speciale attrazione per bands come The Killers, Björk, Placebo, Louis XIV and The Frames

Vai all'elenco delle recensioni



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati