Estra - Live @ ZERO BRANCO - Treviso Live report, 21/02/1998

21/02/1998 di Emanuele Zanella



Gli Estra sono una delle realtà più belle del rock italiano, grazie a due album come "Metamorfosi" e "Alterazioni" entrati subito nel cuore di migliaia di persone.

La data di Zero Branco ha rappresentato un avvenimento importante per il gruppo in quanto Giulio "Estremo" Casale, la voce degli Estra, vive in questo paese al confine con la provincia di Venezia avendo sposato, lui che è milanese,una ragazza del posto. Gli altri tre componenti della band, cioè Abe Salvadori, chitarra, Eddy Bassan, basso e Nicola "Accio" Ghedin, batteria provengono tutti dalla cintura urbana di Treviso.

il concerto, gratuito, ha visto esibirsi anche vari gruppi locali e il palasport di Zero Branco si è cosi pian piano riempito. Quando è salito sul palco Estremo l'atmosfera si è subito riscaldata, e lui si è concesso un po' al pubblico. Poi, dopo aver imbracciato la chitarra, ha dedicato la prima canzone, "sei", a Saddam Hussein, in procinto di scatenare una nuova guerra nel Golfo Persico, cantando a squarciagola il ritornello "sei come niente, sei io lo so".

Sul finire della canzone sono saliti sul palco Nicola, Abe e Eddy per concluderla con gli strumenti. Quindi il concerto si è sviluppato sulle canzoni dei due album del gruppo, ma anche con qualcuna inedita, che probabilmente sarà contenuta nel prossimo disco. Così, all' "uomo coi tagli", loro primo singolo di successo, si alternano "fiesta", "nei deserti", "preghiera". Un momento particolarmente intenso si è avuto con "hanabel", tratta da "Alterazioni", una delle loro canzoni più riuscite sebbene sia di breve durata. "Estremo" dialoga con il pubblico, si vede che oltre alla bravura nello scrivere i testi presta particolarmente attenzione all'aspetto scenico del concerto. La musica poi accompagna benissimo le parole, che raggiungono qualche volta delle punte di nichilismo e lasciano sempre un po' di inquietudine. E il pubblico si diverte, canta, balla, qualcuno poga e tutti si lasciano prendere dalle emozioni che questo gruppo sa dare. Alla fine del concerto la scaletta ha raccolto tutte le canzoni di "Alterazioni" e buona parte di "Metamorfosi", convincendo tutti che gli Estra, se sapranno gestirsi bene, saranno il gruppo che emergerà sugli altri nei prossimi anni.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati