L’indie rock italiano visto dall’intelligenza artificiale

Abbiamo fatto una cosa di cui sapevamo ci saremmo pentiti. Abbiamo chiesto a Midjourney – AI in grado di creare illustrazioni da parole o frasi in poche semplici mosse – di “disegnare” a modo suo canzoni di Afterhours, Zen Circus, Verdena e tanti altri. Il risultato è impressionante!

Alcune illustrazioni create da Midjourney
Alcune illustrazioni create da Midjourney

In un giorno come un altro, all'interno della chat interna di redazione arriva un messaggio un po' così, all'improvviso, di quelli che possono voler dire tutto e niente: "Presto, dieci frasi di canzoni che vi piacciono". Abbiamo tutti pensato: "Sono gli esperimenti di Fiz (il ceo di Better Days, editore di Rockit)". Senza pensarci troppo abbiamo scritto un tot di versi e dopo una mezz'ora, in chat sono apparse delle illustrazioni

Precisamente quattro disegni raccolti in ogni frame, ispirati dalle frasi che abbiamo scritto. Una cosa che lascia con la bocca aperta, ma di preciso, con chi abbiamo collaborato per queste opere? Con un'intelligenza artificiale, che nel giro di pochi minuti riesce a creare quattro disegni grazie alle keyword che abbiamo deciso di immettere nel sistema. 

Ce ne sono molte in rete, quella che abbiamo usato noi per dare un'occhiata al futuro si chiama Midjourney, la trovate a questo link e potete usarla anche in app su Discord, basta che diate il comando /imagine e nel prompt che si apre scriviate la frase che desiderate. Vi si aprirà un mondo di possibilità e potrete constatare da soli che l'algoritmo, la parola che più ci ossessiona da tempo, può anche fare cose buone, o perlomeno sorprendenti. 

Guardate qui sotto, tra colori, volti, scene psichedeliche e oniriche, paesaggi da sogno o da incubo partoriti dal computer, come perfezionamento di quel futuro tutto pixel come lo immaginavamo negli anni Ottanta. Figata o cosa spaventosa? A voi la scelta.

 

"Qualcuno  mi ha detto che gli hai detto che senza di me, adesso, sì che riesci a stare" 
Chakra - Le luci della centrale elettrica

 

"Muori delay"
Muori Delay - Verdena

 

"Sembra un angelo caduto dal cielo"
Amore disperato - Nada

 

"Non studio non lavoro non guardo la tv non vado al cinema non faccio sport"
Io sto bene - CCCP Fedeli alla linea

 

"Inseguire i sogni è una cazzata di destra, sono loro che inseguono noi"
Play Lover - Giallorenzo

 

"Se ti fanno un po' soffrire perdonali perché non sanno cosa fanno, io soffro come te"
Piangi com me - Rokes / Bee Bee Sea

 

"E mentre prendo dal primo idiota che passa lezioni di poesia e di impegno sociale, vaffanculo io canto di te"
Lezioni di poesia - Giorgio Canali

 

"Non c'è niente che sia per sempre"
Non è per sempre - Afterhours

 

"Io quando avevo vent'anni ero uno stronzo"
Vent'anni - The Zen Circus

 

"Per fortuna che ci sei, se no lei mi avrebbe lasciata morire"
Spaziale - Edda

---
L'articolo L’indie rock italiano visto dall’intelligenza artificiale di Redazione è apparso su Rockit.it il 2022-10-25 11:33:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • vasssbam 9 mesi fa Rispondi

    Solo che l' intelligenza artificiale è un furto o un plagio reale dell' arte d' alcuni artisti non artificiali, nemmeno è intelligenza ma solo un gioco probabilistico con dati in massa.

  • FrancescoCarrubba 2 anni fa Rispondi

    Illustrazioni davvero molto belle