MEI2000: ...a Faenza...

06/12/2000 di



A faenza il 25 e il 26 novembre anno domini 2000. A faenza c'è il sole a faenza piove. A faenza questo wikend c'è stato il MEI e quindi. A faenza c'è tanta gente. A faenza c'è Troppa gente. A faenza c'è confusione. A faenza c'è una concentrazione tale di frustrazioni che è impossibile non restarne anche solo un po' contagiati. Guardo intorno e vedo tanti Falliti, la compagnia non dovrebbe poi fare male penso. Mi ricredo col passare dei minuti e le parole vuote e noiose che sono costretto a sentire e sentire e sentire. Tutti parlano e nessuno arriva al dunque, se non uno smarrito Massimo Zamboni durante una delle mille conferenze che si susseguono a ritmo incessante: La musica è la musica, ma sono i soldi che si potrebbero fare con la musica (a tenere lontano lo spettro del cartellino da timbrare) che molti vorrebbero. Questo infine attira e rovina. Ragazzi vi prego crescete! Non siamo obbligati a fare musica se sotto non c'è il fuoco che brucia e soprattutto qualcosa da dire. Se non si vuole andare a lavorare si può benissimo fare tutt'altro senza rompere i coglioni al resto del mondo. Confusione e spazzatura ce n'è già abbastanza in giro. A tal proposito: quanti demo abbiamo raccolto allo stand in questi giorni? 2 sacchi della pattumiera: significativo.

Un dato essenziale: ROCKIT NON E' IL NOSTRO LAVORO. Noi con Rockit NON GUADAGNAMO 1 LIRA. Perché lo facciamo allora? Non è questa la sede x discuterne. Stupiti prendetene atto e proseguiamo.

Gente e ancora gente e ancora gente, bisogna ancorarsi a uno scoglio x non perdersi, la mia catena trova un gancio al nostro stand, ci passo la maggior parte del tempo in totale assenza. I miei occhi seguono qualche colore che sfugge nell'indistinto brusio di fondo. Fosse anche Quel sorriso e Quello sguardo. Per fortuna ci siete voi. Una due tre quattro lattine di birra e altrettanti se non di più bicchieri di vino. Le mani da stringere e i sorrisi di circostanza. Le giunture pretendono di essere unte con alcol per non stridere troppo.

Ma quanto si prende sul serio la gente? Troppo. Ed è inammissibile.

Potete diventare anche gli U2 un giorno (ed è impossibile mettetevelo in testa da subito) il mio giudizio su di voi non cambia: la merda resta merda anche se la metti su un piatto d'argento e la servi in tavola a una cena di gala tra un primo e un secondo.

Sono negativo. Cinico. Prevenuto. Disfattista. Fottuto nichilista di merda.

Finiscila di rompere i coglioni!

E' vero. E lo dico senza ironia lo giuro.

Che poi, anche se i miraspinosa mi scambiano per samuel dei subsonica, un qualche cosa di Bello (e da salvare) certo c'è stato anche a faenza: l'affetto che la gente ci ha dimostrato (ma allora ci volete bene cristo!). quelli che ci sono venuti a trovare apposta. quelli che si sono abbonati e/o hanno comprato la magliettina. le persone speciali che è inutile che io stia qui sempre a scrivere che tanto in cuor suo ognuna lo sa. il braccialetto punk che mi hai regalto. la ministra melandri (davvero una gran figa!) e sgarbi al nostro stand (non chiedetemi che cazzo c'entravano ma erano assolutamente ridicoli, questo ve lo garantisco). quelli di tube records e la giovinezza bellissima dei pensione libano. il pigiamino azzurro di camillo. alberto e la sua sconfinata gentilezza. il viaggio faenza-bologna nella notte di sabato sulla punto di acty a cantare le canzoni di chiesa, e quello di ritorno la mattina seguente a cantare le sigle dei cartoni animati. l'isola, sempre e comunque. alcuni mex. via cellulare. alcuni culi degni di essere guardati. alcune parole degne di essere dette.

Dettagli, al solito.

Dove la vita brucia per davvero. Lontano da qualsivoglia riflettore.

Nulla di nuovo certo. Ma per fortuna salvifico.

E' questo che ogni anno mi riporta a faenza per 2 giorni.

Poi una volta lì mi fracasso sempre regolarmente le balle, però quello è un problema mio (forse)…
Un ultimo appunto: non recensirò tutto il materiale che ho portato a casa. Questo voglio sia chiaro fin da subito.

Per il resto un bacio a tutti i miei soci di Rockit. Siete bellissimi. Con o senza pigiamini azzurri.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Max Casacci ha invitato la RAI a inaugurare un canale dedicato alla musica indipendente