MI AMI 2013 - Vi presentiamo tutte le band che suonano / Domenica 9 giugno

31/05/2013

MI AMI 2013
7.8.9 GIUGNO
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO
www.rockit.it/miami

ASCOLTA E SCARICA LA COMPILATION CON TUTTE LE BAND DEL MI AMI

 

DOMENICA 9 GIUGNO

PALCO PERTINI

Appino
Il progetto solista del frontman degli amati Zen Circus. Accompagnato sul Pertini da una superband, ci regala il suo "Testamento" urlato contro il cielo, vero atto d'amore per la vita agrodolce di provincia. Una sensibilità e un'onestà rari. Real Working Class Hero. Appino è il nostro Johnny Cash. Che il lupo cattivo vegli su di noi.

Patty Pravo
Da 9 anni il MI AMI è la nostra #pazzaidea e volevamo sentircelo cantare proprio da lei. L'originale. Siamo quindi orgogliosi di avere sul Pertini una vera e propria Icona della musica e della cultura italiane. Perchè la storia di madame Patty è più punk e rock'n'roll di tanti bambocci wannabe. Che Patty è la nostra Keith Richards lo dice Vasco Rossi, non quel finto rebel di tuo cuggino che vive ancora con la mamma e passa il giorno a scrivere io,io,io su facebook. La Storia. Ditelo a tutti e poi tutti insieme sotto il palco a cantare come se non ci fosse un domani: Pazzaaaaa iiideeeaaaa di faaar l'amoooore con.....

Mauro Ermanno Giovanardi & Sinfonico Honolulu
Quando ha capito che da un'orchestra di ukulele poteva reinventare la canzone italiana ci si è buttato a capofitto. Arrivate con il vestito elegante che ne varrà la pena: Mauro Ermanno Giovanardi canterà le più belle canzoni dei La Crus e i grandi classici della canzone d'autore, il Sinfonico Honolulu farà il resto per farvi sentire alle Hawaii.

Spiritual Front
Senza dubbio il gruppo di riferimento per più di una generazione del dark italiano. Oscuri ma al contempo eleganti, romantici nel senso più corretto del termine. Una band enorme, prenderà il Pertini con il sole alle spalle e vi farà fare i conti con il vostro lato più emotivo. Arrendetevi.

Sycamore Age
Avete presente “Inception”? Sì, insomma, quel film che racconta di come il sogno possa (illuderti di?) cambiare il corso degli eventi. Un live dei Sycamore Age è pressoché questo: un “rapimento mistico e sensuale” dalla realtà per condurci nei meandri nascosti della nostra mente. Nuove forme di prog anno 2013.

Vanity
La toscana si sta riprendo il primato della darkwave italiana, ovviamente rivisitata, mischiata alla psichedelia più cupa, allo shoegaze e alla figure ancestrarli e a tutto quello che ci fa più paura. I Vanity sono, semplicemente, la band più potente di quel giro. Vi stupiranno.

Platonick Dive
Massicci, geometrici, sognanti. Il post-rock italiano continua a generare virgulti, e i toscani Platonick Dive su Black Candy Records sono fra le nuove cose migliori, ideale ponte fra Explosions In The Sky e 65daysofstatic. Tutto un sogno in cui immergersi.

Rockit All Starz
Rockit All Starz è la Pazza Idea da sempre. Il dj set di quelli che questo festival lo mettono in piedi è uno show senza regole nè punti fermi. Ma c'è sempre la passione, l'amore e, appunto, un po' di follia. Il cuore del MI AMI è concentrato qui. Vieni nella Tana delle Tigri e goditelo fino all'ultimo minuto.

 

PALCO LA COLLINETTA DI JACK

Giardini di Mirò
Dov'eri tu, all'inizio degli anni zero? Forse non te lo ricordi, ma di sicuro i Giardini di Mirò erano già persi tra delay e riverberi infiniti. Veterani del MI AMI, quest'anno - con una formazione speciale - hanno scelto la Collinetta di Jack come ultima tappa del loro "Good Luck" tour. Sospirone. Titoli di coda.

His Clancyness
L'ultima incarnazione di Jonathan Clancy (Settlefish, A Classic Education), nata come esperienza intima e casalinga, si è trasformata in un sogno ad occhi aperti. La firma con FatCat Records (Sigur Ros, Animal Collective), un tour europeo con Deerhunter, Charade EP e poi l'album. Prima, la Collinetta di Jack, dove è di casa.

Cosmo
Immaginatevi sulla Collinetta di Jack, seduti sull'erba. Sul palco qualcuno che vi sembra di riconoscere, sembra Marco dei Drink To Me. Cosa ci fanno quelle ballerine? Non può essere lui... Invece si. E' lui. State guardando il primo live in assoluto di Cosmo, che porta il suo "Disordine" fra Battisti e Grimes. Must!

Brothers In Law
Dream pop frutto dell'immaginazione di tre ragazzi giovani e con tanto dire, Nicola Lampredi suona anche nei Be Forest e nonostante questo non ha ancora esaurito la vena creativa. Ovviamente, tanti concerti fuori Italia e un futuro lucente che li attende. Teneteli presente quando, tra qualche anno, faranno il botto.

Blue Willa
Un disco prodotto da Carla Bozulich e la voglia di far esplodere tutto ciò che può essere attaccato a una miccia. I Blue Willa sono la scheggia impazzita della domenica sulla Collinetta di Jack. Con loro sarà impossibile stare seduti, perché certi schiaffi sonori è meglio prenderli in piedi. Si ammortizza meglio.

Wildmen
Dicono che a un certo punto, sulla Collinetta di Jack, domenica le cose sembreranno diverse da quello che sono. Dicono che sembrerà di tornare a 50 anni fa, tra deviazioni musicali e cromatiche. Dicono che succederà con gli Wildmen e con la loro splendida immersione psichedelica. Fossi in voi, non me li perderei.

The Van Houtens
Alan Rossi è uno che ti sforna una hit al giorno, un dandy del pop che gioca con il revival degli anni 70-80-90 manco fosse una di quelle compilation da autogrill con i grandi successi di sempre. Canzoni indie-brit-folk, coloratissime, talmente surreali che quasi le prendi sul serio. Vi divertirete, ve l'assicuro.

Wolther Goes Stranger
Per trascorrere la pigra domenica pomeriggio che contraddistingue la Collinetta, la colonna sonora ideale sarà sicuramente la musica onirica e ultraterrena degli Wolther Goes Stranger. Tra le sue sonorità un po' shoegaze e un po' elettroniche culleranno i vostri pensieri distesi sul morbido prato del Magnolia.

The Meteopathics
A volte le self-descriptions sono le migliori: "garage punk dal Lago di Garda". Easy as fuck. Giovanissimi, belle melodie, vestiti stretti e un super tiro. Lavorano sul genere con la voglia di dire la loro: che il sole baci il loro futuro, e - considerata la meteopatia - speriamo anche la Collinetta di Jack.

Sylvia
Il prato come un divano. Siediti, chiudi gli occhi, abbassa i rumori e ascolta. Le canzoni di Sylvia sono come quei colori sfuggenti tra il sonno e la veglia, sono le sensazioni prima di diventare pensieri, sono la polvere dei sogni che ti rimane la mattina nei respiri. Come dire: le canzoni che Regina Spector tiene per se nella cameretta. Cose preziose.

 

TORNA ALL'INDICE

Tag: mi ami

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati