Carmen Consoli - Live - San Benedetto Live report, 24/08/1997

24/08/1997 di Alexander Di Chiara



Spietata, violenta ed a tratti evanescente la Carmen Consoli di ieri sera allo stadio di San Benedetto. Eccitante comunque lo spettacolo, intriso di passione e di carica emotiva, di ovazioni senza fine da parte di un pubblico ormai consapevole della bravura compositiva della piccola catanese. Piu` di mille ad ascoltare la grande voce di una personalita` che appare cosi` timida e introspettiva, e che a tratti, nonostante la grande esperienza sul palco, sembra dileguarsi e lasciare il resto alla platea, finendo col dare tutta se stessa alla musica e a gli altri. Da sottolineare inoltre l'efficacia con la quale vibra la sua chitarra, maneggiata da dita esperte, che sprigiona un flusso di emozioni e di sensazioni fuori dal comune. L'avevamo gia` vista altre volte, in occasioni diverse, con un pubblico diverso, magari con attenzioni senza dubbio piu` professionali, senza pero` essere riusciti a cogliere l'esplicita carica con cui tira il concerto tutto d'un fiato, in una situazione in cui anche la generosa band che la circonda a fatica riesce a seguirla. Per concludere, un breve commento a proposito dei brani, ritoccati, col senno del palco, a mo' di Smashing Pumpkins, aggiungendo outro di eccellente esecuzione, come in "Vorrei dire", e caricando le linee vocali di fronzoli e presenze autorevoli. Un brava alla Carmen, dunque, per il suo impegno costante verso il progresso musicale e verso la ricerca di un groove puro, sintetico ed allo stesso tempo fuorviante.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati