Negrita - Live @ Vox - Nonantola (MO) Live report, 29/04/1999

29/04/1999 di



Un live dei Negrita è certamente un evento carico di molte aspettative, anche quando Pau & co. pubblicano album poco consoni allo spirito 'rock'. Se infatti "XXX" e la relativa tournée li aveva consacrati al grande pubblico, ma non alla critica, con "Reset" ci si aspettava che la band recuperasse, almeno in parte, quella verve dei primi due album tanto cara ai fans della prima ora. Ebbene, questo non è successo, o almeno l'impressione suscitata al sottoscritto non è stata completamente positiva, quasi che alla band aretina manchi quella fatidica 'marcia in più'. Per carità, non si dica che i cinque si risparmino sul palco, che Pau non sia un front-man scatenato, ma tutto sembra un po' troppo affinato e poco 'rollingstoniano', anche quando è il momento di pezzi come Cambio o Hey Negrita. Tuttavia i nuovi brani funzionano anche abbastanza bene: è il caso di Provo a difendermi, Transalcolico, Hollywood, Halleluia e In ogni atomo, episodi abbastanza emblematici nell'indicare il nuovo corso della formazione. Peccato solo che quando i Negrita danno spazio a canzoni come Sex o A modo mio, si nota fin troppo la differenza sostanziale dello spessore delle canzoni, pur se la resa finale è ottima e tutto il pubblico risponde alla grande; la chitarra di Drigo è sempre in primo piano, mentre la sezione ritmica non si ferma mai un attimo, anche quando viene il momento di Ho imparato a sognare, un pezzo che Pau introduce con un discorso sulla guerra riuscendo ad evitare ogni forma di retorica, conquistandosi così un meritato applauso del pubblico. Dispiace però che fra i ripescaggi non siano figurati brani quali Lontani dal mondo, Bum bum bum bum, War e Man in the corner, tutti comparsi sui primi due lavori e che avrebbero fatto più figura di altre canzoni scelte come bis. Speravo che almeno il live fosse una promozione a pieni voti, e invece devo constatare che bisogna lavorare per raggiungere risultati migliori. Aspettiamo la bella stagione e incrociamo le dita: in fondo ai Negrita si può e si deve chiedere di più!



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati