Giardini di Miro' - Maffia - Reggio Emilia Live report, 24/01/2001

09/02/2001 di



Nonostante sia mercoledì il Maffia è decisamente affollato. Il pubblico non si lascia pregare per avvicinarsi al palco ed applaudire calorosamente gli idoli locali che in quest'occasione presentano il loro nuovo album: "Rise and Fall of Academic Drifting (Homesleep).

Nati a Reggio Emilia per iniziativa di un tardo fan progressive, i Giardini di Mirò non nascondono il profondo attaccamento a questo genere che si manifesta soprattutto attraverso la complessa architettura dei brani e un orchestrazione strumentale di livello accademico. Il superamento avviene attraverso l'adozione di sonorità mutuate dell'indie rock più recente (con residui di rumorismo) che proiettano i nostri verso atmosfere britanniche, molto vicini per feeling agli scozzesi Mogwai. Dal vivo il gruppo è quasi impeccabile, dimostrando un'abilità tecnica notevole che trascende al tempo stesso ogni compiacimento. Unico neo rimane il poco spazio riservato al polistrumentista Manuele Reverberi, costretto ad amalgamarsi agli altri e a sacrificare il ruolo solista solitamente riservato alla tromba e al violino.

A tratti si ha l'impressione che potrebbe essere proprio questo il passo decisivo per far fare al gruppo il definitvo salto di qualità.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto