Modena City Ramblers - Live @ teatro comunale - Adria (RO) Live report, 13/12/1998

13/12/1998 di



'Prove tecniche di un concerto acustico'. Non si potrebbe trovare definizione migliore per raccontare di un'ora circa di spettacolo tenuta da Cisco e compagni in questo piccolo centro del Polesine. Preceduti dai Marmaja, una band dedita alla riscoperta delle radici etniche attraverso l'uso di ghironda, mandolino e fisarmonica, oltre ai soliti strumenti del campionario rock, i nostri Ramblers si sono dati da fare per mettere assieme un collage appena decente, visto che la tournée prevista per la promozione di Raccolti partirà solo col nuovo anno.

E allora si comincia con Clanbalieue, una versione non consona con lo spirito 'acustico' che la band ha deciso di adottare per rivestire i pezzi del repertorio. Per il sottoscritto è più facile che brani come Remedios la bella, Canzone dalla fine del mondo o Morte di un poeta rendano molto meglio di pezzi come Transamerika, visto che comunque gli originali nascono già 'senza spina'. D'altra parte bisogna però fare un plauso speciale alla stessa band che riarrangia ottimamente, tra ritmi cubani e melodie irlandesi, un brano di non facile rilettura come Il ballo di Aureliano, autentica chicca della serata assieme alla versione de La banda del sogno interrotto, inframmezzata dall'assolo di ben due tamburelli (!!).

Molto stuzzicanti anche i tre inediti: La fiola del paisan, la filastrocca A ghe chi ga, e il pezzo Notturno Camden Lock, che ha decisamente più spessore dal punto di vista artistico, forse perché si richiama alle prime radici dei Modena, quelle dei Pogues tanto per intenderci.

Per concludere la 'prova' è stata scelta In un giorno di pioggia, ormai entrata nella memoria dei fans e qui in una versione non dissimile dall'originale. È certo che la formazione emiliana deve ancora lavorare se vorrà trovare la via per un sound spogliato degli 'orpelli elettrici' e rimesso a nuovo in una veste 'unplugged'. Ma i Modena, proprio per questo, stanno dimostrando coraggio e hanno tutta la voglia di rimettersi in discussione: li aspettiamo al varco convinti che sapranno (ri)conquistarci come sanno fare solo loro.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati