MI AMI - Palco Torcida Live report, 10/06/2011

22/06/2011

(Foto di Antonio Campanella)

300 battute a concerto. Di Michele 'Wad' Caporosso (WAD), Carlotta Fiandaca (CF), Alex Urso (AU), Marco Villa (MV).



BOOM DA BASH

(Foto di Piero Cruciatti)

I Boom Da Bash in Italia non sono mai esistiti prima. Perché mischiano e si tirano in mezzo. In patois e in dialetto salentino. Dj style e dancehall. Tanto fuoco sul Torcida per un gruppo che, ormai possiamo dirlo, Rockit ha scoperto e lanciato in un pianeta extra-reggae ed extra-ghetto, come piace a noi: ad occhi chiusi. // WAD

ITALIA SUXXX

(Foto di Antonio Campanella)

Dall'ombelico d'Italia che è il MI AMI, la parola d'ordine Italia Suxxx risuona più forte. Lo spaccato di vita strana ma vera che Michele Caporosso racconta nel suo libro si anima, prende forma e suono. E così non sono più solo pagine da leggere, ma canzoni da ballare, battute da annotarsi, emozioni da urlare. Uno show sulla vita, in perfetto stile Wad. // CF

IOSONOUNCANE

(Foto di Antonio Campanella)

Partono i primi campionamenti e arrivano le prime urla. Con la sua chitarra e gli aggeggi attaccati a una ciabatta per la corrente. Iosonouncane è da solo, ma il suono è più potente di due band messe insieme. E poi il senso, il contenuto, che ti prende a sberle a ti inchioda a terra. Non c'è fuga. È un audiogiornale del tempo presente. Il Torcida apprezza, incassa e applaude. // MV

CASA DEL MIRTO

(Foto di Ally)

Dovevano essere loro a far sentire le prime note di questo MI AMI. Invece piove, la Collinetta si allaga e i Casa del Mirto cambiano palco. Nella quiete dopo la tempesta le loro atmosfere s'intonano da dio e con l'odore del temporale passato sembra di essere in un parco a Londra. Ci fanno anche ballare, che fa sempre bene, e ci si scalda un po' di più. // CF

VAGHE STELLE

(Foto di Layne)

Portare atmosfere da kosmische musik a un festival di musica italiana, manco fossimo un paese internazionale. E invece. Il live set di Vaghe Stelle avvolge il Torcida di beat analogici e raffinate sfumature dubstep. Suoni algidi e ricercati, cesellati con eleganza e gusto minimal. Per un'ora il dancefloor diventa un posto etereo dove confessarsi baci al sapore di Gin. // AU

ANTITEQ

(Foto di Sandro Giorello)

Le idee chiare e i suoni pure. Quella di AntiteQ è eleganza portata sul dancefloor. Con lui il Torcida si carica di sfumature house, atmosfere techno e colpetti dubstep. Fresco e raffinato, Riccardo Lampugnani è un chirurgo dei suoni. Se anche il beat più assassino ha la faccia pulita di un bravo ragazzo, di cosa possiamo ancora fidarci? // AU

Continua con i concerti di sabato

Torna all'indice



Pagine: Casa del Mirto Boomdabash AntiteQ Iosonouncane Italia Suxxx Vaghe Stelle

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Il programma di Brunori SAS per Rai 3 inizia a marzo