Six Minute War Madness - Live - Bologna Live report, 18/04/1998

18/04/1998 di



Sfruttando la scia degli Afterhours, i SMWM hanno proposto mezz'ora di musica come antipasto della serata, lasciandoci in tutto sei 'tracce' estratte dalle uniche due prove discografiche finora edite. Il pubblico bolognese ha apprezzato con compostezza lo show dei cinque milanesi, pur rendendosi conto dell'enorme carico di noise 'sonico' che veniva prodotto dall'intero ensemble.

Eppure l'esibizione era cominciata con Ottobrenovantasei, brano che apre l'ultimo album intitolato "Il vuoto elettrico" e pieno zeppo di riferimenti, sia per le liriche che per la musica, ai June Of 44, gruppo che, non a caso, è una delle tante fonti ispirative dei SMWM. Già dal secondo pezzo, Test test, la band premeva sull'acceleratore e la chitarra di Xabier diventava più apsra, mentre il vocalist Fede Ciappini non rinunciava ad urlare le sue liriche; così, nel proseguio, venivano suonate Dolores, Una novità e Texaco Tap, utili indizi per fugare ogni dubbio sul tipo di soluzioni sonore che il gruppo privilegia, distanti non poco dalla ricetta 'pop' degli Afterhours.

Naturalmente i SMWM non avranno la fortuna di vendere quel numero di copie tale da farli arrivare sulle copertine dei giornali; pur tuttavia, ci auguriamo che continuino a bazzicare nell'underground italiano rimanendo una realtà 'sommersa' con poche possibilità (ahinoi!) di emersione.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati