Subsonica - Microchip emozionale_tour - New Age_Roncade (TV) Live report, 03/03/2000

05/04/2000 di Valerie



Dopo la parentesi sanremese l’attività live dei Subsonica è ricominciata con un concerto al New Age di Roncade (Tv). L’atmosfera nel locale, riempitosi completamente in breve tempo, si è presentata particolarmente intensa, dimostrando chiaramente gli effetti immediati di incremento di entusiasmo e di pubblico che la grande giostra del festival ha portato al gruppo.

La scaletta della serata si è presentata diversa da quella eseguita durante le precedenti date del tour, ma si è trattato comunque della presentazione quasi totale di “Microchip Emozionale”, con qualche salto al precedente album sui pezzi più noti (“Radioestensioni”, “Cose che non ho”, “Istantanee”, “Preso blu”, “Velociraptor”); in aggiunta a tutto ciò era logico che venisse presentato per la prima volta “Tutti i miei sbagli”, il pezzo presentato nella città dei fiori. A mio avviso la resa è stata sicuramente superiore a quella relativa alle apparizioni sul palcoscenico dell’Ariston, forse per una questione di atmosfera, credo, della quale sicuramente tutto il gruppo risente in modo particolare, visto la spiccata capacità comunicativa e anche “interattiva”. Sottolineo l’eccellente prestazione del cantante, Samuel, particolarmente energica, e che lui stesso ha motivato con una frase di esordio al concerto … “Ci era tanto mancato il nostro pubblico, sono contento di essere di nuovo davanti a voi”
Il post-concerto è stato quindi caratterizzato da vari entusiasmi manifestati da una schiera di nuovi fans, acquisiti in seguito alla maggiore notorietà che l’esperienza di fronte al “grande” pubblico ha portato. Ma placati gli animi, la serata si è svolta come sempre, con la presenza dei 5 all’interno del locale con la solita tranquillità e con un atteggiamento di “non-divismo” che li ha sempre caratterizzati.

Avendoli sempre seguiti nella loro attività, il mio timore era di trovare, in questa prima serata post-sanremese, persone cambiate da quest’esperienza e dalla nuova posizione guadagnata sulla scena musicale italiana - sicuramente ora il loro nome non suona ancora totalmente ignoto ai più!-, ma sono stata, con mia grande soddisfazione, pienamente smentita. Il mio augurio è che questa coerenza continui ad essere propria dei Subsonica, caratteristica che, insieme a un particolare progetto musicale -sicuramente definibile “non-commerciale” - è sempre stata vivamente apprezzata dal loro pubblico fedele, del quale mi ritengo partecipe. Spero che il ‘viaggio’ nella già citata città dei fiori possa aver offerto le opportunità e la visibilità meritata a questa formazione, finora seguita da un pubblico definibile “di nicchia” e piuttosto ristretto; ma se così non fosse, i nostri avranno comunque la stima di chi ha apprezzato il loro “essersi messi in gioco”, atteggiamento che, secondo me, si è presentato come una mossa molto intelligente.

Per concludere vorrei segnalare l’ascolto di “Albe meccaniche”, traccia che affianca “Tutti i miei sbagli” nel nuovo cd singolo, e che presenta sonorità a mio parere molto interessanti, pienamente in linea con il loro ultimo lavoro.

Consiglio anche di visitare il sito ufficiale del gruppo www.subsonica.it nel quale si possono leggere i resoconti giornalieri, scritti con un’ ironia e uno stile davvero degni di nota, della “vacanza” dei 5 torinesi nella città ligure.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Abbiamo visto in anteprima "Fabrizio De Andrè - Principe Libero"