Quali concerti vedere al MI AMI Festival, secondo gli artisti che ci suoneranno

Simone Cargnoni-Jump CutSimone Cargnoni-Jump Cut
22/05/2017

In tredici edizioni il MI AMI ha portato sul palco oltre 360 artisti, alcuni dei quali per un'unica, indimenticabile volta, altri invece sono diventati dei nomi ricorrenti delle nostre lineup, le "buone stelle" che guidano la nostra idea di cast, non solo un elenco di nomi, ma una vera visione del mondo e della musica che ci circonda. Orientarsi tra i 60 artisti del programma però può non essere facile, anche perché spesso sono proprio gli artisti che ancora non conosci quelli che ti sorprendono di più.
Per questo, abbiamo pensato di chiedere consiglio agli stessi musicisti. Ecco quali concerti vedere al MI AMI Festival, secondo gli artisti che ci suoneranno

LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA

Trovo molto interessante che il MI AMI rispecchi un panorama davvero vario della musica italiana che noi diamo per scontato e a causa dei nostri complessi di inferiorità verso la musica estera non ci rendiamo conto di questa ricchezza. Per farsi un'idea di questa splendida eterogeneità consiglio Populous, Dizzyride, Baustelle, Esecutori di Metallo su Carta, Mecna, Spartiti. Tutti progetti di altissimo livello tecnico e soprattutto emozionale nei loro "generi"

THE ZEN CIRCUS 

Edda, Spartiti e Pan del Diavolo, semplicemente perché hanno scritto, chi prima chi dopo, chi con altri progetti chi con il medesimo, pezzi di storia della musica italiana. Fra i nuovi volti assolutamente Lucio Corsi (giovanissimo, bravissimo, bellissimo, garzassimo) e Campos, neonata band Pisana fuori con un disco davvero bello: se uno dei Criminal Joker è diventato Motta e un altro il quarto Zen, dovreste fidarvi delle capacità del terzo.

IL PAN DEL DIAVOLO

Fra i nomi freschi da consigliare, sicuramente dovreste andare a sentire i Campos.

DRINK TO ME

ROB: Sicuramente sono molto curioso di vedere Liberato, visto che sono uno di quelli che è andato in fissa con "Nove Maggio". Giorgio Poi perché oltre a scrivere lui bellissime canzoni si porta dietro una band di draghi e mi fa sempre piacere vedere musicisti che spaccano live. Ma di certo il live che aspetto con più fomento è quello di Carl Brave x Franco 126 perché in questi mesi le loro "Polaroid" sono state quasi un’ossessione per me!

 

MARGHERITA VICARIO

Quest'anno mi piazzerei sotto il palco quando suonano Carl Brave x Franco 126, Dutch Nazari che con "Proemio" ha scritto uno dei pezzi più fichi del 2017, poi Giorgio Poi che suona come un drago, gli Zen Circus, se ti vuoi fare un piantarello sudato. Ma soprattutto l'Istituto Italiano di Cumbia All Star. Non ho idea di cosa sia, ma ho voglia di ballare.

MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO

Siamo affezionati da sempre agli Zen Circus e abbiamo molta stima di Vasco Brondi e della sua poetica. I Baustelle sono un buon esempio di come si possa arrivare con musica di qualità ad un grande pubblico. Comunque non siamo noi a dover presentare i grandi artisti che saliranno sul palco, si presentano tutti da soli.
Ah, stavamo per dimenticare un gruppo bello bello bello: Il Management del dolore post-operatorio!

CANOVA

Quest'anno consigliamo di venirci a sentire soprattutto, perché sarà un live bello carico e lo stiamo preparando al meglio. È la prima data del tour estivo, quindi cambieremo scaletta da quella invernale, e ci saranno delle novità. Poi speriamo di riuscire ad andare ad ascoltare tante cose che ci piacciono molto. Tipo, aspettiamo tanto i Baustelle, non li abbiamo ancora visti quest'anno perché siamo sempre stati in tour, poi gli Zen Circus, Giorgio Poi, Colombre, Les Enfants, IISO.

SPARTITI (MAX COLLINI + JUKKA REVERBERI)

Darei una chance agli /handlogic, che ho visto al Rock Contest di Firenze di recente dove ero in giuria e che mi sono piaciuti molto. Segnalo anche i concittadini Murubutu / la Kattiveria e, visto che suoneremo la stessa sera, credo che andrò a sentire quei fuori di testa dei Pop_X. Di solito sono immune al fascino discreto della borghesia, ma in questo caso farò un'eccezione. Jukka mi informa dalla regia che invece non mancherà il concerto di Edda, di cui ha grande stima fin dai tempi dei Ritmo Tribale. 

LUCIO CORSI

Consiglio di andare a sentire Dimartino e Cammarata con il loro bel lavoro su Chavela Vargas e poi ovviamente il concerto dei Baustelle, quando fanno "Bruci la Città" è sempre molto, molto emozionante.

GIORGIO POI

Consiglierei di ascoltare Colombre, Pop_X, Lucio Corsi, Dizzyride, Carl Brave x Franco 126.

DAVIDE SHORTY

Quest'anno consiglio di vedere particolarmente le nuove promesse Technoir e LNDFK, il mio collega di label Mecna che ha un live spacca culi ed il mio concittadino Fabrizio Cammarata (voce incredibile)

NICOLO' CARNESI

Quest'anno non mi perderei Carmen Consoli, Dimartino e Cammarata, Edda, Giorgio Poi, Le Luci della Centrale Elettrica e i Baustelle

MARUEGO

Al MI AMI di quest'anno consiglio di andare a sentire Maruego perché porterà sul palco nuova musica!

HENRY BECKETT

Il mio invito va a tutti quelli che si svegliano ogni giorno con le canzoni fisse nella loro testa, a chi di musica non può fare a meno e a chi crede nei nuovi artisti e nel crescere insieme a loro.
Venite ad ascoltare Eva per l'eleganza della sua voce e della sua presenza, Nicolò Carnesi per le sue dolci melodie e le sue profonde parole, i Les Enfants per la loro autentica energia

CAMPOS

Giorgio Poi perché ha fatto un disco davvero molto bello e siamo noi i primi a voler vedere il suo live, Edda che anche se non conosciamo molto da quello che abbiamo ascoltato ci è apparso subito come un artista coraggioso e originale e in fine gli Zen sono da anni una garanzia per quanto riguarda il live.

ALTRE DI B

Vi consigliamo di andare ad ascoltare anche i Drink To Me, una delle band alle quali siamo più legati e con la quale abbiamo condiviso il palco in passato. La loro discografia è straordinaria e siamo curiosi di vedere se l'esperienza di Cosmo avrà inciso sulle sonorità live della band. Oltre a loro suggeriamo Carl Brave x Franco 126.

CKRONO

Sono assolutamente curioso di sentirmi il nuovo live di Populous e Capibara, lo showcase di Rocoe e Body Heat, la new trap italiana da RRR Mob a Maruego, l'imprevedibile show dei Pop X e il misterioso Istituto Italiano di Cumbia All Star.

GO DUGONG

Per quanto mi riguarda il live più atteso è quello del mio collega, amico, fratello e ormai seconda fidanzata Populous che presenta il suo nuovo disco. Per l'occasione, su quello stesso palco, io, Ckrono e altri amici (Capibara, Montoya, Ioshi, ecc..) cercheremo di festeggiarlo come si deve. Sarà molto divertente. Altri live che non voglio perdermi, oltre a quelle citati sopra sono l'Istituto Italiano di Cumbia All Star (chi mi conosce sa perchè), Technoir, LNDFK, Maruego e Liberato (quest'ultimo una delle cose più interessanti che abbia sentito negli ultimi tempi nel panorama musicale italiano).

CAPIBARA

Baustelle, Gazebo Penguins, Coez e Carmen Consoli ma soprattutto i miei fratelli Jhon Montoya, Go Dugong, Ckrono e Ioshi.


 

IOSHI

Ho conosciuto Ckrono da poco, l'ho sentito selezionare musica e mi è piaciuto subito. Anche Giulio (Go Dugong) l'ho conosciuto da relativamente poco tempo e con lui è scattato subito il feeling. Sono curioso di vedere cosa combineranno assieme ma consiglierei di vederli dal vivo perché saranno sicuramente una miscela esplosiva! Poi /handlogic, Populous, LNDFK, Technoir aspettavo di vederli dal vivo da un po' e credo che siano sicuramente delle gemme musicali da non perdere. Gazebo Penguins li ho giá visti proprio al MI AMI se non sbaglio, e hanno tirato una spettinata a tutti. Montoya l'ho visto a Treviso ed è assolutamente commovente, un live incredibile e profondo. Poi assolutamente il mio Capibara preferito è highly recommended!

ATLANTICO

Concerti da non perdere: tra i big, ovviamente i Baustelle. Sicuramente rivedrò con piacere Giorgio Poi e mi piacerebbe sentire per la prima volta gli Altre di B che ascolto da tempo, ma non ho mai avuto la possibilità di vedere live.

REVO FEVER

Siamo molto curiosi di vedere il live di Carl Brave x Franco 126, in questi mesi abbiamo seguito tutte le loro "Polaroid" e vogliamo vedere come le porteranno dal vivo. Non vediamo l'ora di goderci anche il live di Giorgio Poi, pare che lui e la sua band siano fenomenali dal vivo. Poi ovviamente aspettiamo lo show maestoso dei Baustelle, ma forse non c'è neanche bisogno di consigliarli!

DUTCH NAZARI

Per i miei gusti musicali la serata del venerdi è di gran lunga quella con i concerti più fighi. Se devo fare due nomi tra tutti: Giorgio Poi, e Carl Brave x Franco126

LNDFK

Tra le proposte del MI AMI di quest'anno consigliamo il live di Davide Shorty, che ho avuto gia il piacere di ascoltare nella mia città, e Dutch Nazari, un artista che mi ha colpito per la sua musicalità e il flow delle sue liriche. Tra le nuove proposte non dovreste assolutamente perdervi gli INUDE, che sono sicura vi sorprenderanno e riscalderanno con la profondità del loro sound. Infine Margherita Vicario, un'artista che definirei "rara come una sorpresa".

BRUNO BELISSIMO

Sono molto curioso, e quindi consiglio, di sentire i Baustelle che mi han detto stan portando in giro un live strepitoso ma che non ho ancora avuto modo di vedere. Poi sicuramente i Drink To Me, Revo Fever, INUDE, Populous, Montoya... Insomma avrete capito che mi fermerò almeno un paio di giorni al festival e non solo il giorno del mio live… :-)

PIERALBERTO VALLI

Il live che consiglio e che mi incuriosisce di più è Murubutu. È un insegnante come me e pone molta attenzione al testo. Il rap è ormai chiaramente il genere in cui ci sono più possibilità di sperimentazione (e dove purtroppo si sperimenta meno).

LIEDE

Consiglio -ho suonato in apertura ai loro concerti quest'anno e spaccano di brutto- di sicuro Carnesi, Giorgio Poi e Canova. Poi extra gli Zen, ma forse è un consiglio inutile. Per quel che mi riguarda non vedo l'ora di sentire dal vivo Colombre e Gomma, li ho ascoltati e dopo un po' mi hanno preso, son rimasti nelle playlist che girano in cuffia.

LES ENFANTS

Consigliamo i live di: Lucio Corsi, Canova, Birø

IISO

Quest'anno la varietà della proposta musicale è davvero ampia. Consigliamo sicuramente Giorgio Poi, Gazebo Penguins, Coez, gli amici Les Enfants, /handlogic, Carl Brave x Franco 126 e Mecna.

INUDE

Rispondere a questa domanda è arduo, il cartellone rispecchia il panorama della nuova musica italiana che sta vivendo a tutti gli effetti la sua primavera. Tra tutti gli artisti, a parte nostri cugini Populous e Montoya, quelli che ci incuriosiscono di piû e che vorremmo ascoltare dal vivo sono Giorgio Poi, Edda, Liberato e Murubutu.


MURUBUTU

Consiglio vivamente di andare a sentire Dutch Nazari, ho apprezzato il suo ultimo album che rappresenta, a mio avviso, un’ottima prova di come si possa congiungere rap e cantautorato contemporaneo

 

BIRØ

Per questa edizione consiglierei di andare a sentire Colombre, Carl Brave x Franco 126. O almeno sono i due concerti che cercherei di non perdermi io da spettatore. Sono due progetti nuovi e freschi, personalmente curioso di sentire cosa possono tirare fuori in un live.

 

JHON MONTOYA

Da sentire L'Istituto Italiano di Cumbia All Stars, perché sicuro sarà una festa imperdibile!

Tag: mi ami

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Un pomeriggio al lavoro con Gel: Angeli e Demoni al centro per le dipendenze patologiche