Marlene Kuntz - mazda palace - Milano Live report, 09/07/2003

14/07/2003 di



Sono andato a vedere il concerto del gruppo dei Marlene Kuntz e adesso scrivo la recensione del concerto medesimo che non mi è piaciuto molto però un po’ sì, ma adesso lo scrivo per intero così capite meglio anche voi. per esempio mi è piaciuto che hanno suonato la canzone dei Beatles intitolata Lucy in the Sky with Diamonds attaccandola alla fine strumentale della canzone invece del loro repertorio personale che è Cometa che è nel complesso meno bella della canzone dei Beatles. poi mi è piaciuto l’impianto luci cioè le luci colorate che si accendevano a tempo con la musica e che mi hanno spiegato si dice light design ecco quello mi è piaciuto poi mi è piaciuta anche una canzone che si chiama Nuotando nell’aria che tutti la cantavano e a me mi è venuta anche la pelle d’oca e mi è venuta voglia di impararla a memoria anche a me per dedicarla a una ragazza quando c’avrò anch’io la ragazza. poi mi piaciuto che il volume era proprio basso per essere un concerto rock ma questo è meglio così se volevi parlare con le altre persone presenti la musica non disturbava troppo. nel complesso poi ho notato che il Palazzetto in cui si è svolto il concerto del gruppo dei Marlene Kuntz mi sembrava mezzo vuoto, però alcuni potrebbero dire mezzo pieno e sarebbe giusto anche così. C’era la gente seduta sulle tribune e anche della gente in piedi sotto il palco che forse erano i fans del gruppo. Quando il concerto è iniziato alcuni si sono aggiunti a quelli che erano sotto il palco e in alcune canzoni specifiche pochi esagitati di quelli già presenti hanno anche un po’ pogato, ma poco, che se non sapete cosa vuol dire ‘pogare’ vuol dire buttarsi addosso gli uni contro gli altri che a volte ci si fa del male ma se ti fai del male allora vuol dire che hai pogato bene. Ma al gruppo dei Marlene Kuntz si vede che non gli interessa molto che il loro pubblico poghi durante i loro concerti. Questo gruppo dei Marlene Kuntz è un gruppo molto serio che non parla molto con il pubblico e hanno comunque le facce serie e concentrate mentre suonano e si muovono in un modo molto serio sul palco cioè si lasciano prendere a degli spasimi molto seri che sembra che li abbia punti qualche ragno o che abbiano le api dentro nelle chitarre e allora le devono fare uscire, però tutto in modo molto serio che poi sono molto sudati e mi ha detto una ragazza che ho conosciuto al concerto che è bello che siano sudati. Poi invece sentivo della gente parlare e diceva che sono cambiati rispetto agli inizi, c’erano 2 che quasi litigavano “sono maturati” diceva uno, “fanno cagare adesso” diceva l’altro, sono andato via che a me mi facevano paura quei 2 lì che litigavano, potevano anche tirarsi dei pugni dalla foga che avevano nel dire che il gruppo dei Marlene Kuntz era cambiato. Io non posso dire molto che non li conosco i dischi dei Marlene Kuntz e infatti non sono mica intervenuto nella discussione però mi sembrava che c’erano delle canzoni che erano più belle di altre durante il concerto non lo so se erano vecchie o nuove , solo, c’erano queste canzoni che erano più belle e altre che invece 2 maroni guarda, sembrava che non finissero più e in più i componenti del gruppo dei Marlene Kuntz si mettevano lì a fare quelli seri a tirarle alla lunga con tutte le distorsioni che a un certo punto quasi mi stavo addormentando. Ecco però il concerto del gruppo dei Marlene Kuntz è durato circa 1 ora e mezza credo a me è piaciuto “medio” diciamo cioè che mi è sembrato un concerto normale di quelli lì che vai e poi vieni via e non è che ti lasciano molto però forse mi sbaglio ed è meglio che non lo dico in giro che poi metti che incontro uno di quei 2 che si stavano picchiando e mi sente dire una cosa cosìpoi mi picchia anche a me, ecco, allora dico che la gente nel complesso mi sembrava soddisfatta poi alla fine ma non si capisce mai bene perché a Milano la gente c’ha sempre quella faccia lì che non ci capisce mai bene se una cosa gli è piaciuta o no. e’ un pubblico difficile a Milano dicono sempre i gruppi nelle interviste. Anche il gruppo dei Marlene Kuntz avevano delle facce che non si capiva bene se gli era piaciuto suonare o se avevano suonato perché erano obbligati dal contratto da rispettare, però avevano le facce serie i componenti del gruppo Marlene Kuntz, quelle facce lì che nelle fotografie vengono fuori bene. e allora tutti felici e contenti forse ed è bene ciò che finisce bene forse. io sono tornato a casa e ho dormito poi ho scritto questa recensione del concerto del gruppo dei Marlene Kuntz



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati