My Awesome Mixtape - Milano Film Festival - Piccolo Teatro - Milano Live report, 20/09/2007

20/11/2007 di

(I MAM al Milano Film Festival - Foto da internet)

A fine settembre, a Milano, c'è stata la nuova edizione del Milano Film Festival. Una lunga rassegna che proponeva, oltre a film e cortometraggi, piccoli aperitivi musicali e concerti. Tra i tanti appuntamenti c'era anche il live dei My Awesome Mixtape. Mario Panzeri racconta.



Andare ai concerti a Milano è sempre divertente: specchiarsi in metropolitana negli occhiali da sole dei giovani, prendere a calci le notizie del giorno che ricoprono le strade (free press, il business del futuro), aggiornare il proprio elenco di nomi di agenzie interinali (il business, punto). Quando pensi sia venuto il momento di sganciare la bomba arriva il Milano Film Festival e allora, in mezzo alle rassegne dei corti ed ai pass svolazzanti dei volontari, ritrovi il sorriso.

Ma lo ritrovi in una fredda sera di fine estate, la malinconia è alle porte e tra poco assisterai ad un concerto di un gruppo che ha scritto un album sulla sconfitta (che gioia): mentre sullo sfondo del palco sfilano tram e traffico clacsonante, il capelluto leader maximo dei MAM durante il soundcheck si lascia scappare un "Basta che si sentano le basi!" programmatico (e se non ti è piaciuto l’album, questa frase non è proprio invitante).

Lo show parte un po' sordina (l'iniziale "Diderot" non punge e le prime canzoni disorientano il pubblico che non sa se deve ballare, ascoltare o andare a prendersi l'aperitivo): col passare del tempo il gruppo non si perde d’animo e riesce a risollevare la serata, coniugando esagitazione teenage con tromba, violino e basi Anticon che è un piacere. Allora si ondeggia e si sorride mentre sul palco la sudorazione aumenta. Qualcuno parla di inconsapevoli derive balcaniche e comunque stasera, dopo tutto il bla bla becero degli ultimi mesi e la delusione per l’album, intravedi tutte le decantate potenzialità dei MAM: augurando al gruppo tantissima gavetta lasci così il Piccolo Teatro, sperando di sentire la prossima volta un pezzo in italiano.



Commenti (6)

Carica commenti più vecchi
  • max 21/11/2007 ore 11:36 @max

    mah io li ho visti a udine e hanno spaccato il culo, tra l'altro ho saputo che mancava pure il violinista...
    ma dato che dalla data di milano dove c'ero anche io sono passati tipo 2 mesi e più e loro hanno fatto tipo 30 date non si poteva recensire qualcosa di più recente? secondo me a milano mica si sentiva un gran chè bene tra l'altro...boh, secondo me avrebbero solo bisogno di un fonico davvero bravo...

  • luciano margorani 21/11/2007 ore 17:00 @luciano

    vero [:

  • max 21/11/2007 ore 17:53 @max

    no vabhe ma a milano era imbarazzante il suono...allora che cazzo li chiamano a fare i fonici?

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

“Fabrizio De André. Principe libero”, il film con Luca Marinelli arriva al cinema come evento speciale